Cotone conduttivo

L’invenzione appartiene al settore tessile avanzato e, in particolare, degli Smart Textiles, o E-textiles, ovvero i fabbricati tessili (fili e/o tessuti) dotati di funzionalità elettroniche e/o sensorizzati.

Titolo brevetto Conductive Fiber Materials
Area Chimica e biotecnologie
Titolarità Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Inventori Beatrice Fraboni, Annalisa Bonfiglio, Giorgio Mattana
Ambito territoriale di tutela Italia, India
Stato Disponibile per accordi di licenza
Keywords Filo conduttore, elettronica indossabile, smart textiles, E-textiles, transistor
Depositato il 07/03/2011

Il concetto di “wearable electronics” è emerso già da tempo per indicare l’inserzione di piccoli dispositivi elettronici negli strati tessili, ma oggi viene associato a qualsiasi dispositivo elettronico direttamente realizzato in forma tessile, per possibili applicazioni di monitoraggio funzioni vitali, trasferimento di dati e comunicazioni.

Sul mercato esistono già “indumenti elettronici”, capaci ad esempio di monitorare il battito cardiaco di chi li indossa o di rilevare eventuali fattori di rischio nell'ambiente, ma ad oggi queste soluzioni presentano alcuni limiti.

L’inserimento di dispositivi elettronici tradizionali nei tessuti presenta infatti problemi di integrazione tessile, ingombro e scarsa adattabilità agli indumenti, mentre l’inserimento di dispositivi elettronici in forma di filo ottenuti da fili metallici presenta difficoltà tecnologiche e di robustezza della soluzione finale.

L’invenzione, partendo da fibre tessili di varie tipologie, permette di conferire alle fibre capacità conduttive, mantenendo inalterate le caratteristiche fisiche (spessore, robustezza, elasticità, adattabilità) e di confort. In particolare, la fibra, preferibilmente naturale, viene trattata depositando lungo il filo uno strato di nanoparticelle metalliche e uno strato sottile di polimero conduttore. Dalla combinazione di questi strati di materiali differenti, si ottiene un transistor in forma tessile, che permette di regolare il flusso della corrente tra due elettrodi attraverso una tensione applicata ad un terzo elettrodo. Ulteriori trattamenti descritti nell’invenzione, inoltre, contribuiscono ad aumentare la conducibilità del materiale e a renderlo idrofobo.

  • Conferimento di capacità conduttiva ad un comune filo di fibra tessile;
  • Mantenimento di flessibilità, robustezza, elasticità, confort della fibra tessile;
  • Trascurabile aumento di spessore;
  • Economicità della realizzazione tessile.