81924 - TELECOMUNICAZIONI

Scheda insegnamento

  • Docente Daniele Tarchi

  • Moduli Daniele Tarchi (Modulo 1)
    Daniela Mazza (Modulo 2)

  • Crediti formativi 3

  • SSD ING-INF/03

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Campus di Bologna

  • Corso Laurea Magistrale in Advanced design (cod. 9256)

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Energia pulita e accessibile Imprese innovazione e infrastrutture Città e comunità sostenibili

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Il modulo si propone di fornire gli strumenti per la conoscenza dell’infrastruttura dei sistemi di telecomunicazione che costituisce l'ossatura sulla quale si innestano servizi verticali dedicati a tutte le attività umane e artificiali, ai fini di poter progettare in modo integrato i servizi e l'ambiente. Al termine del modulo lo studente sa:  definire le caratteristiche della infrastruttura di telecomunicazioni di futura generazione;  riconoscere gli aspetti critici e le opportunità fornite dalla interconnessione pervasiva di esseri umani e artificiali;  identificare le caratteristiche fondamentali dei servizi e dei dispositivi basati sulle tecnologie ICT

Contenuti

Il corso è composto da due moduli.

Programma del Modulo 1 (30 ore)

  • Introduzione al corso: I paradigmi Smart*, I segnali, Le reti di comunicazione, Internet
  • Le Smart City e Internet of Things (IoT)
  • Internet e Internet of Things
  • I requisiti delle reti IoT
  • Sensori ed Attuatori
  • Tecnologie di rete per sistemi IoT
  • Concetti di cloud computing
  • Verticals IoT

Programma del Modulo 2 (6 ore)

  • I Sistemi GIS (Geographic Information System)
  • L'utilizzo dei sistemi GIS nell'ambito delle amministrazioni locali

Testi/Bibliografia

Testo di riferimento:

  • Ammar Rayes, Samer Salam, "Internet of Things From Hype to Reality - The Road to Digitization," 2nd Edition, Springer, 2019

Testi di consultazione:

  • J. F. Kurose, e K. W. Ross "Reti di calcolatori e internet. Un approccio top-down", Settima edizione, Pearson, 2017
  • Andrew S. Tanenbaum, e David J. Wetherall, "Reti di calcolatori", Quinta edizione, Pearson, 2011

Metodi didattici

Il laboratorio prevede abitualmente la presenza degli studenti in aula per l'elaborazione progressiva del progetto ma garantisce la frequenza in remoto da parte degli studenti che optino per tale modalità.

Il corso è strutturato con un’alternanza di lezioni ex-cathedra e attività laboratoriali di gruppo, tese a valorizzare sia le competenze apprese sia le capacità progettuali degli studenti.

Ogni modulo didattico prevede sia revisioni puntuali da parte della docenza ai singoli gruppi, per verificare lo stato di avanzamento del progetto, sia revisioni di carattere collegiale, finalizzate a condividere i risultati ottenuti.

Il corso prevede frequenza obbligatoria e le presenze saranno rilevate ad ogni lezione tramite firma. Potranno sostenere l’esame solamente gli studenti con presenza superiore al 70% delle ore di corso.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

L’esame consisterà nella presentazione e discussione, in presenza o in remoto, dei lavori realizzati da parte dei gruppi di progetto.

Il corso prevede inoltre verifiche intermedie sullo stato di avanzamento del progetto, sia ai singoli gruppi di progetto sia collegiali, con gli eventuali interscambi culturale e di percorso progettuale.

La valutazione finale di ogni singolo studente terrà in considerazione i risultati ottenuti in ogni modulo didattico, la qualità del progetto presentato, la proattività e partecipazione al corso.

Il progetto finale, espresso in trentesimi, sarà valutato sulla base dei seguenti criteri a cui si assegneranno rispettivamente fino a un massimo di 6 punti ciascuno:

  1. Qualità grafica e progettuale degli elaborati
  2. Qualità del concept del servizio
  3. Efficacia e realizzabilità delle soluzioni proposte
  4. Congruenza agli aspetti teorici enunciati nei moduli del corso
  5. Comunicazione dei risultati progettuali

Strumenti a supporto della didattica

Il laboratorio prevede abitualmente la presenza degli studenti in aula per l'elaborazione progressiva del progetto, ma garantisce la frequenza in remoto da parte degli studenti che optino per tale modalità.

Tutte le fasi sono seguite e supportate dalla presenza dei docenti.

Sono utilizzate le attrezzature in dotazione al Dipartimento ed il supporto tecnologico all'attività didattica fornito dall'Ateneo (schermi e lavagne luminose, videoproiettori, tecnologie per collegamento in remoto, supporti informatici, ecc.).

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Daniele Tarchi

Consulta il sito web di Daniela Mazza