31890 - DIRITTO EUROPEO E INTERNAZIONALE DEL LAVORO

Scheda insegnamento

  • Docente Mauro Gatti

  • Moduli Gian Maria Farnelli (Modulo 1)
    Mauro Gatti (Modulo 2)

  • Crediti formativi 9

  • SSD IUS/14

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza (Modulo 1)
    Convenzionale - Lezioni in presenza (Modulo 2)

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Campus di Bologna

  • Corso Laurea in Consulente del lavoro e delle relazioni aziendali (cod. 9230)

Anno Accademico 2022/2023

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo Studente ha nozioni fondamentali sulle istituzioni europee ed internazionali competenti in materia sociale e del lavoro. Conosce in particolare le norme e gli strumenti predisposti da tali istituzioni e l'efficacia degli stessi in Italia. E' in grado di consultare le fonti normative comunitarie e internazionali.

Contenuti

Il corso si svolge in due moduli relativi all'impatto sul diritto del lavoro rispettivamente (i) del diritto internazionale e (ii) del diritto dell'Unione europea e di altre organizzazioni regionali. Nel primo modulo, dopo un'introduzione sugli elementi costitutivi della comunità internazionale, è offerta una panoramica dei principali fori di cooperazione e degli accordi internazionali (OIL, OMC, ecc.) che intervengono sulle problematiche attinenti al lavoro. Il secondo modulo concerne in particolare le regole sulla circolazione dei lavoratori subordinati e autonomi e la principale normativa in materia di lavoro e di tutela dei lavoratori adottata a livello di Unione europea.

Testi/Bibliografia

A. Zanobetti, Diritto internazionale del lavoro. Norme universali, regionali e dell'Unione europea, Giuffrè, 2021

Metodi didattici

Il corso intende promuovere un lavoro in comune con gli/le studenti e presta particolare attenzione all’impatto del diritto internazionale e dell’Unione europea in materia di lavoro sull’ordinamento nazionale. Le lezioni affronteranno le principali tematiche oggetto del corso attraverso l’analisi dei trattati, della normativa e della prassi, internazionale ed europea, in materia di lavoro.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

L'esame si svolgerà per iscritto, sia per frequentanti che per non frequentanti (salvo il caso delle integrazioni, v. sotto).

Gli/le studenti non frequentanti dovranno dimostrare di comprendere tutti gli argomenti trattati nel testo indicato (A. Zanobetti, Diritto internazionale del lavoro. Norme universali, regionali e dell'Unione europea, 2021).

Gli/le studenti frequentanti dovranno dimostrare la conoscenza del programma affrontato a lezione. E' consigliato consultare il manuale.

 

Integrazioni: Gli/le studenti che devono ottenere un'integrazione di crediti (ad es., perché hanno già sostenuto un esame di diritto internazionale presso un altro Corso di laurea) svolgeranno l'esame in forma orale. Tali studenti si iscriveranno normalmente all'appello, ma sono pregate/i di inviare un messaggio al docente alcuni giorni prima dell'appello, in modo da organizzare l'esame.

Per le integrazioni, gli/le studenti si prepareranno sul manuale (A. Zanobetti, Diritto internazionale del lavoro. Norme universali, regionali e dell'Unione europea, 2021). A seconda dei crediti da integrare, il programma varia:

_ per integrare 3 crediti: cap. V del manuale (INTERVENTI DELL’UNIONE EUROPEA IN MATERIA SOCIALE E DEL LAVORO);

_ per integrare 4 crediti: cap. III, sezione II (DIRITTI SOCIALI E DEL LAVORO NELLE CONVENZIONI DEL CONSIGLIO D’EUROPA) e cap. III, sezione III (INTERVENTI IN MATERIA DI LAVORO NEGLI STRUMENTI INTERNAZIONALI ADOTTATI IN ALTRE REGIONI DEL MONDO), nonché cap. V del manuale;

_ per integrare 5 crediti: cap. III, sezione I (STRUMENTI DI CARATTERE UNIVERSALE) e cap. V del manuale;

_ per integrare 6 crediti: cap. II (L’ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO) e cap. V del manuale.

 

Strumenti a supporto della didattica

Il materiale didattico per i frequentanti sarà messo a disposizione tramite Virtuale.

Gli/le studenti con disabilità (permanente o temporanea), con DSA, ADHD o con altri bisogni educativi speciali possono rivolgersi ai servizi di Ateneo e comunicare al docente le eventuali richieste di necessari accomodamenti.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Mauro Gatti

Consulta il sito web di Gian Maria Farnelli