37810 - TECNOLOGIE PER LA PROGETTAZIONE SOSTENIBILE I

Scheda insegnamento

  • Docente Andrea Boeri

  • Moduli Andrea Boeri (Modulo 1)
    Danila Longo (Modulo 2)

  • Crediti formativi 4

  • SSD ICAR/12

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Campus di Cesena

  • Corso Laurea Magistrale a Ciclo Unico in Architettura (cod. 0881)

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Città e comunità sostenibili Consumo e produzione responsabili Lotta contro il cambiamento climatico La vita sulla terra

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Obiettivo del modulo è fornire le conoscenze adeguate per guidare gli studenti lungo un percorso di analisi e approfondimento delle variabili del contesto e degli strumenti con i quali l'architetto gestisce e controlla, nelle fasi del progetto, la coerenza tra le scelte architettoniche e le soluzioni tecnologiche sostenibili. Le conoscenze acquisite dallo studente saranno tali da fornire autonomia di giudizio e capacità di valutare quali strumenti di controllo, tecnologie e procedure operative applicare, in funzione della fattibilità del progetto.

Contenuti

Il Laboratorio di Laurea Architettura Sostenibile [16 CFU – 192 ore] è costituito da diversi moduli:

- Tecnologie per la progettazione sostenibile I [2+2 CFU – 24+24 ore]

- Tecnologie per la progettazione sostenibile II [4 CFU – 48 ore]

- Progettazione dell’efficienza e valutazione dei comportamenti energetici [4 CFU – 48 ore]

- Progettazione sostenibile [2 CFU – 24 ore]

- Tecnologie per il risparmio energetico [2 CFU – 24 ore]

Il Laboratorio ha per oggetto il tema della progettazione di architetture ambientalmente sostenibili a basso consumo energetico, in una logica di coerenza progettuale complessiva che dovrà tenere conto della complessità dei processi e delle condizioni al contorno.

Il modulo mira pertanto a fornire conoscenze specifiche tese al miglioramento delle capacità progettuali in relazione ai seguenti temi: - incremento prestazionale dell'involucro - materiali e sistemi innovativi - sistemi per il controllo delle condizioni ambientali - guadagni attivi e passivi - efficienza dell'involucro e contesto climatico - azioni di mitigazione e adattabilità dell'ambiente costruito

Il Laboratorio ha per oggetto il tema della progettazione di architetture ambientalmente sostenibili a basso consumo energetico, cioè capaci di abbinare ad eccellenti livelli di qualità formale e coerenza espressiva, elevate prestazioni di adeguatezza funzionale e comfort, producendo il minimo impatto sulle risorse dell'ecosistema, in tutte le fasi del ciclo di vita.

La progettazione dovrà considerare la complessità e l'articolazione che incidono sul processo di progettazione-costruzione di un organismo edilizio.

In particolare, il Laboratorio affronterà la progettazione di un edificio a minimo impatto ambientale, caratterizzato da soluzioni costruttive che ne permettano la certificazione nelle migliori classi  energetiche previste dalla vigente normativa sul contenimento dei consumi energetici della regione Emilia- Romagna.

L'attività del Laboratorio si svilupperà  secondo un calendario organizzato per stati di avanzamento. Gli stati di avanzamento lavori (SAL) costituiscono i momenti di revisione e controllo, in relazione allo sviluppo delle diverse fasi della progettazione.

Testi/Bibliografia

Title: Energy Design Strategies for Retrofitting. Methodology, Technologies and Applications Authors: A. Boeri, E. Antonini, J. Gaspari, D. Longo WIT Press, Southampton (UK), Boston (USA), 2015. ISBN 978-1-84564-998-2 - eISBN 978-1-84564-999-9

A. Boeri, E. Antonini, D. Longo, "Edilizia sociale ad alta densità. Strumenti di analisi e strategie di rigenerazione: il quartiere Pilastro di Bologna”, ISBN 978-88-615-9854-6, Bruno Mondadori Editore, Milano, 2013.

R. Di Giulio, A. Boeri, M.C. Forlani, A. Gaiani, V. Manfron, R. Pagani, “Paesaggi periferici. Strategie di Rigenerazione urbana”, ISBN 978-88-7462-552-9, Quodlibet, Macerata, 2013.

A. Boeri, E. Antonini, Progettare scuole sostenibili-Criteri, esempi e soluzioni per l'efficienza energetica e la qualità ambientale, EdicomEdizioni, Monfalcone (Gorizia) 2011.   

