20734 - MALATTIE DELL'APPARATO VISIVO

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del modulo, lo studente possiede conoscenze, per quanto di sua competenza, relative al campo della fisiopatologia e clinica delle malattie dell'apparato visivo in età pediatrica e adulta; conosce i fondamenti della semeiotica funzionale e strumentale e della metodologia e terapia oftalmologica con particolare riguardo alle patologie d'urgenza.

Contenuti

Patologia dell'orbita e degli annessi; patologia palpebrale; l'occhio rosso: congiuntiviti e cheratiti; glaucoma ad angolo aperto e ad angolo chiuso; cataratta; uveiti; patologia vitreo-retinica; malattie della macula; patologia del nervo ottico; alterazioni della motilità oculare. L'assistenza al paziente oftalmico.

Metodi didattici

Lezioni frontali in presenza e da remoto su piattaforma Teams.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

La verifica dell'apprendimento verte su una prova scritta a quiz, con 10 domande a risposta multipla, che viene svolta insieme alle prove di Otorino (10 domande), Etica (domande a risposta aperta) e Terapia Intensiva (20 domande). Il modulo di Infermieristica viene invece valutato oralmente dai rispettivi docenti. La prova di Oculistica verrà ritenuta superata se lo studente risponderà correttamente ad almeno 6 domande. L'esito di questa prova sarà poi combinato a quello relativo agli altri insegnamenti del corso integrato e l'esame sarà superato se saranno almeno sufficienti tutte le singole prove. Al contrario, non aver superato una sola singola prova comporterà la ripetizione in un appello successivo dell'intero esame. La durata complessiva della prova scritta è di 60 minuti. Non sono utilizzabili strumenti come ausili di calcolo, vocabolari ecc. L'iscrizione all'esame avviene on line su Alma Esami. Durante la pandemia, l'esame si svolgerà in forma orale sulla piattaforma Teams.

Strumenti a supporto della didattica

Proiezione di video e diapositive.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Costantino Schiavi