59231 - PEDAGOGIA DELL'INFANZIA E DELLE FAMIGLIE

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Sconfiggere la povertà Salute e benessere Istruzione di qualità Parità di genere

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente: - legge i fenomeni familiari nell'ottica del superamento del paradigma della normalità/devianza e alla luce del rispetto della complessità e del polimorfismo che contraddistingue le famiglie di oggi; - individua i nuovi bisogni e le nuove domande che nascono nei contesti familiari contemporanei, per ripensare le coordinate educative, teoriche e metodologiche, che meglio si prestano a sostenere il compito genitoriale; - conosce le peculiarità delle famiglie contemporanee considerando le variabili storiche, sociologiche, economiche, demografiche; - conosce le problematiche connesse all'evoluzione di scuola, insegnanti, studenti, genitori, famiglie, stili educativi; - conosce gli aspetti organizzativi dei servizi rivolti alla prima infanzia e alle famiglie; - definisce le 'buone pratiche' per sostenere le competenze dei genitori in tema di educazione dei figli e per rinforzare l'alleanza scuola famiglia; - ipotizza percorsi educativi che possano portare alla creazione di autentiche alleanze educative tra scuola/servizi e famiglie; - sa declinare le principali categorie del Problematicismo pedagogico, del Costruttivismo, dei saperi della Complessità in direzione operativa e sociale nell'analisi delle situazioni che riguardano infanzia, famiglie e servizi; - conosce i principali modelli di relazione scuola-famiglie nonché le reciproche rappresentazioni, influenze, le azioni e le conflittualità, ecc.; - analizza gli aspetti caratterizzanti delle famiglie contemporanee (i cambiamenti giuridici, culturali, sociali, economici; autori di riferimento, modelli, teorie, ecc.); - considera le famiglie come soggetti attivi, ossia capaci di sviluppare al proprio interno percorsi di benessere,; - individua strumenti e percorsi formativi adeguati per valorizzare le risorse del nucleo familiare e sostenere una genitorialità riflessiva in una dimensione di socialità costruttiva.

Contenuti

Il corso di articola in due moduli integrati che affrontano temi e si pongono obiettivi connessi tra loro

Modulo 1 "Pedagogia dell'Infanzia" (24 ore)

Docente: Silvia Demozzi

Obiettivi:

Al termine del modulo l* student*:

  • analizza gli aspetti caratterizzanti le infanzie contemporanee
  • individua i nuovi bisogni e le nuove domande delle infanzie contemporanee
  • ipotizza strumenti e percorsi educativi per garantire il rispetto dei diritti dell’infanzia sanciti dalla Convenzione ONU del 1989

Contenuti:

  • · Infanzie al plurale
  • · Infanzia da età biologica a categoria socio-culturale
  • · Infanzia e Diritti
  • · Adultizzazione e rischi di scomparsa dell’infanzia
  • · Sharenting e infanzia "in vetrina"
  • · Infanzia e genere
  • · Infanzia e corpo
  • · Infanzia e gioco
  • · Infanzia e sport
  • · Infanzia e malattia
  • · Infanzia e violenza (guerra, povertà, abuso...)
  • · Quale educazione per l’infanzia oggi? Quali percorsi educativi per una sua reale partecipazione?

Modulo 2 "Pedagogia delle famiglie" (24 ore)

Docente: Alessandra Gigli

Obiettivi:

Al termine del modulo l* student*:

  • legge i fenomeni familiari nell'ottica del superamento del paradigma della normalità/devianza e alla luce del rispetto della complessità e del polimorfismo che contraddistingue le famiglie di oggi;
  • analizza gli aspetti caratterizzanti delle famiglie contemporanee (i cambiamenti giuridici, culturali, sociali, economici; autori di riferimento, modelli, teorie, ecc.);
  • individua i nuovi bisogni e le nuove domande che nascono nei contesti familiari contemporanei, per ripensare le coordinate educative, teoriche e metodologiche, che meglio si prestano a sostenere il compito genitoriale;
  • ipotizza percorsi educativi che possano portare alla creazione di autentiche alleanze educative tra scuola/servizi e famiglie;
  • individua strumenti e percorsi formativi adeguati per valorizzare le risorse del nucleo familiare e sostenere una genitorialità riflessiva in una dimensione di socialità costruttiva.

Contenuti:

  • • Il concetto di pluralità nella dimensione familiare
  • • La mappa delle famiglie in Italia oggi
  • • I sistemi familiari nei macro processi sociali e culturali
  • • Le caratteristiche delle famiglie funzionali: analisi dei fattori di protezione e di rischio.
  • • “Emergenze” educative nelle famiglie contemporanee: i nuovi scenari di maternità e paternità; la crisi normativa; l’educazione nell’instabilità coniugale (separazioni, ricomposizioni familiari e nuclei monogenitoriali)
  • • Orizzonti pedagogici per il sostegno alle funzioni educative delle famiglie
  • • L’educazione familiare e il sostegno alla genitorialità
  • • Scenari di alleanze educative: le coordinate pedagogiche per una relazione cooperativa con le famiglie
  • • L’impatto del Covid-19 sui sistemi famigliari.

