Scuola di specializzazione in Beni Musicali

Codice 8356
Area Beni culturali
Anno accademico 2020/21
Direttore/Coordinatore Prof. Donatella Restani
Durata 2 anni
Scadenza bando

09/11/2020

Obiettivi formativi
La Scuola si propone di formare specialisti di alto profilo professionale nel settore della tutela, gestione e valorizzazione del patrimonio musicale, funzionari altamente qualificati ad operare sul territorio italiano che vanta una vastissima documentazione musicale, tra le più ricche al mondo.
In particolare, lo specialista in Beni musicali svolge funzioni di consulente tecnico per i Beni di interesse storico musicale, materiali e immateriali, e vigila sulla loro manutenzione, salvaguardia e restauro; progetta, dirige, organizza e svolge lavori di ordinamento, studio e gestione del patrimonio musicale in biblioteche o in altre strutture pubbliche o private; programma, organizza e coordina attività di ricerca, manifestazioni, mostre, convegni, seminari, con finalità scientifiche, educative e divulgative.
.
Struttura di riferimento
Dipartimento di Beni culturali - DBC
Posti e borse
posti n. 25 e n. 1 borsa (ex L. 398/89)
Requisiti e titoli di ammissione
Alla scuola si accede previo concorso di ammissione, per esami e per titoli, con il diploma di laurea di secondo ciclo (300 CFU). Sono ammessi al concorso per ottenere l’iscrizione alla scuola i laureati dei corsi di Laurea Specialistica in Musicologia e Beni Musicali (51/S), di Laurea Magistrale in Musicologia e Beni Musicali (LM-45), in Archivistica e Biblioteconomia (LM-5), in Scienze dello spettacolo e produzione multimediale (LM-65), in Archeologia (LM-2), in Storia dell’Arte (LM-89), Diploma di Conservatorio (V.O.), Diploma accademico di II livello rilasciato dai Conservatori o dagli Istituti superiori di studi musicali.
Sono altresì ammessi al concorso coloro che siano in possesso di una laurea del vecchio ordinamento equiparata alle precedenti secondo il Decreto Interministeriale del 9 luglio 2009, ovvero: Conservazione dei beni culturali; DAMS; Lettere; Musicologia.
Sono altresì ammessi al concorso per l'ammissione alla Scuola coloro che siano in possesso del titolo di studio conseguito presso Università straniere e ritenuto equiparabile alla laurea richiesta per l’accesso alla scuola stessa, limitatamente ai fini dell'iscrizione alla Scuola.

I suddetti requisiti di accesso devono essere posseduti al momento della scadenza del bando.
Modalità di ammissione
Alla scuola si accede previo concorso di ammissione, per esami e per titoli.
La prova scritta si svolgerà il giorno 23 NOVEMBRE 2020 alle ore 11.30.
La prova orale si svolgerà il giorno 25 NOVEMBRE 2020 alle ore 11.30.
Entrambe le prove avranno luogo in presenza presso la sede del Dipartimento di Beni Culturali (via degli Ariani, 1 – 48121 Ravenna), o in via telematica, per emergenza sanitaria da COVID-19
Nel caso di prova in via telematica, per emergenza sanitaria da COVID-19, le indicazioni operative
per lo svolgimento della prova saranno dettagliate dalla commissione d’esame e pubblicate sulla
pagina del Portale Unibo della Scuola.
Sede didattica
Dipartimento di Beni Culturali
Via degli Ariani, 1 - Ravenna
Crediti formativi
La Scuola ha la durata di due anni accademici e prevede l’acquisizione complessiva di 120 CFU.
Il Percorso formativo è organizzato in Ambiti
professionalizzanti che garantiscono una preparazione altamente specialistica nei settori della tutela, gestione e valorizzazione del bene musicale, ovvero:
1) Storia, beni e attività musicali;
2) Tutela, valorizzazione e museografia del patrimonio musicale;
3) Diagnostica, restauro e conservazione del patrimonio musicale;
4) Economia, gestione e comunicazione applicate ai beni musicali;
5) Legislazione dei beni culturali.
Frequenza Obbligatoria
La scuola è a frequenza obbligatoria.

Avvisi della scuola

E' stato pubblicato il bando di concorso per l'ammissione alla Scuola di Specializzazione in Beni Musicali a.a. 2020-21

Le domande di ammissione devono essere presentate entro il 9 novembre 2020 alle ore 16.30