Materiale multistrato per imballaggi

L'invenzione riguarda lo sviluppo di una nuova classe di materiali multistrato per l'imballaggio di prodotti che richiedono di essere conservati in condizioni di umidità e concentrazione di gas (in particolare ossigeno) controllate e costanti.

Titolo brevetto Metodo per la realizzazione di un materiale multistrato
Area Chimica e biotecnologie
Titolarità Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Inventori Vittorio Colombo, Matteo Gherardi, Maria Grazia De Angelis, Marco Giacinti Baschetti, Romolo Laurita, Matteo Minelli
Ambito territoriale di tutela Italia
Stato Disponibile per accordi di licenza
Keywords Materiale multistrato, imballaggio, bio-rinnovabile, compostabile, ossigeno, acqua
Depositato il 15/07/2013

La necessità di sostituire i materiali polimerici tradizionali di origine petrolchimica, con polimeri biodegradabili, compostabili e/o provenienti da fonti naturali e bio-rinnovabili, è molto sentita, in particolare nelle applicazioni di largo consumo come quelle legate l’imballaggio. Tra i materiali biodegradabili con ottime proprietà barriera all’ossigeno vi sono i materiali a base di fibrille di cellulosa a dimensione nanometrica.

L'invenzione ha come oggetto lo sviluppo di un materiale, a partire da materie prime rinnovabili, per imballaggio alimentare (e non) di prodotti che richiedono una barriera all'acqua e ossigeno, come ad esempio quelli soggetti ad azione ossidativa. L'invenzione può essere sfruttata per lo sviluppo di film da imballaggio barriera che preservino le proprietà organolettiche e chimico-fisiche del contenuto. Sono stati accoppiati il poli acido lattico (PLA), che conferisce una buona barriera all’umidità e la cellulosa micro fibrosa (inizialmente in forma di gel), che garantisce barriera all’ossigeno: tali materiali sono di norma incompatibili in quanto il PLA è idrofobo, mentre il gel di cellulosa è idrofilo.

Il sistema multistrato proposto è in grado di conferire una barriera notevole sia al vapore d'acqua sia all'ossigeno, senza l'utilizzo di accoppianti o di adesivi che permettano l'adesione dei diversi strati. Il sistema finale è composto da soli materiali di origine rinnovabile ed ecocompatibili.