Nota per student*: Il programma del corso e i docenti sono cambiati rispetto agli anni accademici precedenti. Si fa notare che nella sessione "conoscenze e abilità da conseguire" ci sono ancora le indicazioni relative agli anni precedenti (perché non è stato possibile aggiornare il testo per questioni tecniche e burocratiche). Gli studenti, pertanto, sono invitati a porre attenzione specialmente a quanto esplicitato nelle sessioni: programma e contenuti, testi, e modalità di verifica e apprendimento.

 

PER GLI STUDENT* ISCRITTI AL CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN EDUCATORE NEI SERVIZI EDUCATIVI PER L'INFANZIA Gli/Le student*, già in possesso del titolo di Laurea in Scienze della Formazione Primaria, dovranno sostenere il seguente programma di studio corrispondente a 4 CFU:

Obiettivi formativi specifici:

Al termine del modulo l* student*:

  • analizza gli aspetti caratterizzanti le infanzie contemporanee
  • individua i nuovi bisogni e le nuove domande delle infanzie contemporanee
  • ipotizza strumenti e percorsi educativi per garantire il rispetto dei diritti dell’infanzia sanciti dalla Convenzione ONU del 1989
  • legge i fenomeni familiari nell'ottica del superamento del paradigma della normalità/devianza e alla luce del rispetto della complessità e del polimorfismo che contraddistingue le famiglie di oggi;
  • analizza gli aspetti caratterizzanti delle famiglie contemporanee (i cambiamenti giuridici, culturali, sociali, economici; autori di riferimento, modelli, teorie, ecc.);
  • individua i nuovi bisogni e le nuove domande che nascono nei contesti familiari contemporanei, per ripensare le coordinate educative, teoriche e metodologiche, che meglio si prestano a sostenere il compito genitoriale.

TESTI OBBLIGATORI:

  • Demozzi S., L’infanzia “inattuale”. Perché le bambine e i bambini hanno diritto al rispetto, Ed. Junior, 2016.
  • Gigli A., Famiglie evolute. Capire e sostenere le funzioni educative delle famiglie plurali, Ed. Junior, 2016

Modalità d'esame: La prova d'esame consiste in una prova scritta. Per i criteri di valutazione e le modalità di iscrizione si vedano le descrizioni nelle relative voci del programma di seguito.

Testi/Bibliografia

Testi obbligatori validi per student* frequentanti e non:

MODULO 1

1. Demozzi S., L’infanzia “inattuale”. Perché le bambine e i bambini hanno diritto al rispetto, Ed. Junior, 2016.

2. A.Bondioli, D.Savio (a cura di), Crescere bambini. Immagini di infanzia in educazione e formazione degli adulti, Ed. Junior 2017 SOLO Introduzione + cap. 1, 2, 3 e 4.

3. S.Demozzi (a cura di), Contesti per pensare, Franco Angeli, 2021 (in stampa). SOLO Introduzione + 2 capitoli a scelta tra 1, 3, 4, 5, 8.

MODULO 2

1. Gigli A., Famiglie evolute. Capire e sostenere le funzioni educative delle famiglie plurali, Ed. Junior, 2016

2. I seguenti articoli scaricabili da: Silva C., Gigli A. (2021) (a cura di): “Le relazioni familiari e la genitorialità al tempo del COVID-19”, Rivista Italiana di educazione familiare, Vol 18, No 1 (2021): n° 1 gennaio-giugno 2021:

  • - Silva, C., & Gigli, A. (2021). Il “virus rivelatore”. Nuovi scenari, emergenze e prospettive di ricerca sulle relazioni educative e familiari. Rivista Italiana Di Educazione Familiare, 18(1), 5-17. https://doi.org/10.36253/rief-11322
  • - Gigli, A., & Trentini, M. (2021). Despite the Virus. A Survey with Parents on Early Childhood Education Services and Families, in Covid-19. Rivista Italiana Di Educazione Familiare, 18(1), 29-60. https://doi.org/10.36253/rief-10492
  • - Pastori, G., Pagani, V., Mangiatordi, A., & Pepe, A. (2021). Parents’ view on distance learning during lockdown. A national survey. Rivista Italiana Di Educazione Familiare, 18(1), 61-96.
  • - Biffi, E., Gambacorti-Passerini, M. B., & Bianchi, D. (2021). Parents under Lockdown: the Impacts of the COVID-19 Pandemic on Families. Rivista Italiana Di Educazione Familiare, 18(1), 97-111. https://doi.org/10.36253/rief-10332
  • - Antonietti, M., Guerra, M., & Luciano, E. (2021). Insieme a distanza. Alleanze educative tra servizi per l’infanzia e famiglie durante il lockdown. Rivista Italiana Di Educazione Familiare, 18(1), 153-170. https://doi.org/10.36253/rief-10517

 

Metodi didattici

Alla presentazione dei contenuti attraverso lezioni frontali verranno affiancati lavori di gruppo, presentazioni, visioni di film e video, letture di approfondimento.

