93495 - SOCIOLOGIA DEL GIORNALISMO (LM)

Scheda insegnamento

  • Docente Marco Santoro

  • Crediti formativi 6

  • SSD SPS/07

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Campus di Bologna

  • Corso Laurea Magistrale in Informazione, culture e organizzazione dei media (cod. 5698)

  • Orario delle lezioni dal 30/01/2023 al 08/03/2023

Anno Accademico 2022/2023

Conoscenze e abilità da conseguire

Il corso intende offrire gli strumenti metodologici per analizzare il giornalismo come istituzione e come occupazione in modo da mettere gli studenti in grado di comprendere le logiche culturali, organizzative e politiche che governano il mondo del giornalismo e la sua pratica. Al termine del corso lo studente: - padroneggia le principali metodologie di analisi socio-istituzionale del mondo del giornalismo e le più diffuse tecniche di ricerca sociale utili al mestiere del giornalista; - conosce i modelli professionali e i dilemmi istituzionali del giornalismo, nonché le connessioni storiche ed epistemologiche tra giornalismo e scienze sociali; - sa analizzare le condizioni e le situazioni in cui si esercita il mestiere di giornalista nella società contemporanea; - sa applicare le conoscenze acquisite all'analisi dei contesti organizzativi e professionali del giornalismo contemporaneo; - è in grado di allargare il campo delle proprie competenze disciplinari per mezzo dei concetti, dei metodi e delle tecniche di analisi acquisita durante il corso.

Contenuti

Il corso di quest'anno sarà articolato in due parti: una parte generale e una monografica. Il fuoco della prima parte del corso sarà sulla professione o meglio il mestiere del giornalista, sulle sue pratiche, sulle sue forme organizzative, sui regimi istituzionali in cui è inserito, sulla natura dei rapporti con il sistema economico e con il sistema politico, sui cambiamenti indotti dalle tecnologie digitali. Il concetto di "pratica" costituirà il filo rosso delle lezioni: cosa vuol dire "fare il giornalista"? quali sono le influenze, le pressioni, gli ideali e i  modelli con cui i giornalisti si confrontano nella loro pratica quotidiana? Obiettivo del corso non è naturalmente trasmettere la pratica giornalistica (altre sono le occasioni e gli spazi per questo) bensì fornire gli strumenti concettuali, teorici e metodologici per pensare il giornalismo in pratica. Uno strumento su cui ci sofferemeremo in particolare sarà quello del "campo giornalistico" (elaborato da Pierre Bourdieu), concetto o meglio teoria che ha guadagnato negli ultimi anni enorme popolarità nel'area dei Journalism Studies. Di questa teoria verranno illustrate analiticamente componenti, punti di forza e limiti, e se ne tenterà un'applicazione, nella seconda parte monografica, a due casi di studio: il giornalismo investigativo e il giornalismo di mafia.

Testi/Bibliografia


  • Testi obbligatori per l'esame:

PARTE GENERALE

1. M. Gerli, M. Santoro, Sociologia del giornalismo, Milano, Pearson 2023 


PARTE MONOGRAFICA

Due a scelta:

*A. Dal Lago, I misteri di Napoli e la letteratura, in Id. Eroi di carta. Il caso Gomorra e altre epopee, Roma, Manifestolibri 2010.

*Splendore, S. 2021. 'The Discursive Constitution of Mafia Journalism as a Network Beat,' Journalism Practice, 15:9, 1344-1360, DOI: 10.1080/17512786.2021.1997337S.

*Gerli, M., Mazzoni, M. and Mincigrucci, R. (2018) ‘Constraints and limitations of investigative journalism in Hungary, Italy, Latvia and Romania’, European Journal of Communication, 33(1), pp. 22–36. doi: 10.1177/0267323117750672.

*Roudakova, N. 2009. Journalism as “Prostitution”: Understanding Russia's Reactions to Anna Politkovskaya's Murder, Political Communication, 26:4, 412-429, DOI: 10.1080/10584600903053890 [https://doi.org/10.1080/10584600903053890]

*Slavtcheva-Petkova, V. (2019) ‘Fighting Putin and the Kremlin’s grip in neo-authoritarian Russia: The experience of liberal journalists’, Journalism, 20(11), pp. 1530–1546. doi: 10.1177/1464884917708061 [https://doi.org/10.1177/1464884917708061] .

*Sabine C. Carey e Anita R. Gohdes (2021) 'Understanding Journalist Killings' The Journal of Politics 83:4, 1216-1228 [https://www.journals.uchicago.edu/doi/abs/10.1086/715172]

*)= disponibile sulla piattaforma digitale del corso

 

Letture consigliate - ma non obbligatorie per l'esame-  per la parte monografica (se ne farà uso a lezione):

- R. Saviano, Gomorra, Milano, Mondadori 2006

- J. Dickie, Mafia Republic Cosa Nostra, camorra e 'ndrangheta dal 1946 a oggi, Roma, Laterza 2016.

- F. Bernardi, Italy beyond Gomorrah: Roberto Saviano and Transmedia Disruption, London, Rowman & Littlefield 2017.

- M. Santoro, Mafia Politics, Cambridge, Polity 2022.

- Dossier “Molta mafia, poche notizie” realizzato da Ossigeno per l’informazione, con il sostegno della Commissione Europea, su incarico del Centro Europeo per la libertà di Stampa e dei Media di Lipsia (ECPMF) Disponibile al link https://www.ossigeno.info/wp-content/uploads/2019/09/Molta-mafia-poche-notizie.pdf

- A. Politkovskaja   Proibito parlare. Cecenia, Beslan, Teatro Dubrovka: le verità scomode della Russia di Putin, Milano, Mondadori 2022.

- A. Politkovskaja, La Russia di Putin, Milano, Adelphi 2022 (7ed.)



Metodi didattici

Lezioni frontali e partecipate con il supporto di slides e audiovisivi; materiali condivisi tramite il Virtual learning environment.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

Prova orale (= interrogazione sui testi obbligatori in programma, attraverso domande sul contenuto e brevi esercizi di applicazione dei concetti e dei modelli illustrati nel corso)

In casi eccezionali è prevista la possibilità di discussione per studenti frequentanti di un elaborato finale di ricerca (minimo 5000 parole) concordato col docente. L'esame orale verterà principalmente (ma non esclusivamente) sull'elaborato.

Strumenti a supporto della didattica

slides e syllabus

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Marco Santoro