Dispositivo chirurgico per la ricostruzione di strutture ossee

Dispositivo chirurgico atto all’uso nella ricostruzione di strutture ossee, particolarmente idoneo all’impiego dopo una resezione parziale o totale, a seguito di eventi traumatici e in generale in ogni caso in cui una porzione ossea sia assente e ci sia necessità di una ricostruzione.

Titolo brevetto Dispositivo chirurgico per la ricostruzione di strutture ossee
Area Biomedicale
Titolarità Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Inventori Leonardo Ciocca, Roberto Scotti, Massimiliano Fantini, Franco Persiani
Ambito territoriale di tutela Italia
Stato Disponibile per accordi di licenza
Keywords Guida chirurgica, resezione mandibolare, struttura di stabilizzazione, ricostruzione mandibolare, rigenerazione ossea
Depositato il 31/03/2011

Gli interventi di ricostruzione ossea vengono oggi praticati in molti distretti corporei e sono spesso preceduti dall’asportazione di segmenti danneggiati o malati oggetto appunto della successiva ricostruzione.

Il dispositivo presenta un corpo principale di ritenzione, preferibilmente in forma di barra, per mantenere in connessione - e quindi stabilizzare - le porzioni ossee residue ed impedire che possano subire dislocazioni dovute ad esempio a tensione muscolare. A tale corpo principale di ritenzione sono associati mezzi di supporto del materiale ricostruttivo di innesto e mezzi di fissaggio. Il dispositivo comprende altresì mezzi di registrazione specifici per il posizionamento pianificato ed univoco del dispositivo medesimo rispetto al distretto corporeo del paziente. Tutti i suddetti componenti sono integrati in un medesimo dispositivo e rigidamente connessi, gli uni con gli altri.

L’invenzione brevettata fornisce alcuni rilevanti vantaggi rispetto alle tecniche esistenti. Il vantaggio principale consiste nel fatto che il dispositivo chirurgico di ricostruzione dell’invenzione assicura un mantenimento in situ stabile, certo e ripetibile del tessuto di innesto e quindi una ricostruzione ortognatica ottimale. Inoltre, l’intervento ricostruttivo risulta semplificato.