93305 - ORDINAMENTO DEL CREDITO

Scheda insegnamento

  • Docente Maria Alessandra Stefanelli

  • Crediti formativi 6

  • SSD IUS/05

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Campus di Bologna

  • Corso Laurea in Economia, mercati e istituzioni (cod. 8038)

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Istruzione di qualità Lavoro dignitoso e crescita economica Imprese innovazione e infrastrutture

Anno Accademico 2022/2023

Conoscenze e abilità da conseguire

L'insegnamento si propone di fornire allo studente le conoscenze di base dell'ordinamento giuridico nazionale ed europeo in materia di regolazione giuridica del settore del credito, con particolare attenzione allo studio delle normative primarie e secondarie di vigilanza, alle regole di trasparenza del mercato e degli intermediari, alla tutela giuridica del risparmiatore-investitore.

Contenuti

- I princìpi costituzionali in materia di credito

- Il Testo Unico in materia creditizia e finanziaria: princìpi e criteri direttivi

- Le Autorità creditizie: gli organismi pubblici preposti alla regolazione giuridica settore bancario (il Comitato Interministeriale per il credito ed il risparmio, il Ministero dell'economia e delle finanze, la Banca d'Italia: organizzazione, compiti e funzioni)

- La vigilanza bancaria (vigilanza informativa, vigilanza ispettiva, vigilanza regolamentare) e provvedimenti di autorizzazione

- La trasparenza dei rapporti della banca coi clienti: le condizioni contrattuali ed i rapporti coi clienti (anche in relazione alle attuali tecniche di home banking e fintech)

- La vigilanza bancaria e l'ordinamento europeo

- L'Unione Bancaria Europea.

Testi/Bibliografia

Per gli studenti frequentanti, la preparazione dell'esame avviene sulla base degli appunti presi a lezione.

Per gli studenti NON frequentanti, la preparazione dell'esame avviene sul testo:

Concetta Brescia Morra, Il diritto delle banche, Bologna, ultima edizione.

Metodi didattici

Lezioni frontali.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

La verifica dell’apprendimento avviene attraverso esame orale.

Criteri di valutazione:

18-23: preparazione e capacità di analisi sufficienti ma relative ad un numero limitato di argomenti affrontati nel corso, utilizzo di un linguaggio complessivamente corretto;

24-27: preparazione tecnicamente adeguata ma con alcuni limiti rispetto agli argomenti trattati, capacità di analisi buone, anche se non particolarmente articolate, espresse in un linguaggio corretto;

28-30: ottima conoscenza di un ampio numero di temi affrontati nel corso, buone capacità di analisi e di critica, padronanza della terminologia specifica;

30L: conoscenza eccellente e molto approfondita ed esaustiva dei temi affrontati nel corso, capacità di analisi critica e di collegamento, padronanza della terminologia specifica.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Maria Alessandra Stefanelli