09736 - DIRITTO SPORTIVO

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso, lo studente possiede la conoscenza dell'ordinamento sportivo, dei soggetti che vi operano e delle relative competenze e responsabilità. A tal riguardo, particolare attenzione viene riservata alla scriminante sportiva, quale causa di sospensione delle regole dell'ordinamento generale, e alla luce dei criteri guida elaborati a tal proposito, nonché della casistica giurisprudenziale che verrà esaminata, lo studente è in grado di distinguere le rispettive sfere e titoli di responsabilità del C.O.N.I,., delle Federazioni sportive, delle Leghe, degli atleti, degli organizzatori di eventi sportivi, dei gestori di impianti sportivi, degli allenatori ed istruttori, dei medici sportivi e dei direttori di gara. Lo studente è posto in grado di distinguere la responsabilità sportiva rispetto all'illecito sportivo ed agli organi di giustizia rispettivamente deputati a conoscerne. Lo studente possiede inoltre la conoscenza dei contratti utilizzati in ambito sportivo e della modulistica a tal fine utilizzata dagli operatori del settore, sia in ambito di sport professionistico che in ambito di sport dilettantistico.

Contenuti

La nozione giuridica di sport.

L'ordinamento sportivo: la sua struttura, le fonti e tutti i suoi enti e soggetti. Il rapporto con l'ordinamento generale ed il principio della pluralità degli ordinamenti giuridici.

Il contratto di lavoro dell'atleta professionista e dell'atleta dilettante.

L'agente sportivo.

Il contratto di sponsorizzazione e di sfruttamento dell'immagine.

Il contratto di merchandising sportivo.

La cessione dei diritti audiovisivi.

La responsabilità sportiva per fatti lesivi e la scriminante sportiva.

Le responsabilità dell'atleta:

- negli sport a contatto necessario: pugilato, arti marziali, rugby, hockey, football americano;

- negli sport a contatto eventuale: calcio, calcetto, basket, pallavolo;

- negli sport pericolosi: gare motoristiche, ciclismo e sport su strada, sci e sport sulla neve, attività equestre, scherma, attività venatoria;

- negli sport con rischio di lesioni minimo o nullo: tennis, squash, atletica;

- in contesti particolari: allenamenti, partite fra dilettanti, partite fra minori.

Le responsabilità dell'organizzatore di eventi sportivi, del C.O.N.I. delle Federazioni sportive.

Le responsabilità del gestore di impianti sportivi.

Le responsabilità degli insegnanti sportivi, allenatori, istruttori.

Le responsabilità del medico sportivo.

Le responsabilità dell'arbitro e dell'ufficiale di gara.

La giustizia sportiva e l'illecito sportivo. I rapporti fra la giustizia statale e quella sportiva.

Il doping.


Testi/Bibliografia

Gli studenti frequentanti studieranno il seguente testo:

Margherita Pittalis, Sport e diritto. L'attività sportiva fra performance e vita quotidiana, Milano, Wolters Kluwer-Cedam, 2019: la Prefazione e tutti i capitoli del libro sono obbligatori, con prima domanda a piacere per gli studenti frequentanti.

Gli studenti frequentanti, per meglio comprendere gli istituti, avranno a loro disposizione inoltre i modelli contrattuali e i casi concreti spiegati a lezione (reperibili alla sezione materiale didattico nel sito del Docente).

Gli studenti non frequentanti studieranno interamente il seguente testo:

Margherita Pittalis, Sport e diritto. L'attività sportiva fra performance e vita quotidiana, Milano, Wolters Kluwer-Cedam, 2019, obbligatorio per intero, compresa la Prefazione al testo; non sarà prevista la domanda a piacere.

Tutte le indicazioni sopra riportate valgono anche per gli studenti Erasmus, per i quali non sono previste differenziazioni di programma rispetto agli studenti italiani.

Metodi didattici

Le lezioni saranno tenute interamente dalla Prof. Margherita Pittalis, titolare del corso, e consisteranno in lezioni frontali con analisi approfondita degli istituti del programma.

L'esposizione teorica degli istituti sarà accompagnata dal commento di moduli contrattuali del mondo dello sport e di casi di giustizia, oltre che da incontri con operatori del mondo sportivo, i cui temi faranno parte del programma di esame e potranno costituire oggetto della domanda a piacere dello studente frequentante.

Il materiale didattico fornito a lezione è facilmente rinvenibile dallo studente alla sezione materiale didattico nel sito del Docente.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

Le lezioni si svolgeranno nel I (primo) semestre.

Coloro che ottengono l'attestazione di frequenza nell'A.A. corrente potranno sostenere l'esame solo a partire dal mese di gennaio.

L'esame potrà essere sostenuto solo dopo aver superato gli esami di Diritto privato (Istituzioni di diritto privato) e di Diritto costituzionale.

L'esame consiste in un’interrogazione orale.

I soli studenti frequentanti avranno la facoltà di scegliere la prima domanda fra tutti gli argomenti di tutti i capitoli del libro, che saranno obbligatori, Prefazione compresa. La domanda a piacere degli studenti frequentanti potrà avere ad oggetto anche i temi trattati con gli ospiti del mondo sportivo intervenuti a lezione.

Gli studenti non frequentanti non sceglieranno alcuna domanda; le domande potranno avere ad oggetto tutti i capitoli del testo, compresa la Prefazione.

La valutazione della prova verrà effettuata tenendo in considerazione:

  • la conoscenza dei profili istituzionali;
  • la capacità di analizzare gli orientamenti giurisprudenziali e dottrinali;
  • la capacità di effettuare collegamenti tra le diverse parti del programma;
  • la capacità di sviluppare argomentazioni critiche;
  • l’articolazione dell’esposizione;
  • l’accuratezza dell’esposizione.

L'attribuzione del voto avverrà secondo la seguente gradazione:

- preparazione su un numero molto limitato di argomenti affrontati nel corso e capacità di analisi che emrege solo con l'aiuto del docente, espressione in linguaggio complessivamente corretto: voto 18-19;

- preparazione su un numero molto limitato di argomenti affrontati nel corso e capacità di analisi autonoma solo su questioni puramente esecutive, espressione in linguaggio corretto: voto 20-24;

- preparazione su un numero ampio di argomenti afrontati nel corso, capacità di compiere scelte autonome di analisi critica, padronanza della terminologia specifica: voto 25-29;

- preparazione sostanzialmente esaustiva sugli argomenti affrontati nel corso, capacità di compiere scelte autonome di analisi critica e di collegamento, piena padronanza della terminologia specifica e capacità di argomentazione e autoriflessione: voto 30-30L.

L’iscrizione alla prova finale dovrà essere effettuata mediante l’applicativo Almaesami (https://almaesami.unibo.it/almaesami/welcome.htm ).

TESI DI LAUREA

Le tesi di laurea sono assegnate dalla Prof. Margherita Pittalis, previo colloquio.

Strumenti a supporto della didattica

Il docente, per meglio chiarire i concetti giuridici, spiegherà a lezione modulistica contrattuale del mondo sportivo e casi di responsabilità sportiva e di giustizia, facilmente rinvenibili dallo studente alla sezione materiale didattico nel sito del Docente. Farà inoltre intervenire a lezione, quali ospiti, atleti, dirigenti e operatori del mondo sportivo.

Gli studenti che per ragioni dipendenti da disabilità o disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) necessitino di strumenti compensativi potranno comunicare al Docente le loro esigenze in modo da essere indirizzati ai referenti e concordare l’adozione degli accorgimenti più opportuni.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Margherita Pittalis [https://www.unibo.it/sitoweb/margherita.pittalis]

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Margherita Pittalis