72582 - METODI DI INTERVENTO NEL DISAGIO DELL'ANZIANO.

Scheda insegnamento

  • Docente Rabih Chattat

  • Moduli Rabih Chattat (Modulo 1)
    Elena Mariani (Modulo 2)

  • Crediti formativi 6

  • SSD M-PSI/08

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Campus di Cesena

  • Corso Laurea Magistrale in Neuroscienze e riabilitazione neuropsicologica (cod. 0989)

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Salute e benessere Ridurre le disuguaglianze Città e comunità sostenibili

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine dell'attività formativa lo studente: - conosce i modelli di intervento psicologico nel disagio; - è in grado di sviluppare metodi di analisi e di interventi con i caregivers; - conosce i modelli di intervento con gli operatori delle professioni di aiuto.

Contenuti

ll corso si svolge nel II ciclo (da marzo a maggio 2020) ed e' rivolto agli studenti del II anno della Laurea Magistrale. Le lezioni si tengono presso la sede di Cesena (FC) del Dipartimento di Psicologia , Aula Europa 1, Viale Europa 115:

1-L’invecchiamento della popolazione, la sfida delle Non comunicable disease (NCD). Un nuovo modello di salute

2- Invecchiamento: Le traiettorie del cambiamento e l’interconnessione dei cambiamenti.

3- La fragilità dell’anziano: valutazione e intervento

4- La demenza, inquadramento e complessità: dalla malattia all’approccio centrato sulla persona e sulle relazioni.

5- Metodi e modalità di intervento psicosociale per le persona con demenza nei diversi contesti di cura.

6- La psicopatologia nell'anziano: delirium, depressione, ansia e psicosi.
7- Il caregiving familiare: modelli e metodi di valutazione e di intervento.

8- i contesti di cura e le professioni di aiuto: contesti, professionalità e interventi con l'anziano dalla diagnosi al fine vita. I percorsi diagnistici, terapeutici e assistenziali.

9- le competenze e le funzioni dello psicologo nell'ambito degli interventi con le persone con demenza, familairi e operatori. Dalla valutazione agli interventi

10- La stimolazione cognitiva per il benessere della persona con demenza


Testi/Bibliografia

i testi di riferimento sono:

Wang S., Nussbaum A.M. (2018). L'esame diagnostico con il DSM-5 per la persona anziana. Raffaello Cortina Editore.

i seguenti materiali scaricabili dai siti indicati:

· Non so cosa avrei fatto oggi senza di te. Manuale per i familiari delle persone con demenza. Regione Emilia-Romagna. www.http://sociale.regione.emilia-romagna.it/documentazione/pubblicazioni/prodotti-editoriali [http://www.http/sociale.regione.emilia-romagna.it/documentazione/pubblicazioni/prodotti-editoriali] .

· Le competenze e le funzioni dello psicologo nell'ambito degli interventi alle persone con demenza e ai loro famigliari. Documento Regione Emilia-Romagna http://sociale.regione.emilia-romagna.it/anziani/temi/alzheimer-e-demenze-senili/documenti-tecnici-attuativi-linee-guida-per-operatori

Linee di Indirizzo PDTA. http://bur.regione.emilia-romagna.it/bur/area-bollettini/bollettini-in-lavorazione/n-42-del-07-02-2019-parte-seconda.2019-02-06.4576086107/recepimento-linee-di-indirizzo-nazionali-sui-percorsi-diagnostico-terapeutici-assistenziali-pdta-per-le-demenze-e-linee-di-indirizzo-nazionali-sulluso-dei-sistemi-informativi-per-caratterizzare-il-fenomeno-delle-demenze/all.2

· La stimolazione cognitiva per il benessere della persona con demenza. Documento Regione Emilia-Romagna http://sociale.regione.emilia-romagna.it/anziani/temi/alzheimer-e-demenze-senili/documenti-tecnici-attuativi-linee-guida-per-operatori

Durante le lezioni verranno indicate le rassegne di letteratura aggiornate inerenti i vari punti del programma

Metodi didattici

Il corso e' articolato in due moduli, il primo modulo di 30 ore e il secondo di 15 ore e utilizzera' i seguenti metodi:

La lezione frontale, con presentazione dei modelli concettuali e delle modalita' di intervento specifiche.
Verranno utilizzati dei filmati per favorire le possibilita' di trasferimento nella pratica delle conoscenze acquisite
Verranno presentati dei casi clinici per accrescere le competenze cliniche.
Verranno svolte esercitazioni sulla pianificazione degli interventi.

La frequenza alle lezioni è parte fondamentale per l'acquisizione delle competenze cliniche valevoli ai fini della valutazione.



Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

Modalità di verifica dell'apprendimento di questa attività formativa mira a verificare il raggiungimento dei seguenti obiettivi didattici:

1- conoscenza  degli aspetti teorici inerenti la psicologia dell'invecchiamento illustrati durante le lezioni frontali

2- la conoscenza  degli aspetti psicosociali inerenti le principali psicopatologie della popolazione anziana

3- la conoscenza delle problematiche dei curanti delle persone non autosufficienti

4- la conoscenza dei modelli di intervento psicosociale nell'ambito del disagio dell'anziano

la prova d'esame è svolta in forma esclusivamente scritta e prevede una valutazione in trentesimi. La prova d'esame è composta da 30 domande a risposta multipla  volta a rilevare le conoscenze su diversi punti del programma.

Le domande a risposta multipla riguardano i contenuti dei due moduli considerati come un insieme.

La scala di valore per determinare il voto sarà un punto per ogni risposta corretta alle domande a risposta multipla. non sono previste penalizzazioni in caso di risposta errata o assente. 

 

 

 


 

Strumenti a supporto della didattica

videoproiettore con programma per slides
Laptop con lettore
Aula attrezzata per role playing


Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Rabih Chattat

Consulta il sito web di Elena Mariani