22501 - DIDATTICA E STORIA DELLA FISICA

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Istruzione di qualità Parità di genere

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso, lo studente conosce: (a) risultati ottenuti dalla ricerca in didattica della fisica, sia in riferimento ai nodi concettuali, epistemologici, linguistici e didattici nell’insegnamento e apprendimento di temi di fisica di base (es. cinematica, dinamica, ottica, calorimetria), sia in riferimento a temi di fisica cruciali per una didattica STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics); (b) strumenti e metodi per l’insegnamento sviluppati nella ricerca in didattica della fisica, con particolare attenzione al ruolo del laboratorio e delle nuove tecnologie; (c) alcuni personaggi, esperimenti ed eventi che hanno caratterizzato lo sviluppo delle idee e delle tecniche sperimentali in fisica; è, inoltre in grado di: (a) analizzare percorsi innovativi per l’insegnamento della fisica; (b) collocare temi di fisica di base all’interno di un quadro di riferimento STEM; (c) riflettere criticamente l’evoluzione storico-scientifica della conoscenza, con particolare attenzione allo sviluppo della conoscenza in fisica; (d) lavorare in gruppo per la ricerca, la scelta e l’analisi di materiali didattici e/o storiografici; (e) sviluppare un progetto di analisi didattica e/o storiografica e presentarlo.

Contenuti

Il corso verte su temi di fisica di base (soprattutto temi tratti da cinematica, dinamica e ottica) e, su questi temi, si introdurranno e svilupperanno conoscenze e competenze su:

  • La didattica della fisica come campo di ricerca: la sua storia, i suoi metodi e suoi problemi aperti;
  • La ricerca sulle difficoltà degli studenti: analisi e discussione di dati (interviste, discussioni, questionari) e di risultati di ricerca in didattica della fisica;
  • Il ruolo della storia e dell’epistemologia nell’insegnamento/apprendimento della fisica;
  • Significato e ruolo dei modelli e dei processi di modellizzazione in fisica e nel suo insegnamento/apprendimento;
  • L'interdisciplinarità tra fisica e matematica;
  • Strategie e metodologie didattiche (lezioni dialogate, peer-to-peer, tutorial, co-progettazione, cooperative learning,..)

Durante il modulo si condurranno analisi di testi di varia natura (capitoli di libri di testo, articoli di ricerca, saggi di critica storico-epistemologica) per familiarizzare con i diversi piani del discorso in didattica della fisica: concettuale/disciplinare, cognitivo, epistemologico, di pratica didattica.

Sono previste alcune attività sperimentali e/o di analisi di simulazioni finalizzate a:

  • discutere risultati di ricerca in didattica della fisica sulla didattica laboratoriale e sul legame esperimenti-simulazioni;
  • sviluppare competenze per analizzare criticamente simulazioni e attività di laboratorio, contestualizzate nell'ambito di percorsi didattici.
Il corso è riconoscibile al fine dell'acquisizione dei 24 CFU per l'ammissione al concorso FIT: https://www.unibo.it/it/didattica/formazione-insegnanti/percorso-di-formazione-inserimento-e-tirocinio-fit

Testi/Bibliografia

Durante il corso viene fornito materiale didattico tramite una cartella condivisa. Il materiale sarà reperibile anche sulla piattaforma moodle dedicata al corso.

Il materiale consiste in slide/presentazioni, articoli di ricerca, materiale di lavoro (tutorial, schede per lavori di gruppo, questionari di ricerca, protocolli di studenti,…).

Per l’approfondimento dei temi del corso, si consiglia la consultazione dei seguenti testi (messi anche a disposizione dal docente):

Gagliardi M., Giordano E. (2014), Metodi e strumenti per l'insegnamento e l'apprendimento della fisica, EdiSES.

Besson U. (2015), Didattica della fisica, Carocci.

Vicentini M., Mayer M. (a cura di) (1999). Didattica della Fisica, Loescher Editore.

Grimellini Tomasini N., Segré G. (a cura di) (1991). Conoscenze scientifiche: le rappresentazioni mentali degli studenti, La Nuova Italia, Firenze.

Metodi didattici

Il corso è costruito per mostrare in azione un’ampia varietà di metodologie didattiche.

In particolare le studentesse e gli studenti faranno esperienza diretta di: lezione dialogata (vs. lezione frontale), co-progettazione, didattica peer-to-peer, lavoro di gruppo con supporto di un tutorial.

Le attività sperimentali prevedono lavori di gruppo finalizzati all'analisi di simulazioni e/o alla realizzazione e all'analisi di esperimenti particolarmente significativi da un punto di vista didattico.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

L'esame finale si svolgerà oralmente; ciascuno studente dovrà discutere, con la commissione, argomenti trattati a lezione, a partire dalla lettura critica di materiali e articoli di ricerca didattica forniti durante il corso. Il colloquio prevederà anche l'analisi critica di problemi e esercizi utilizzati nella ricerca in didattica della fisica per indagare la conoscenza degli studenti o l'efficacia di pratiche di insegnamento.
Nello specifico, nella prova finale saranno valutate conoscenze e competenze quali:

  • le conoscenze disciplinari e di didattica disciplinare acquisite durante il corso e costruite a partire dalla lettura dei materiali forniti;
  • la capacità di analizzare, da un punto di vista didattico, un problema o un questionario, elaborati e utilizzati nella ricerca in didattica della fisica;
  • la capacità di analizzare il contenuto di un articolo di ricerca in didattica della fisica;
  • la capacità di discutere strumenti, metodi e risultati di lavori di ricerca didattica;
  • la capacità di analizzare proposte didattiche, riconoscendone nodi concettuali, cognitivi, epistemologici, linguistici, didattici;
  • la capacità di discutere possibili implicazioni che risultati di ricerca possono avere nella progettazione di interventi didattici in fisica.

Rubrica di valutazione:

a) correttezza disciplinare (fino a 10 punti);

b) quantità e ricchezza delle informazioni utilizzata nel rispondere alle domande (fino a 10 punti);

c) qualità dell'argomentazione - la qualità dell'argomentazione include la capacità di sviluppare un'argomentazione in modo coerente, la capacità di fondare l'argomentazione su risultati di ricerca, la capacità di articolare l'argomentazione sulle diverse dimensioni (concettuale, cognitivo, epistemologico, linguistico, didattico) di un discorso tipico delle didattiche disciplinari (fino a 7 punti);

d) livello di appropriazione e di ri-elaborazione personale (fino a 3 punti).

Studenti non frequentati sono invitati a contattare la docente per discutere la modalità d'esame.

Strumenti a supporto della didattica

Slide, materiale di ricerca, video e materiale multimediale di diverso tipo (applet didattici, filmati, materiale relativo a sperimentazione di percorsi didattici in classi di scuola secondaria, ..).

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Olivia Levrini