85121 - CULTURE LETTERARIE DELLA CONTEMPORANEITÀ (1) (LM)

Scheda insegnamento

  • Docente Giuliana Benvenuti

  • Crediti formativi 6

  • SSD L-FIL-LET/11

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Campus di Bologna

  • Corso Laurea Magistrale in Italianistica, culture letterarie europee, scienze linguistiche (cod. 9220)

  • Orario delle lezioni dal 24/03/2022 al 06/05/2022

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Istruzione di qualità Parità di genere Ridurre le disuguaglianze

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente possiede una competenza letteraria che lo mette in grado di leggere il testo come forma aperta dialogante il proprio presente culturale. Lo studente conosce la relazione della letteratura italiana contemporanea con la produzione letteraria sovranazionale e globale (mercato editoriale e politiche di traduzione) ed è capace di eseguire l’analisi delle produzioni letterarie nella loro specifica collocazione all’interno del panorama mediale contemporaneo (adattamenti e produzioni transmediali).

Contenuti

Italian Narratives

The course aims to provide students with the most up-to-date methods of analysis of the literary text. In particular, it will focus on the reception of authors and works that have gained success through international circulation.

The course investigates the relationship among literature, cinema, television and new media as transnational narratives. A transmedia story represents the integration of entertainment experiences across a range of different media platforms. A story might spread from literature into cinema, television, the web, and so forth, picking up new consumers as it goes and allowing the most dedicated fans to drill deeper.

Italian literary and audio-visual products circulate in various markets, spreading – at national and international levels – images and models (stereotypes and/or counter-stereotypes) of “Italianness”.


 

 

 

Testi/Bibliografia

Umberto Eco, Il nome della rosa, Bompiani, 2020

Il nome della rosa, regia di Jean-Jacques Annaud, 1986

Il nome della rosa - serie TV, regia di Giacomo Battiato, 2019

Roberto Saviano, Gomorra. Viaggio nell'impero economico e nel sogno di dominio della camorra, Mondadori, 2014

Gomorra, regia di Matteo Garrone, 2008

Gomorra - La serie, stagione 1, 2014

Bruno Pischedda, Eco: guida a Il nome della rosa, Carocci, 2016

Stefano Calabrese (a cura di), Narrare al tempo della globalizzazione, Carocci, 2016 (introduzione e capitoli 4 e 5)

Giuliana Benvenuti, Il brand Gomorra. Dal romanzo alla serie TV, Il Mulino, 2017

Il programma resta invariato per gli studenti non frequentanti. Sulla piattaforma Virtuale saranno resi disponibili ulteriori materiali per la preparazione dell'esame utili anche per chi non ha frequentato le lezioni.

Metodi didattici

Il corso si comporrà di una serie di lezioni frontali dedicate alla lettura e all'interpretazione dei materiali in programma. Durante le lezioni gli studenti saranno incoraggiati a partecipare attivamente a discussioni e riflessioni comuni. In alcuni casi specifici potrà essere chiamato a tenere singole lezioni uno specialista degli autori o dei temi sui quali è incentrato il corso.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

La prova orale consiste in un colloquio che ha lo scopo di valutare le capacità critiche e metodologiche maturate dallo studente, il quale sarà invitato a confrontarsi con i testi in programma. Lo studente dovrà dimostrare una appropriata conoscenza dei materiali indicati nel programma. Il raggiungimento da parte dello studente di una visione organica dei temi affrontati a lezione congiunta alla loro utilizzazione critica, la dimostrazione di una padronanza espressiva e di linguaggio specifico saranno valutati con voti di eccellenza.

La conoscenza per lo più mnemonica della materia, la capacità di sintesi e di analisi non approfondite e un linguaggio corretto ma non sempre appropriato porteranno a valutazioni discrete.

Conoscenza approssimativa, comprensione superficiale, scarsa capacità di analisi ed espressione non sempre appropriata condurranno a valutazioni fra la sufficienza e poco più.

Lacune formative, linguaggio inappropriato, mancanza di orientamento all'interno dei materiali bibliografici offerti nel programma non potranno che essere valutati negativamente.

Strumenti a supporto della didattica

Oltre alle lezioni frontali, tenute dalla titolare del corso, saranno invitati degli studiosi che potranno portare un significativo contributo all'approfondimento delle tematiche sulle quali si incentra il corso

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Giuliana Benvenuti