37065 - MACCHINE AUTOMATICHE T

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Lavoro dignitoso e crescita economica Imprese innovazione e infrastrutture

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Lo scopo del corso è quello di fornire agli studenti le conoscenze relative alle architetture delle macchine automatiche e dei loro principali sottosistemi inclusi i sistemi di attuazione a fluido, con particolare riguardo ai sistemi pneumatici. Inoltre viene fornita agli studenti anche una introduzione alle tecnologie di additive manufacturing ed alle loro applicazioni per le macchine automatiche. Al termine del corso lo studente: -ha la capacità di analizzare le architetture delle macchine automatiche -è in grado di approcciare una progettazione funzionale di una macchina automatica -è in grado di gestire alcune problematiche inerenti le macchine automatiche nella prospettiva della industria 4.0 -è in grado di analizzare e un circuito pneumatico -è in grado di progettare un semplice circuito pneumatico -è in grado di poter applicare le conoscenze acquisite in ambito additive manufacturing per poter approcciare un progetto di componenti meccanici.

Contenuti

Il corso è suddiviso in due moduli a cui corrispondono rispettivamente 6 CFU e 3 CFU. I due moduli vengono sviluppati in modo parallelo durante il periodo delle lezioni.

Il primo modulo, da 6 CFU (60 ore), viene organizzato nei seguenti capitoli:

M1-1 Inquadramento Storico dell’Automazione Industriale e delle Macchine Automatiche nel contesto di Bologna

M1-2 Introduzione ai fondamenti dell’Automazione Industriale

M1-3 Parametri fondamentali per il calcolo della produttività di una macchina automatica

M1-4 Calcolo probabilistico della produttività di una macchina automatica e di una linea di macchine automatiche

M1-5 Inquadramento generale delle principali architetture delle macchine automatiche:

- Macchine Intermittenti Asincrone

- Macchine Intermittenti Sincrone

- Macchine Continue

- Macchine ad Architettura Mista

Nel secondo modulo, da 3 CFU (30 ore), vengono trattati i seguenti i seguenti argomenti:

M2-1 Introduzione ai sistemi di attuazione a Fluido per le Macchine Automatiche

M2.2 Applicazione e scelta di sistemi di attuazione a fluido a gruppi di Macchine Automatiche

M2.3 Sviluppo di un progetto di gruppo

Il primo modulo ed il secondo modulo sono completati da esercizi che vengono svolti dal docente durante lo svolgimento delle lezioni. Inoltre il docente, durante le lezioni, assegna agli studenti degli esercizi da svolgere a casa e che devono essere raccolti in un quaderno degli esercizi che costituirà parte integrante dell’esame. Talvolta il docente può anche assegnare agli studenti il completamento di esercizi che il docente stesso ha impostato durante le lezioni. Gli esercizi vengono assegnati durante le lezioni e non è previsto un giorno specifico durante il quale vengono assegnati e svolti gli esercizi medesimi. Il progetto di gruppo dovrà essere svolto e controllato dal docente prima del termine del corso e costituirà parte integrante dell’esame.

Testi/Bibliografia

1. Dispense del Corso

2. Geoffrey Boothroyd, Assembly Automation and Product Design, CRC Press, Taylor & Francis Group, 2005

3. Stephen J. Derby, Design of Automatic Machinery, Marcel Dekker, 2005

4. A.A.V.V., Advances in Future Manufacturing Engineering, CRC Press, Taylor & Francis Group, 2015

5. A.A.V.V., Future Mechatronics and Automation, CRC Press, Taylor & Francis Group, 2015

6. Bruno Lotter, Manufacturing Assembly Handbook, Butterworths, 1986

7. Marco Fortis, Monica Carminati, The Automatic Packaging Machinery Sector in Italy and Germany, Springer, 2015

Metodi didattici

Insegnamento frontale in aula con utilizzo di slide ed audiovisivi.

Il corso viene sviluppato sia fornendo concetti teorici sia svolgendo ed assegnando esercizi teorici ed applicativi relativi ad aspetti costruttivi delle Macchine Automatiche.

Agli studenti vengono assegnati esercizi da svolgere in autonomia e singolarmente (solo se precisato dal docente alcuni esercizi potranno essere svolti in gruppo ed in tal caso nel quaderno degli esercizi dovranno essere precisati i nomi ed i cognomi degli studenti che hanno partecipato al gruppo). Tali esercizi devono essere raccolti, in modo ordinato, in un quaderno che gli studenti dovranno portare all’esame e che sarà oggetto di discussione durante l’esame stesso.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

L'esame riguarderà gli argomenti trattati durante il modulo 1 ed il modulo 2 avverrà mediante un colloquio orale col docente. Durante la prova orale lo studente dovrà rispondere a domande di teoria e dovrà discutere gli esercizi del quaderno. Inoltre, il docente sottoporrà allo studente domande trasversali e di ragionamento relative agli argomenti ed agli esercizi trattati a lezione. Di norma, durante la prova orale, verranno poste 5 domande, 3 relative al primo modulo e 2 relative al secondo modulo. Per superare l’esame lo studente dovrà rispondere in modo corretto ed esauriente ad almeno 4 delle 5 domande.

Strumenti a supporto della didattica

Presentazioni in PowerPoint e audiovisivi.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Andrea Zucchelli