42972 - DIRITTO DEI SERVIZI SOCIALI

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo Studente: - conosce gli istituti giuridici (fondamentali) che caratterizzano in una prospettiva sociale l’ordinamento nazionale, identificando nei diritti sociali uno strumento prioritario al transito dall'eguaglianza formale a quella sostanziale, e comunitario, affiancando all'originario obiettivo della coesione economica quello della coesione sociale; - conosce l'architettura del vigente sistema di protezione sociale, e pertanto significato, contenuto e proiezione istituzionale delle espressioni di welfare State, welfare mix e welfare society; - conosce gli elementi caratterizzanti, in una prospettiva sia teorica che storica, gli 'interventi' ed i 'servizi sociali', nonché il regime di quelli che, in maggior dettaglio e sguardo mirato all’odierno sistema normativo regionale, vedono questi ultimi distinti fra servizi socio-educativi, socio-assistenziali e socio-sanitari; - conosce la struttura dei soggetti del Terzo settore, con particolare riguardo alla organizzazione del volontariato e delle cooperative sociali; - conosce inoltre, sia pure per cenni generali, il corrente sistema previdenziale; - è pertanto in grado di cogliere le ragioni giuridico-formali che articolano la pluralità delle politiche pubbliche in campo sociale, nonché di orientare con opportuna consapevolezza delle rispettive conseguenze le proprie prospettive professionali nel versante del lavoro pubblico ovvero privato; - sa criticamente apprezzare, sia in termini di validità (legittimità) che efficacia organizzativa, il procedimento di accesso da parte di una persona in stato di bisogno ad un servizio pubblico di natura sociale, e come eventualmente tutelarne la mancata ovvero scadente erogazione.

Contenuti

"Il Corso è articolato in due moduli, funzionalmente collegati tra loro, in modo da garantire un approccio organico e ragionato alla materia oggetto del presente Insegnamento. In particolare:

-il primo modulo è finalizzato a far acquisire allo Studente una preparazione di carattere generale sui diversi istituti giuridici propri dell'ordinamento italiano, nonché sugli elementi caratterizzanti il vigente sistema di protezione sociale; ampio spazio sarà dedicato, dunque, all'analisi della dimensione costituzionale dei diritti sociali all'assistenza ed alla salute;

-nel corso del secondo modulo, oltre all'esposizione ragionata della disciplina normativa (talora statale e talora invece regionale, nel qual caso eseguendo riferimento all'esperienza emiliano-romagnola) di regolazione, tutela e soprattutto amministrazione (compresa la c.d. presa in carico) dei diritti, interventi e servizi sociali e socio-sanitari, una particolare attenzione sarà rivolta alle principali tipologie organizzative (pubbliche, quali ASL e ASP, e private del Terzo settore, quali le ist.ni del volontariato e le coop. sociali di Tipo A e B) e loro istituti generali/indifferenziati (es. Isee, Piani di Zona, approccio tramite piani individualizzati ecc.) ovvero talune specifiche, significative modalità di azione (variando sensibilmente fra i settori del sociale in senso stretto, contro la povertà, del socio-educativo, per il successo scolastico, e del socio-sanitario, per prevenire e curare problematiche aventi per l''appunto rilievo sanitario).

L'obiettivo è quello di fornire agli Studenti le nozioni di base del diritto pubblico italiano, unitamente all'introduzione delle coordinate del corrente sistema di welfare, onde fornirgli gli strumenti idonei a comprendere e semmai cogliere criticamente le specificità disciplinari alle sue diverse manifestazioni positive (che ovviamente variano assai a secondo, ad es., affrontino il tema della disabilità, delle dipendenze, del lavoro, della tutela dei minori ecc. ecc.).

Testi/Bibliografia

R. BIN, D. DONATI, G. PITRUZZELLA, Lineamenti di diritto pubblico per i servizi sociali, Giappichelli, 2019.

Metodi didattici

Lezioni frontali, unite a momenti di dialogo e di dibattito con gli Studenti su tematiche per le quali questi ultimi abbiano manifestato particolare interesse.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

L'esame di profitto consiste in un colloquio orale, atto a verificare la preparazione dello Studente sugli argomenti più significativi trattati nel corso delle lezioni.

In particolare, saranno rivolte a ciascun studente almeno tre domande, le quali avranno ad oggetto tematiche riguardanti gli argomenti affrontati sia nel primo che nel secondo modulo ovvero, ove possibile, entrambi.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

Esami orali, in forma pubblica

Nel corso delle lezioni saranno svolti momenti di verifica dell'apprendimento

L'esame di profitto consiste in un colloquio orale, atto a verificare la preparazione dello Studente sugli argomenti più significativi trattati nel corso delle lezioni.

In particolare, saranno rivolte a ciascun studente almeno tre domande, le quali avranno ad oggetto tematiche riguardanti gli argomenti affrontati sia nel primo che nel secondo modulo ovvero, ove possibile, entrambi.

Strumenti a supporto della didattica

slides, recanti sintesi ragionate di taluni argomenti e momenti seminariali, se possibile (in ragione del Covid) con intervento di terzi esperti

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Guido Franchi Scarselli

Consulta il sito web di Luca Dimasi