36276 - COOPERAZIONE SANITARIA INTERNAZIONALE

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Salute e benessere Parità di genere Acqua pulita e servizi igienico-sanitari

Anno Accademico 2022/2023

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso, lo studente conosce i principi che regolano lo scenario e i modelli di cooperazione sanitaria internazionale e sa padroneggiare concetti e metodi che guidano le azioni di comunicazione nel settore; in particolare apprende i criteri che contraddistinguono le azioni di community e le modalità di comunicazione partecipativa.

Contenuti

Al fine di avere migliori interazioni tra docente e studenti è consigliato, se possibile, partecipare in presenza alle prime lezioni introduttive e conoscitive in cui verranno definiti gli obiettivi individuali e del corso.

Il corso è finalizzato ad impartire gli strumenti per realizzare al meglio i processi decisionali in situazioni difficili e complesse utilizzando le esperienze della cooperazione internazionale e dei suoi aspetti sanitari.

Gli scenari economici e finanziari nell'ambito della globalizzazione hanno un impatto diretto sul divario nord/sud e nelle disuguaglianze in genere. Questi devono essere tenuti in attenta considerazione nel prospettare linee guida e indirizzi di programmazione nel campo dell'aiuto allo sviluppo.

Verranno affrontati i principi che regolano lo scenario culturale, politico e religioso dei Paesi in Via di Sviluppo ed Occidentali, affrontando varie tematiche relative ai migranti e rifugiati, al terrorismo internazionale, alle moderne strategie di guerra a bassa intensità, al concetto di guerra asimmetrica e DPN (Difensiva, Popolare, Nonviolenta) e dei relativi equilibri geopolitici e religiosi. Il corso affronterà inoltre le modalità organizzative e la responsabilità delle multinazionali.

In particolare verranno approfondite le questioni climatiche, ambientali ed energetiche, lo sfruttamento del lavoro minorile e di genere, l'abuso sull'infanzia, la privatizzazione del bene pubblico, l'importanza dell'educazione e della formazione professionale, il ruolo dei Mass Media e delle multinazionali. Verranno approfonditi i rapporti fra gli organismi sovranazionali quali ONU, OMS, FAO, WTO, Banca Mondiale, Fondo Monetario Internazionale.

Verrà presentata l’evoluzione storica delle organizzazioni umane dalle prime forme di esercizio del potere e di mantenimento della paura a forme verticistiche e piramidali a quelle competitive e profit fino ad arrivare alle più moderne organizzazioni a "Leadership orizzontale" nelle quali scompare la gerarchia in favore dell’auto-organizzazione e l'utilizzo di tecniche legate alla "gamification".

Verranno analizzati i modelli finanziari e aziendali, ma anche le nuove forme giuridiche che meglio garantiscono la responsabilità sociale e l'eticità d'impresa come le imprese sociali ma soprattutto le B Corporation certificate e le Benefit Corporation.

Nell'ambito della salute il corso affronterà la questione dei brevetti farmaceutici, il potere delle multinazionali del farmaco, il concetto di cavie umane, andando in questo senso ad approfondire aspetti di terapia genetica e manipolazione virale. Ma anche il fenomeno delle droghe, tutto quello che porta a dipendenza e quali sono le cause fisiopatologiche che mantengono l'essere umano dipendente. Verranno analizzate le malattie dei Paesi in Via di Sviluppo e il loro nesso con le conseguenze dei cambiamenti climatici e un’inadeguata gestione dei rifiuti solidi e liquidi negli stessi. Infine, verrà trattata la salute di genere con specifici approfondimenti relativi agli interventi basati sulle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Information and Communication Technology / ICT) per prevenire la mortalità materna nelle aree rurali, al tema della tratta, della prostituzione e delle lesioni corporali come le mutilazione genitali femminili.

Le priorità geografiche di intervento sono prevalentemente i Paesi dell'Africa sub-sahariana, il Medio Oriente e alcuni territori dell'Asia e dell'America latina. Tutti territori a rischio ambientale o coinvolti in conflitti armati.

Obiettivi

Il corso, con una particolare enfasi per la cooperazione della salute e sociale, ha anche lo scopo di formare nell'ambito della della diplomazia internazionale e nella costruzione dei processi di pace e nella negoziazione e nella gestione dei conflitti.

Le conoscenze sulla tematica della pace, mediazione e trasformazione dei conflitti sono determinanti per muoversi correttamente nei processi diplomatici, come nelle attività di emergenza, aiuto umanitario e di cooperazione sanitaria. E' necessario saper distinguere fra letture ideologiche dei fenomeni politici e socio‐economici e valutazioni basate sulla corretta lettura di dati e fatti concreti. Una corretta formazione in tal senso è determinante per acquisire la capacità a formulare un'analisi critica e quindi a realizzare corrette politiche di intervento.

Acquisire queste competenze aiuta a raggiungere il proprio stato di Flow o trance antagonistica, sviluppando inoltre capacità progettuali e di attività nell'ambito dell'aiuto umanitario e della cooperazione internazionale, ma anche di qualsiasi obiettivo si ritiene rilevante per la propria vita.

