95896 - LEGAL TECH E BLOCKCHAIN

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Istruzione di qualità Lavoro dignitoso e crescita economica Imprese innovazione e infrastrutture Partnership per gli obiettivi

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine dell’insegnamento, lo studente ha competenze per comprendere fenomeni tecnologici che coinvolgono la sua futura attività di operatore del diritto quali blockchain, smart contract, firme digitali, identità digitali, servizi digitali della pubblica amministrazione, legal design, strumenti di legal data analytics e di intelligenza artificiale a supporto della professione legale.

Contenuti

Il corso si sviluppa in tre ambiti di competenza:

1. Legal Design

In questa parte lo studente acquisirà le capacità per semplificare documenti giuridici, procedimenti amministrativi, contratti mediante tecniche visuali e non-visuali. Si utilizzeranno le ontologie formali per analizzare i concetti giuridici coinvolti e le relazioni esistenti. Elementi di teoria generale del diritto sono necessari per non ridurre a mera pittografia la semplificazione con il rischio di svuotare di significato giuridico l'atto di trasformazione da un linguaggio testuale a un linguaggio non-testuale. Si faranno laboratori pratici.

2. AI e la cultura dei dati nelle professioni giuridiche

La data society e l'intelligenza artificiale stanno mutando le professioni giuridiche con l'introduzione di prodotti software che aiutano il giurista a svolgere il proprio lavoro. Tuttavia occorre governare i principi di base sui quali questi strumenti sono stati progettati e poter, comprendendone il funzionamento, elaborare anche una opinione autonoma ed indipendente dalla macchina per salvaguardare la capacità critica giuridica. Tramite alcuni software si solleciterà lo studente a maturare capacità di analisi dei risultati.

3. Strumenti abilitanti la trasformazione digitale delle professioni giuridiche

La trasformazione digitale sta modificando le professioni giuridiche e in questa parte si illustreranno gli strumenti di identificazione elettronica, dei servizi fiduciari certificati, delle firme digitali, degli strumenti di dematerializzazione.

Testi/Bibliografia

Legal Design

 

AI and Data

 

Trasformazione digitale

 

Firme digitali

Metodi didattici

Lezioni frontali e Online

Il corso prevede lezioni frontali e online e saranno erogati secondo le modalità descritte al seguente indirizzo Web:https://dsg.unibo.it/it/didattica/progetti-e-metodologie-didattiche/modalita-didattiche-presso-il-dsg-nel-i-semestre-a-a-2020-2021

Nello svolgimento della lezione il docente si avvale di slide, che riportano una traccia sintetica degli argomenti trattati, filmati e dimostrazioni pratiche.

Durante il corso potranno essere proposti seminari su specifiche tematiche che per la loro attualità suggeriscono riflessioni utili alla comprensione della materia. In tali seminari si ospitano esperti esterni che possono integrare con una visione ampia le tematiche trattate. Il corso include laboratori pratici per la redazione di progetti coadiuvati da software specifici.

Frequenza

La frequenza alle lezioni non è obbligatoria ma estremamente utile per il raggiungimento degli obiettivi formativi del corso in quanto si apprendono rapidamente la terminologia, i fondamenti, i principi di base i quali divengono elementi fondamentali per lo studio autonomo e critico della materia. Inltre la frequenza consente allo studente di tradurre le basi teoriche in pratica utilizzando tecniche e metodiche innovative di insegnamento.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

La verifica dell'apprendimento sarà effettuata mediante la valutazione di un progetto svolto in gruppo (non più di tre componenti) correlato di documentazione esplicativa di 10 pagine che descriverà obiettivi del progetto, analisi giuridica ed etica, analisi dei dati, metodologie adottate, argomentazione delle ipotesi iniziali e dei risultati finali.

Il progetto in tutte le sue parti deve essere consegnato 15 giorni prima della data dell'esame.

La valutazione prevede di valutare i seguenti aspetti:

1. elaborazione di un progetto innovativo in tema di legal design o di AI o di data analytics;

2. selezione degli obiettivi di indagine e loro robustezza giuridica;

3. completezza dell'analisi legale, etica e tecnica;

4. correttezza degli strumenti informatici adottati per svolgere il progetto;

5. uso di standard tecnologici adottati a livello EU;

6. visualizzazione dei risultati per l'utente finale;

7. argomentazione dell'ipotesi e dei risultati finali.

Nel team ogni componente deve elaborare specificatamente un aspetto potendone relazionare durante l'esame orale nel quale il team effettuerà la presentazione del progetto informatico e della relativa documentazione.

Strumenti a supporto della didattica

Nella sezione materiali didattici di questa pagine, raggiungibile anche dal sito <https://virtuale.unibo.it/course/ >, lo studente troverà un insieme d'informazioni sul corso, sulle attività della cattedra nonché una raccolta di normativa aggiornata, domande di auto-valutazione, slide proiettate a lezione e altri materiali di supporto per la preparazione dell'esame.

Materiali didattici importanti al fine della preparazione dell'esame sono:

- le slide delle lezioni che il docente pubblica nella sezione "Materiali didattici" di questa pagina, raggiungibile anche dal sito <https://virtuale.unibo.it/course / >

- letture e materiali di approfondimento, proposti principalmente per affrontare i temi più legati all'attualità della disciplina (sez. Materiali didattici" di questa pagina, raggiungibile anche dal sito <https://virtuale.unibo.it/course/ >)

- il "registro delle lezioni", che il docente pubblica, work in progress, al termine di ogni lezione (sez. Contenuti utili). Il Registro riporta l'indice puntuale degli argomenti svolti, il collegamento alle slide utilizzate, l'indicazione delle parti di libro di riferimento e di eventuali letture di approfondimento. Si consiglia, in particolare agli studenti non frequentanti, di organizzare lo studio autonomo facendo riferimento alla

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Monica Palmirani