90615 - FORME E FUNZIONI DELL'ARTE CONTEMPORANEA (1) (LM)

Scheda insegnamento

  • Docente Roberto Pinto

  • Crediti formativi 6

  • SSD L-ART/03

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Campus di Bologna

  • Corso Laurea Magistrale in Arti visive (cod. 9071)

  • Orario delle lezioni dal 31/01/2022 al 11/03/2022

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente acquisisce una conoscenza dettagliata delle principali correnti artistiche e dei principali protagonisti della storia dell’arte del XIX e del XX secolo; possiede le competenze e le metodologie per svolgere ricerche autonome e gli strumenti per analizzare scientificamente il lavoro degli artisti contemporanei. Lo studente inoltre è in grado di valutare e inquadrare criticamente le opere e i percorsi degli artisti in relazione all’epoca in cui sono state prodotte, al contesto culturale e alle scelte stiliste, ed è̀ in grado di analizzare i processi di scambio e di interazione tra singoli autori e correnti artistiche.

Contenuti

L'esame di storia dell'arte contemporanea A è composto dai due seguenti corsi: Teorie e forme della fotografia (Prof. Marra) e Forme e funzioni dell'arte contemporanea (Prof. Pinto). Storia dell'arte contemporanea è un esame integrato di 12 CFU (6 CFU+6 CFU) per il quale la verifica e valutazione della preparazione seguono le modalità previste per un esame integrato, ovvero devono essere sostenute nella stessa sessione d’esame e gli studenti dovranno quindi inscriversi simultaneamente a entrambe le verifiche.

Il corso Forme e funzioni dell'arte contemporanea intende approfondire alcuni passaggi della produzione recente che risultano significativi dell’intero sviluppo dell’arte contemporanea. In particolare si cercherà di analizzare storicamente l’evoluzione dal concetto di arte partecipativa e relazionale a partire da artisti e/o mostre incentrate su tali caratteristiche. In tale percorso si cercherà sia di individuare le radici di tale fenomeno, sia gli sviluppi che, a partire dagli anni Ottanta, hanno caratterizzato molte delle manifestazioni artistiche recenti.

Testi/Bibliografia

Bibliografia per gli studenti frequentanti e non frequentanti:

Bishop C., Inferni Artificiali. La politica della spettacolarità nell’arte partecipativa, Sossella, Milano 2015.

Bourriaud N., Estetica Relazionale, Postmedia Books, Milano 2010.

Si richiede inoltre una conoscenza delle opere a cui si fa riferimento nei libri, in particolare di quelle che saranno presente nei pdf da scaricare su Insegnamenti on Line

Gli studenti frequentanti potranno scegliere in alternativa alla bibliografia consigliata una dispensa con una serie di letture sugli argomenti del corso che troveranno tra il materiale degli Insegnamenti on Line all’inizio delle lezioni

Letture consigliate

H. Foster - R. Krauss - Y.A. Bois - B. Buchloh, D. Joselit, Arte dal 1900, Modernismo, Antimodernismo e Postmodernismo, Zanichelli, Bologna 2017.

Metodi didattici

A causa delle restrizioni imposte dall’attuale emergenza sanitaria l’insegnamento verrà svolto con modalità didattica “tradizionale”, ovvero il docente sarà sempre in presenza nell’aula designata per l’insegnamento, gli studenti si alterneranno in presenza secondo uno schema di turni in corso di definizione (informazioni più dettagliate rispetto alla turnazione e alla modalità di accesso alla lezione in presenza saranno fornite più avanti). Sarà sempre possibile collegarsi da remoto e seguire in diretta streaming le lezioni svolte in aula tramite piattaforma TEAMS.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

L'esame consiste in un colloquio orale che ha l’obiettivo di valutare le capacità critiche e metodologiche maturate dallo studente. Nella valutazione della prova si terrà conto, in particolare, della capacità dello studente di sapersi orientare all'interno delle fonti visive e scritte fornite in bibliografia e sulla piattaforma online Virtuale al fine di trarre le informazioni utili che gli permetteranno di illustrare temi e problemi e di saperli collegare tra loro.

Si valuteranno quindi: - La padronanza dei contenuti – la capacità di inquadrare storicamente artisti, mostre e movimenti - La capacità di analisi dei temi e dei concetti - La capacità di sapersi esprimere adeguatamente e con linguaggio appropriato alla materia trattata

Il raggiungimento da parte dello studente di una visione organica dei temi affrontati a lezione congiuntamente alla loro utilizzazione critica, una buona padronanza espressiva e di linguaggio specifico saranno valutati con voti di eccellenza. Una conoscenza mnemonica della materia, unitamente a capacità di sintesi e di analisi articolate in un linguaggio corretto, ma non sempre appropriato, porteranno a valutazioni discrete. Lacune formative e/o linguaggio inappropriato – seppur in un contesto di conoscenze minimali del materiale d'esame – condurranno a voti che non supereranno la sufficienza. Lacune formative, linguaggio inappropriato, mancanza di orientamento all'interno dei materiali bibliografici offerti durante il corso saranno valutati negativamente.

Strumenti a supporto della didattica

Agli studenti saranno fornite, tramite la piattaforma Insegnamenti on Line, le immagini proiettate a lezione

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Roberto Pinto