Metodi utilizzati: lezioni frontali / sessioni interattive / lavori di gruppo

La frequenza delle lezioni è caldamente consigliata per agevolare lo studio dei testi d'esame e approfittare dell'opportunità di confronto e scambio tra pari.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

 

La prova d'esame consiste in una prova scritta composta da due distinte parti (modulo 1 e modulo 2).

La verifica sui due moduli deve sempre essere sostenuta contestualmente (stesso appello): la prova d’esame è unica (8cfu).

Si segnala che nel caso di superamento parziale della prova (es. Modulo 1 sufficiente e Modulo 2 insufficiente), non sarà possibile mantenere per l’appello successivo la votazione ottenuta nel Modulo risultato sufficiente.

Se la normativa lo permetterà, l’esame si svolgerà in presenza (in aula), per il Modulo 1 con compito cartaceo, per il Modulo 2 su piattaforma Esami On Line.

 

Tipo di prove

Modulo 1

Modalità e criteri di valutazione:

· 3 domande a risposta aperta sintetica (massimo 20 righe). A ciascuna domanda o esercitazione viene assegnato un punteggio massimo di 10. Durante il corso, agli/alle student* frequentanti potranno essere proposte delle esercitazioni (individuali o di gruppo, facoltative), che andranno a sostituire una domanda d'esame e contribuiranno, quindi, alla definizione del voto della prova finale.

· Il punteggio di ciascuna domanda sarà attribuito sulla base della conoscenza dei contenuti dei testi in bibliografia e di quelli appresi durante il corso, considerando anche l'abilità critico-riflessiva nonché la capacità di elaborare le tematiche in un testo scritto, in modo articolato e puntuale.

· La lode viene attribuita nei casi in cui tutte le risposte (e – per i frequentanti - le esercitazioni), oltre ad essere corrette (sia nella forma sia nel contenuto), presentino elementi di particolare approfondimento o note di originalità riflessivo-argomentativa, con una scrittura particolarmente efficace.

· Le competenze richieste per un buon esito della prova sono: approfondita conoscenza dei testi di studio; capacità riflessive e critiche sui contenuti trattati; uso corretto della lingua italiana (grammatica e sintassi).

· La prova si svolgerà su carta.

· La durata della prova del modulo varia in base al numero di domande: per ogni domanda sono previsti 15 minuti. La durata potrà variare da 30 minuti nel caso di student* frequentanti che hanno svolto le esercitazioni (due domande) a 45 minuti (3 domande).

 

Modulo 2

Modalità e criteri di valutazione:

· L'esame prevede una prova scritta e consiste in un test con 31 domande (risposta multipla, vero falso) da terminare entro 40 minuti dall'inizio della prova relativa al Modulo 2.

· Il voto sarà dato dal numero di risposte esatte (tutte le 31 risposte esatte equivale a 30 e lode; 18 risposte esatte equivale a 18). Le mancate risposte equivalgono a risposte errate (0 punti).

· Gli/Le student* in aula dovranno avere a disposizione uno smartphone (o un tablet o un notebook) per svolgere la prova sulla piattaforma Esami on Line (https://eol.unibo.it/ ). Chi fosse sprovvisto di uno dei dispositivi è pregato di scrivere alla docente prima dell’esame.

· Le domande del quiz appariranno una alla volta e non sarà possibile tornare indietro a correggerle. Una volta terminato il quiz, lo studente potrà comunque rivederlo (ma non correggerlo) prima di consegnarlo definitivamente. La prova d'esame durerà 40 minuti.

· La prova del modulo dura 40 minuti.

 

Student* non frequentanti e student* Erasmus: il programma del corso e le modalità di esame sono le stesse per frequentanti e non.

Student* con programma di anni accademici precedenti: contattare entrambe le docenti via mail con congruo anticipo rispetto alla data dell'appello (due settimane prima).

Verbalizzazione:

Per assicurare certezza giuridica ai procedimenti di valutazione, l'art. 16 comma 10 del Regolamento didattico d'Ateneo dispone che la verbalizzazione degli esami debba avvenire entro 5 giorni dalla pubblicazione degli esiti su Alma Esami.

Per l’esame con prova scritta, il voto va verbalizzato entro il quinto giorno dalla pubblicazione degli esiti su Alma Esami; ne consegue che lo/a studente/ssa può esprimere il rifiuto del voto entro il quarto giorno dalla pubblicazione (in alternativa prevarrà il principio del silenzio assenso), affinché il/la docente possa provvedere alla verbalizzazione entro il termine stabilito.

Iscrizione: Per sostenere la prova d'esame è necessaria l'iscrizione tramite il portale alma esami entro le scadenze previste. Non sono ammesse iscrizioni fuori lista: si invitano, pertanto, gli studenti e le studentesse ad organizzare al meglio i tempi di studio in relazione alle date d'esame.

Altre informazioni:

Durante le prove non è previsto l’uso del dizionario. Durante le prove dispositivi cellulari, tablet, smartwatch e altri ausili tecnologici devono essere spenti e riposti nelle borse: la contravvenzione a questa norma implica l’esclusione immediata dalla prova.

 

Strumenti a supporto della didattica

Testi, video, immagini, slides

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Silvia Demozzi

Consulta il sito web di Alessandra Gigli