86392 - STORIA DEL DIRITTO MEDIOEVALE E MODERNO (FF)

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Istruzione di qualità

Anno Accademico 2021/2022

Contenuti

 

Gli argomenti del corso, che saranno oggetto della verifica finale, sono sinteticamente i seguenti:

     PARTE GENERALE

  • Crisi del mondo antico

  • Diritto ufficiale e diritto volgare

  • Fonti della volgarizzazione del diritto

  • Diritto giustinianeo in Italia

  • Penetrazione del germanesimo

  • Regni Germanici in Occidente

  • Longobardi e Franchi in Italia

  • I caratteri dei diritti germanici

  • Il Sacro Romano Impero

  • La Chiesa fonte di norme giuridiche

  • Riforma gregoriana

  • Graziano e il Decretum

  • Corpus Iuris Canonici

  • La consuetudine come fonte del diritto

  • Utraque lex

  • Dalla personalità alla territorialità del diritto

  • Rinascimento giuridico dell'XI secolo

  • Il pre-Irnerio

  • Scuola e scienza del diritto

  • La Scuola dei Glossatori

  • Scuole minori e generi letterari

  • L'età accursiana e la Magna Glossa

  • Dalla glossa al commento

  • Il sistema del diritto comune

  • Iura propria e ius commune: graduazione delle fonti

  • Iura propria: diritti municipali, diritti signorili, diritto regio

  • L'Europa del Diritto Comune

  • Mos docendi gallicus e mos docendi italicus

  • Commentatori, bartolisti, consiliatori

  • Consilium sapientis iudiciale, consilium pro veritate

  • La communis opinio

  • La scuola culta: in Italia e in Francia

     PARTE SPECIALE

  • Approfondimento delle fasi storiche e dei momenti topici dell'Ateneo bolognese

     INTEGRAZIONI

  • Le integrazioni di 2 CFU saranno assolte con lo studio dei capitoli 1 e 2 del volume N. Sarti "Scuole, Studium, Ateneo" (v. testi/bibliografia).
  • Ulteriori integrazioni e variazioni del programma per studenti Erasmus dovranno essere convenute con la Docente. 

 

Testi/Bibliografia

1) P. Alvazzi del Frate, M. Cavina, R. Ferrante, N. Sarti, S. Solimano, G. Speciale, E. Tavilla, Tempi del diritto. Età medievale, moderna, contemporanea, Torino, Giappichelli, nuova edizione (in corso di stampa), i primi 4 capitoli.

2) N. Sarti, Scuole, Studium, Ateneo. I primi secoli di vita dell'Università di Bologna, Bologna, BUP, 2018. E' richiesto lo studio dei primi due capitoli


Al fine di un migliore apprendimento e di una più agile preparazione si consiglia caldamente di abbinare allo studio dei testi indicati la frequenza del corso e di rinfrescare le conoscenze storiche mediante l'utilizzo di un manuale di storia medievale e moderna fra quelli in uso nelle scuole superiori. 


Studenti frequentanti

Le modalità di verifica della frequenza e il percorso per gli studenti frequentanti verrà comunicato nella prima settimana di lezione.

Studenti iscritti al corso quadriennale (NOD e VOD)
Gli studenti iscritti al Vecchio ordinamento (VOD) e al successivo 3+2 (NOD) seguono il programma d'esame e i testi indicati sopra.

Programmi per gli studenti che hanno maturato l'attestazione di frequenza negli A.A. precedenti
Gli studenti che hanno maturato l'attestazione di frequenza negli A.A. precedenti avranno la facoltà di optare fra il programma dell'A.A. in cui hanno maturato l'attestazione di frequenza e l'attuale.

Programmi per gli studenti stranieri che partecipano al progetto Socretes- Erasmus
E' consigliata la preparazione dell'esame sul testo di M. Bellomo, L'Europa del diritto comune, Roma, Il Cigno Galileo Galilei, 1998.

Programmi per gli studenti del corso di laurea italo-francese

Il programma per gli studenti del corso di laurea italo-francese prevede lo studio del solo manuale  

P. Alvazzi del Frate, M. Cavina, R. Ferrante, N. Sarti, S. Solimano, G. Speciale, E. Tavilla, Tempi del diritto. Età medievale, moderna, contemporanea, Torino, Giappichelli, nuova edizione (in corso di stampa), i primi 4 capitoli.

Programma crediti da recuperare

Gli studenti che, provenendo da altro Ateneo o da altro corso di laurea, debbano integrare il numero dei crediti dovranno concordare con la docente un percorso individuale sulla base degli studi precedentemente svolti.

 

Metodi didattici

La didattica sarà articolata in lezioni frontali nelle quali sarà condotta l'esposizione sistematica degli argomenti oggetto del Corso.
Si ricorda che le lezioni saranno tenute nel II semestre e che pertanto coloro che otterranno l'attestazione di frequenza nell'anno corrente potranno sostenere l'esame a partire dal primo appello della sessione estiva.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

La verifica di fine corso, che consiste in un colloquio vertente sulle tematiche indicate nella sezione “Programma e contenuti”, sarà finalizzata a valutare il conseguimento da parte dello studente degli obiettivi didattici:

- conoscere la storia delle istituzioni politiche, delle fonti normative, della scienza giuridica, degli istituti che si sono avvicendati tra Medio Evo e prima Età Moderna in Italia e nell'Europa continentale

- avere appreso l'importanza di una formazione storica per irrobustire le competenze del giurista europeo del futuro

La valutazione della prova verrà effettuata tenendo in considerazione:

  • la conoscenza dei contenuti del corso

  • la capacità di effettuare collegamenti tra le diverse parti del programma;

  • la capacità di sviluppare argomentazioni critiche;

  • l’articolazione dell’esposizione;

  • l’accuratezza dell’esposizione.

L’iscrizione alla prova finale dovrà essere effettuata mediante l’applicativo Almaesami (https://almaesami.unibo.it/almaesami/welcome.htm).

Sino a nuove disposizioni del Magnifico Rettore, gli esami - orali - si terranno in modalità virtuale sulla piattaforma Microsoft Teams.

Dopo la chiusura delle iscrizioni ogni studente iscritto riceverà attraverso Almaesami il link della riunione cui collegarsi il giorno dell'appello.

La cattedra provvederà, se possibile, a comunicare ad ogni studente anche il link della sottocommissione dalla quale sarà esaminato. Diversamente i link verranno comunicati nell'aula virtuale principale al momento dell'appello.

Tesi di laurea

La tesi di laurea, destinata all'approfondimento di istituti, figure, momenti della storia giuridica medievale e moderna, verrà assegnata agli studenti che mostrino un preciso interessse per il percorso formativo storico-giuridico.

Si sottolinea che non saranno accolte le richieste di quanti dichiarino di non potere / volere dedicare alla elaborazione della tesi il tempo necessario a renderla un'esperienza costruttiva.

Strumenti a supporto della didattica

Il corso viene interamente svolto con l'ausilio di supporto informatico mediante presentazione di Microsoft Powerpoint.

I materiali possono essere scaricati dal sito dell'insegnamento.
Gli eventuali seminari verranno tempestivamente segnalati nell'ambito delle lezioni.

Gli studenti che per ragioni dipendenti da disabilità o disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) necessitino di strumenti compensativi potranno comunicare al Docente le loro esigenze in modo da essere indirizzati ai referenti e concordare l’adozione dei correttivi opportuni.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Nicoletta Sarti