Testi/Bibliografia

M. F. Canelles, Avanguardia Teal - Dinamiche applicate all'organizzazione aziendale: come lavorare in gruppo e conoscere sé stessi, tab edizioni, Roma, 2021

Oltre al testo specificato verrà fornito a lezione materiale didattico aggiornato sia cartaceo che multimediale

 

Metodi didattici

Il corso si svolge con il supporto di materiale Video di approfondimento relativo ad esperienze e inchieste sul territorio. Testimonianze dirette in aula di personalità di alto livello professionale e istituzionale o giornalistico. Interviste dirette sul campo tramite collegamento Skipe, confronto ed elaborazione critica in aula sugli argomenti affrontati anche con attività di gruppo e multimediali secondo la tecnica dell'apprendimento cooperativo e dei giochi di ruolo.

Viene utilizzato il coinvolgimento emotivo e cognitivo del gruppo come strumento di apprendimento ed alternativa alla tradizionale lezione accademica frontale. L'apprendimento cooperativo è una modalità di apprendimento che si basa sull'interazione all'interno di un gruppo di allievi che collaborano, al fine di raggiungere un obiettivo comune, attraverso un lavoro di approfondimento e di apprendimento che porterà alla costruzione di nuova conoscenza. Le Sharing activity rappresentano una modalità di vita e di lavoro che caratterizzerà il futuro grazie all'utilizzo delle nuove tecnologie. Ottenere la capacità di condividere idee e conoscenza, informazioni e opportunità rappresenta un meccanismo innovativo ma determinante nell'ambito di ogni progetto in una società globalizzata dominata da forze tecnologiche, demografiche e finanziarie.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

Gli studenti affronteranno lo studio disciplinare interagendo in gruppi, in modo collaborativo, responsabile, solidale e ricevendo valutazioni sulla base dei risultati ottenuti individualmente ed in gruppo. Nell'apprendimento collaborativo l'apporto di ogni singolo studente permette di costituire una visione complessiva dell'oggetto di ricerca ed unitamente all'interazione consente di creare e d'innescare il senso di appartenenza, trasformando “l'io-individualista” in “noi-gruppo“ dando così, agli allievi, l'opportunità di affrontare insieme innumerevoli problematiche legate alla valorizzazione, all'apprendimento ed alla motivazione che, durante la normale lezione, molto spesso risultano essere un ostacolo.

Le valutazioni avverranno con modalità scritta, orale e pratica nell'ambito di lavori di gruppo e giochi di ruolo e comprenderanno sia l'acquisizione della conoscenza nozionistica che esperienziale che la capacità collaborativa.

Verranno infatti valutati, oltre all'acquisizione nozionistica, anche i seguenti aspetti:

Intelligenza emotiva. È la capacità di riconoscere, utilizzare, comprendere e gestire in modo consapevole le proprie e altrui emozioni.

Negoziazione. È un’attività di scambio resa possibile dal diverso valore che le persone attribuiscono alle risorse. Non vuol dire imporsi con aggressività, né cedere, né scendere a compromessi.

Problem solving. L’abilità di risolvere situazioni problematiche che si basa sulla capacità di distinguere prioritariamente quelli che sono i veri problemi dalle semplici scelte.

Lavoro di squadra. Il team si caratterizza per collaborare al raggiungimento di un obiettivo comune e proprio per questo aspetto si distingue dal gruppo i cui membri operano in vista di finalità disomogenee.

La prova per l’anno accademico 2022/2023 riguarderà gli studenti che decideranno di frequentare il corso e che saranno presenti ad almeno il 70% delle ore di lezione.

In continuità con la modalità di verifica delle conoscenze utilizzata nei due anni accademici precedenti, sarà discussa tra il docente e gli studenti la possibilità di presentare un paper.

Il paper si presenta come un'occasione per approfondire un argomento di interesse personale relativo al tema della cooperazione sanitaria internazionale e come uno strumento che permette sia di individuare e paragonare soluzioni a problematicità esistenti, sia di proporne criticamente di nuove sulla base di quanto appreso durante il corso e la propria esperienza di vita.

Il paper dovrà contenere indicativamente 25000 battute (spazi inclusi) riguardante un argomento da concordare con il docente, seguito da un colloquio orale.

Durante la discussione ogni studente esporrà il proprio elaborato sottolineandone i punti di forza e verrà inoltre valutato sul livello di maturazione e comprensione generale degli argomenti trattati durante il corso.

Strumenti a supporto della didattica

Proiezioni video esperienziali, modalità multimediali e video-call tramite Skype.

Il Dott. Mattia Capelli (mattia.capelli@studio.unibo.it; Skype: mattiacapelli@live.com) sarà disponibile durante il semestre per eventuali chiarimenti relativi al programma, alla modalità d'esame e per eventuali suggerimenti sull'argomento del paper.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Massimiliano Fanni Canelles