J. Rifkin, La terza rivoluzione industriale, Edizioni Mondadori, 2011.

R. Heinberg, La festa è finita. La scomparsa del petrolio, le nuove guerre, il futuro dell'energia,  Fazi, Milano, 2004 

Leggett, Jeremy, Fine corsa, Einaudi, Torino, 2006

Tiezzi Enzo, Marchettini Nadia, Che cos'è lo sviluppo sostenibile?, Donzelli Ed., Roma, 1999

E. Antonini, G. Landriscina (a cura di), Innovazione, efficienza e sostenibilità del costruire, i risultati delle azioni di ricerca e trasferimento tecnologico del laboratorio LarCo e del centro ICOS, Ricos, Regione Emilia-Romagna, 2007

A. Boeri, Criteri di progettazione ambientale, Editriale Delfino, Milano 2007

K. Fabbri, Guida alla riqualificazione energetica, Edizioni Dei, Roma 2007

D. Longo, Decostruzione e riuso. Procedure e tecniche di valorizzazione dei residui edilizi in Italia, Alinea, Firenze, 2007

J. Gaspari, Trasformare l'involucro: la strategia dell'addizione nel progetto di recupero, EdicomEdizioni 2012

A. Boeri, D. Longo, S. Piraccini, Il progetto dell'involucro in legno – Qualità costruttiva ed efficienza energetica, Dario Flaccovio Editore, Palermo, 2012.

C. Benedetti, Progetto ambiente, Edizioni Kappa, Roma 2003


P. Rava, Tecniche costruttive per l'efficienza energetica e la sostenibilità, Maggioli, Rimini 2007

L.Tronchin, Elementi di fisica tecnica e controllo ambientale, Editrice Esculapio, Bologna, 2006

Gauzin-Muller; Architettura sostenibile. 29 esempi europei di edifici e insediamenti ad alta qualità ambientale,  Edizioni Ambiente, 2003



O. Mendler, The HOK guidebook to Sustainable design, John Wiley & Sons Canada 2000


U. Wienke, Manuale di bioedilizia, DEI Roma 2004

Metodi didattici

Il laboratorio prevede abitualmente la presenza degli studenti in aula per l'elaborazione  del progetto d'architettura, ma garantisce la frequenza in remoto da parte degli studenti che optino per tale modalità.

L'attività del Laboratorio si sviluppa  secondo un calendario organizzato per stati di avanzamento (SAL). Ciascuno dei SAL previsti è prevalentemente dedicato alla risoluzione di uno specifico aspetto progettuale.

Il SAL consiste nella redazione di un documento di sintesi da consegnare alle scadenze previste e nella successiva esposizione dei contenuti di tale documento nel corso di una presentazione alla quale partecipano gli altri studenti e i docenti del LSF, che svolgono una revisione critica (design review) del lavoro presentato. 

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

L’esame del Laboratorio comprende la verifica dell’apprendimento dei contenuti di tutti i moduli/insegnamenti che lo compongono e si svolge in un’unica prova.

Sono previste una serie di verifiche seminariali dell'apprendimento e dell'elaborazione del progetto. Durante l'attività di laboratorio viene costantemente verificata la preparazione teorica alla base delle scelte di tecnologie e sistemi costruttivi. Il progetto finale è basato sulla rielaborazione e sistematizzazione degli aspetti affrontati progressivamente in laboratorio. La verifica di idoneità, in forma individuale, consiste nell'illustrazione e nella discussione degli elaborati progettuali prodotti nel corso; comprende inoltre la verifica teorica degli aspetti relativi al tema assegnato e degli argomenti trattati in laboratorio.

 

Per questa tipologia di insegnamento (Laboratorio di Sintesi Finale) il Regolamento didattica prevede che venga effettuata una verifica di idoneità degli studenti ad avviare la preparazione della loro Tesi di laurea. Lo stato di avanzamento dell’apprendimento è monitorato, durante lo svolgimento del Corso, tramite revisioni periodiche. La verifica dell’idoneità viene effettuata in un’unica prova, al temine dello svolgimento del LSF, e ha per oggetto l’accertamento del livello individuale di apprendimento conseguito, relativamente ai contenuti di tutti i moduli/insegnamenti che compongono il Laboratorio (C.I.).

La verifica consiste nell'illustrazione da parte dello studente e nella discussione con la Commissione degli elaborati progettuali prodotti e comprende anche la verifica delle conoscenze teoriche e strumentali relative agli argomenti trattati in laboratorio.

La valutazione è basata sull’applicazione ponderata di tre criteri seguenti: conoscenza dei contenuti teorici e della bibliografia e acquisizione delle abilità strumentali (30%), livello di approfondimento dell’ipotesi progettuale (30%), chiarezza ed efficacia nella esposizione (40%).

Strumenti a supporto della didattica

Il laboratorio prevede abitualmente la presenza degli studenti in aula per l'elaborazione progressiva del progetto costruttivo d'architettura, ma garantisce la frequenza in remoto da parte degli studenti che optino per tale modalità.

Tutte le fasi sono seguite e supportate dalla presenza del docente, dei tutor e dei collaboratori alla didattica.

La biblioteca del Dipartimento costituisce un utile supporto per documentazione specifica e approfondimenti. Sono utilizzate le attrezzature in dotazione al Dipartimento di Architettura, al Campus di Cesena e tutto il supporto tecnologico all'attività didattica fornito dall'Ateneo (schermi e lavagne luminose, videoproiettori, tecnologie per collegamento in remoto, supporti informatici, ecc.).

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Andrea Boeri

Consulta il sito web di Danila Longo