13338 - LETTERATURA ITALIANA CONTEMPORANEA (1) (E-M)

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Istruzione di qualità Parità di genere

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente acquisisce la conoscenza di ampi settori della storia letteraria novecentesca, indagati secondo un'ottica che privilegia i rapporti della letteratura con i fenomeni storici, sociali, antropologici e latamente culturali (es.: la rappresentazione dell'individuo, i problemi della conoscenza, la figura dell'autore, la trasformazione sociale vista attraverso i testi, il rapporto letteratura-potere). Sa riconoscere gli elementi di lettura del testo, i problemi formali, strutturali, di composizione e di ricezione.

Contenuti

I modulo – Una poetica manzoniana dentro il Novecento: la narrativa del primo Bassani

30 ore per 6 crediti, inizio lezioni lunedì 20 settembre 2021 (la fine è prevista per lunedì 25 ottobre). Le lezioni si terranno tutti i lunedì ore 13-15, giovedì ore 09-11 e venerdì ore 09-11 (Aula VI, via Zamboni 38).

 

II modulo – Introduzione alla Poesia contemporanea

30 ore per 6 crediti, inizio lezioni lunedì 15 novembre 2021 (la fine è prevista per venerdì 17 dicembre). Le lezioni si terranno tutti i lunedì ore 13-15, giovedì ore 09-11 e venerdì ore 09-11 (Aula VI, via Zamboni 38).

    Testi/Bibliografia

    Parte istituzionale

    Lettura integrale dei Promessi sposi, solo e specificatamente nell’edizione commentata da Ezio Raimondi e Luciano Bottoni, Carocci, Roma 2021.

     

    Parte monografica

    • I modulo:

    Lettura integrale delle Storie ferraresi di Giorgio Bassani e del racconto lungo Gli occhiali d’oro di Giorgio Bassani (edizione consigliata, non obbligatoria: Giorgio Bassani, Il romanzo di Ferrara, Feltrinelli, Milano 2012).

    Altra bibliografia verrà consigliata durante il corso e riguarderà, per le questioni narratologiche P. Giovannetti, Il racconto, Carocci, Roma 2012, per la metodologia del testo narrativo R. Gasperina Geroni, Cesare Pavese controcorrente, Quodlibet, Macerata 2020. Si intende che questi testi sono obbligatori.

    • II modulo:

    Singoli testi poetici verrano letti e commentati durante le lezioni. Testi obbligatori di riferimento: A. Bertoni, Poesia italiana dal Novecento a oggi, Marietti, Bologna 2019; P.V. Mengaldo (a cura di), Poeti italiani del Novecento, Mondadori, Milano 2021 (lo studente dovrà prepararsi su dieci autori a sua scelta).

     

    Chi dovrà sostenere l’esame da 6 crediti sarà tenuto a scegliere liberamente la preparazione di uno qualunque dei due moduli.

    Il programma per non frequentanti prevede l’integrazione di altri dieci autori (complessivamente venti) presenti nell’antologia di Mengaldo.

     

    Metodi didattici

    Il corso è basato sulla lettura, l'analisi e la discussione dei testi letterari in programma.

    Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

    L'esame consiste in una prova orale che ha lo scopo di valutare le conoscenze e le capacità critiche maturate dallo studente durante lo svolgimento del corso. Si darà priorità alle analisi dei testi letterari di cui lo studente dovrà dimostrare una buona conoscenza contenutistica e critica. Il colloquio sonderà inoltre la capacità dello studente di mostrare i rapporti intertestuali tra i testi in bibliografia, seguendo le linee guida indicate dal docente durante le lezioni. I non frequentanti dovranno invece dimostrare una approfondita conoscenza dei testi critici come indicato dalla bibliografia di riferimento.

    1. I voti di eccellenza verranno assegnati agli studenti che dimostreranno di saper analizzare approfonditamente i testi e di saper restituire, in prova di esame, una visione organica dei temi affrontati a lezione e/o studiati sui testi critici in bibliografia (soprattutto per i non frequentanti). Fondamentale sarà anche la padronanza espressiva utilizzata durante il colloquio. Votazione complessiva tra il 27 e il 30L. Si rammenta che la lode verrà assegnata solo agli studenti che dimostreranno una completa e solida conoscenza del programma, senza lacune contenutistiche e di espressione formale.

    2. La conoscenza per lo più mnemonica della materia, una capacità di analisi poco approfondite e un linguaggio corretto ma talvolta non appropriato porteranno a valutazioni discrete. Votazione complessiva tra il 23 e il 26.

    3. Conoscenza sommaria, comprensione superficiale, scarsa capacità di analisi dei testi ed espressione poco appropriata condurranno a valutazioni fra la sufficienza e poco più. Votazione complessiva tra il 18 e il 22.

    4. Lacune formative, linguaggio inappropriato, mancanza di orientamento all'interno dei materiali bibliografici offerti nel programma non potranno che essere valutati negativamente.

    Strumenti a supporto della didattica

    Gli strumenti del corso sono rappresentati dai testi analizzati durante le lezioni e dalla bibliografia critica di riferimento.

    Orario di ricevimento

    Consulta il sito web di Alberto Bertoni