15579 - PEDAGOGIA INTERCULTURALE

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Parità di genere Ridurre le disuguaglianze

Anno Accademico 2022/2023

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente: - conosce le principali connessioni tra l'evento migratorio e i processi di apprendimento, in particolare delle seconde generazioni di immigrati; - conosce i modelli familiari multiculturali con particolare attenzione anche all'adozione internazionale; - comprende i processi di sviluppo di bambini e adolescenti di origine straniera e di quelli adottati internazionalmente; - conosce le tematiche relative alla multiculturalità e all'interculturalità nel dibattito contemporaneo; - é in grado di applicare tecniche per la costruzione e la valutazione di percorsi di educazione interculturale nei contesti extrascolastici; - comprende e sa applicare i processi di categorizzazione relativi alla formazione di stereotipi e pregiudizi nell'ottica del superamento dei conflitti etnici; - comprende le dinamiche storiche, sociali e culturali che conducono ad atteggiamenti e comportamenti razzisti.

Contenuti

Alla luce delle trasformazioni in senso multiculturale delle società contemporanee, a fronte dell'eterogeneità e delle differenze sul piano culturale, linguistico, religioso, valoriale... presenti nei contesti sociali e nei contesti educativi e scolastici, occorre costantemente interrogarsi su quali siano i valori da promuovere in educazione, quali gli obiettivi da perseguire, i contenuti da veicolare, i metodi da impiegare. Il corso mira a fornire conoscenze e a suscitare riflessioni su quali caratteristiche dovrebbe assumere la pedagogia nell'era delle globalizzazioni e dell'incontro/scontro tra differenze e somiglianze.

L'approccio teorico pone al centro l'attenzione per l'individuo e non per le "culture" intese quali entità rigide e immutabile nel tempo; si concentra su una concezione delle "differenze" che aiuti a comprendere le peculiarità delle identità culturali e individuali in continua ridefinizione e fondate su appartenenze plurali (di genere, familiari, professionali, linguistiche, religiose, culturali, locali, nazionali....

Il corso offre elementi di conoscenza e riflessione in merito

. ai molteplici fattori che generano trasformazioni in senso multiculturale nelle società contemporanee.

Saranno affrontati

. i modelli pedagogici dell'assimilazione, della separazione, dell'integrazione e i principi della pedagogico interculturale quale approccio necessario nell'era della globalizzazione;

. le competenze dell'educatrice/educatore rilevani in senso interculturale

. stereotipi e pregiudizi, in particolare di tipo etnico e di genere, nei soggetti adulti e nell'infanzia;

. il razzismo come fenomeno proprio alla modernità occidentale;

. i rapporti tra immagini diffuse dell'immigrazione e messaggi veicolati dai mass media.

. i processi di costruzione identitaria in relazione all'esperienza migratoria

Approfondimenti saranno dedicati

. a una o più delle seguenti specifiche realtà: “famiglie miste o biculturali”; “seconde generazioni”; Minori stranieri non accompagnati (MSNA). Realtà che possono coinvolgere direttamente la professionalità dell'educatore/trice.

Un approfondimento particolare sarà dedicato alla realtà dell'adozione internazionale e interetnica: aspetti legislativi, tematiche educative di rilevanza interculturale nell'accoglienza familiare e scolastica. Problematiche nei processi di costruzione identitaria.

Testi/Bibliografia

Per la preparazione dell'esame orale studentesse e studenti, frequentanti e non frequentanti, devono conoscere approfonditamente e puntualmente i seguenti testi.

1

Bolognesi I. e Lorenzini S. (2017). Pedagogia interculturale. Pregiudizi, razzismi, impegno educativo, BOLOGNA: Bononia University Press

2

Stefania Lorenzini e Margherita Cardellini (a cura di), Discriminazioni tra genere e colore. Un’analisi critica per l’impegno interculturale e antirazzista, Milano: Franco Angeli 2018.

3

Lorenzini S. (2013) Adozione e origine straniera. Problemi e punti di forza nelle riflessioni dei figli, PISA: ETS.

4

Lorenzini S. (2012), Famiglie per adozione. Le voci dei figli, PISA: ETS.

 

Studentesse e studenti che sono i debito di 3-4 crediti possono scegliere 2 dei 4 testi sopra indicati

 

Alle studentesse e agli studenti in ERASMUS è richiesto

- lo studio di due testi:

1

Bolognesi I. e Lorenzini S. (2017). Pedagogia interculturale. Pregiudizi, razzismi, impegno educativo, BOLOGNA: Bononia University Press

2

Lorenzini S. (2013) Adozione e origine straniera. Problemi e punti di forza nelle riflessioni dei figli, PISA: ETS.

e

- la realizzazione di una relazione scritta di circa 5 cartelle, sulla realtà dell'adozone internazionale nel loro paese di provenienza

 

LA FREQUENZA ALLE LEZIONI E' PARTICOLARMENTE RACCOMANDATA

Metodi didattici

Lezioni frontali

Lavori di gruppo

Modalità interattive. I/le frequentanti saranno invitati a contribuire al percorso formativo attraverso riflessione critica e rielaborazione delle proprie esperienze e conoscenze.

Saranno utilizzati power point, proiettati e commentati documenti video.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

La verifica dell'apprendimento avviene mediante un colloquio orale. Studentesse e studenti sono tenuti a conoscere in modo approfondito e puntuale tutti i testi d'esame.

Saranno apprezzati

. la capacità di intrecciare i contenuti dei testi con le riflessioni sviluppate e le conoscenze ulteriori acquisite frequentando le lezioni.

. Il raggiungimento di una visione organica dei temi affrontati (a lezione e nei testi) congiunta a capacità di riflessione critica.

La puntuale conoscenza dei contenuti insieme alla padronanza espressiva e di linguaggio specifico saranno valutati con voti di eccellenza.

La conoscenza per lo più meccanica e/o mnemonica della materia, le analisi non articolate e un linguaggio corretto ma non sempre appropriato porteranno a valutazioni discrete;

lacune formative e/o linguaggio inappropriato – seppur in un contesto di conoscenze minimali del materiale d'esame - condurranno a voti che non supereranno la sufficienza.

Lacune formative, linguaggio inappropriato non potranno che essere valutati negativamente.

Strumenti a supporto della didattica

Power point

Documenti video

Materiali con dati statistici aggiornati

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Stefania Lorenzini