17274 - TECNICHE ATTUARIALI

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Istruzione di qualità

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Obiettivi: Al termine del corso lo studente conosce gli strumenti finanziari ed attuariali necessari per la gestione dei contratti assicurativi nel ramo vita e nel ramo danni. In particolare, lo studente è in grado di: - organizzare il calcolo del premio assicurativo (premio di tariffa) - analizzare la dinamica della riserva matematicaù - gestire l'analisi deI rischi.

Contenuti

Ramo vita: Brevissimi richiami di matematica finanziaria e di modelli probabilistici per la descrizione della vita umana. Assicurazioni sulla durata di vita: concetti base. Assicurazioni in caso di vita, caso di morte, miste, rendite aleatorie. Simboli di commutazione. Premio equo, premio puro, premio di tariffa e caricamenti. Riserva matematica (metodo prospettivo e retrospettivo). Equazione di Fouret, equazione di Kanner. Premio di rischio e premio di risparmio. Riserve complete. Base tecnica del primo e del secondo ordine, criteri di scelta della base tecnica del primo ordine. Calcolo dell'utile, scomposizione di Homans. Assicurazioni adeguabili, rivalutazione, cenno alle polizze equity linked. 

Ramo danni: principali tipologie contrattuali, calcolo del premio puro, criterio dell’utilità attesa, altri "premium principles" e loro proprietà. Calcolo di media e varianza per un portafoglio di rischi analoghi, funzione generatrice di momenti. Analisi della numerosità e dell’importo dei sinistri, indice di sinistrosità, indice di ripetibilità. Polizze RCA, tariffazione a priori e a posteriori. Riserva premi e riserva sinistri, cenni al metodo chain-ladder. 

Orientativamente, nelle prime 30 ore di lezione, ovvero nel primo sub-ciclo, verrà svolto il programma sopra descritto dall'inizio fino all'argomento "Premio di rischio e premio di risparmio. Riserve complete" incluso, programma che quindi sarà oggetto della prima prova intercorso.

Testi/Bibliografia

E' fondamentale l'utilizzo di materiale distribuito dal docente reso disponibile in rete e degli appunti di lezione. Per ulteriori approfondimenti si consigliano:

Pitacco E.: Matematica e Tecnica Attuariale delle assicurazioni sulla durata di vita, Lint, Trieste, 2000.

Spelta D.: Teoria matematica delle assicurazioni sulla vita, Pitagora, 2001.

Daboni L.: Lezioni di tecnica attuariale delle assicurazioni contro i danni, LINT, Trieste, 1993.

Cerè M., Spelta D.: Esercizi di matematica attuariale, Esculapio, 2017.

Trattandosi di testi consigliati, non se ne consiglia una edizione particolare.

Metodi didattici

Il corso è strutturato in lezioni frontali in aula in cui vengono presentati gli elementi fondamentali nella tecnica attuariale, sia nel ramo vita che nel ramo danni. Si alterneranno spiegazioni teoriche a esercizi pratici. Verranno anche svolti alcuni temi d'esame per l'abilitazione nazionale alla professione di attuario dati in anni passati. 

Infine, il corso sarà preceduto da un crash-course, in cui verranno insegnati alcuni concetti di base di demografia/matematica finanziaria. Si raccomanda a tutti gli studenti di seguire il crash-course per intero.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

La verifica delle conoscenze e delle abilità conseguite avviene mediante un esame scritto, della durata di un' ora e trenta minuti, costituito da tre problemi ed esercizi, e anche da una domanda aperta di natura prevalentemente teorica (una dimostrazione o esposizione di un argomento trattato a lezione). Non è consentito l'utilizzo di libri di testo. E' invece permesso l'uso della calcolatrice e di un formulario (contenente solo formule e non esercizi svolti o dimostrazioni). L'esame mira prevalentemente ad accertare la conoscenza maturata dagli studenti e le loro abilità nel risolvere problemi nell’ambito delle tematiche affrontate. 

Strumenti a supporto della didattica

A lezione verranno proiettate delle slide, che verranno corredate dalla spiegazione del docente. Le slide verranno messe a disposizione degli studenti mediante caricamento sul sito "virtuale" del corso (a cui si suggerisce di iscriversi controllando che sia il corso a cui ci si iscrive sia quello della magistrale). Si consiglia agli studenti di portare le slide a lezione (avendole quindi scaricate precedentemente) per seguire meglio le lezioni stesse.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Luca Vincenzo Ballestra