31220 - FILOLOGIA GIAPPONESE 1

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Istruzione di qualità Parità di genere Ridurre le disuguaglianze

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente conosce gli aspetti fondamentali della storia della lingua e della cultura giapponese dalle fasi più antiche alla contemporaneità. È stato introdotto allo studio degli strumenti necessari all’analisi critica dei testi, allo scopo di valutare le trasformazioni subite dalla lingua attraverso i secoli.

Contenuti

Prima parte: Lineamenti di storia della lingua, della scrittura e dei manoscritti in Giappone


Si affronterà il percorso di formazione della lingua giapponese al fine di evidenziarne le caratteristiche e le trasformazioni fino ai giorni nostri. Particolare attenzione sarà data agli stili di scrittura (buntai), mostrando le differenze in base alle epoche e ai generi. Si parlerà di accesso all'istruzione e dei dibattiti linguistici. Sarà inoltre fornita una panoramica sulla letteratura in manoscritto e sulla storia del libro. Saranno mostrati in formato digitale manoscritti originali di epoche differenti resi disponibili in open access grazie ad alcuni archivi on-line in modo tale da introdurre gli studenti all'importanza delle Digital Humanities.

Seconda parte: Il classico dei classici in lingua contemporanea - il Genji Monogatari da Murasaki Shikibu a Kakuta Mitsuyo passando dai manga: Yuugao
E altri brani in lingua moderna e contemporanea

Capolavoro della letteratura giapponese classica, il Genji Monogatari non solo si contende il primato come romanzo più antico della storia, ma anche come opera più ri-mediata e ri-tradotta in Giappone. Nel corso delle lezioni si parlerà delle sue ritraduzioni e saranno messe a confronto più versioni dello stesso testo, sia romanzo che manga (estratto dal cap. 4 "Yuugao").
Quindi, dopo un'introduzione e un'analisi dello stile linguistico, lo stesso estratto sarà analizzato nella più recente ritraduzione in lingua contemporanea, caratterizzata soprattutto dall'assenza voluta di linguaggi onorifici nelle parti descrittive, a cura della scrittrice Kakuta Mitsuyo. Di questo e del relativo capitolo del manga a cura di Yamato Waki sarà svolta una traduzione guidata in classe.

Nelle ultime lezioni saranno inoltre presentati agli studenti altri testi in lingua giapponese moderna e contemporanea su cui esercitarsi nella traduzione guidata. I brani saranno resi noti in corso d'opera, e ogni traduzione sarà guidata dalla docente o altre/i traduttrici/tori. 

Il syllabus con il dettaglio degli argomenti trattati e gli abbinamenti bibliografici sarà disponibile online fra i materiali didattici all'inizio del corso.

Testi/Bibliografia

Le fonti critiche obbligatorie sono contrassegnate da asterisco. Le altre rappresentano invece degli approfondimenti fortemente consigliati.

 

Prima parte:

  1. *Calvetti Paolo (1999), Introduzione alla storia della lingua giapponese, Napoli, Istituto Universitario Orientale.
  2. Bjarke Frellesvig (2018). "The History of the Language". In Yoko Hasegawa (a cura di), The Cambridge Handbook of Japanese Linguistics, Cambridge University Press, pp. 15-39.
  3. *Burns Susan (2015), "The Politics of Philology in Japan. Ancient Text, Language, and Japanese Identity". In Sheldon Pollok et. al., World Philology, Harvard University Press, pp. 245-263
  4. *Kornici Peter (2000), The Book in Japan. A Cultural History From the Beginnings to the Nineteenth Century, University of Hawaii Press, CAPP 1-2-3.
  5. *Andrea Maurizi (a cura di, 2012), Introduzione allo studio della lingua giapponese, Carocci Editore (CAPP 1-2-3-5)
  6. *Cristian Pallone (2014). "Some Considerations about Motoori Norinaga’s Notions on Japanese Vocalism". In Keidan A (a cura di), TheThe Study of South Asia between Antiquity and Modernity - Parallels and Comparisons, pp. 85-109 
  7. *Bonaventura Ruperti (2006) "Forme e materiali, scritture e stili: la letteratura giapponese in manoscritto", in G. Boccali e M. Scarpari (a cura di), Scritture e codici nelle culture dell'Asia: Giappone, Cina, Tibet, India, Cafoscarina, pp. 15-33.
  8. *Masayoshi Shibatani (1990), The Languages of Japan, Cambridge University Press, pp. 89-139.
  9. *Seeley, Christopher (2000), A History of Writing in Japan, Hawaii University Press
  10. Slide del corso

Seconda parte:

 

  1. *Andrea Maurizi (a cura di, 2014), Tradurre il Genji Monogatari - Testo a Fronte n. 51 - II semestre 2014, Marcos y Marcos (Introduzione e capp 6-8).
  2. *Luca Milasi (a cura di 2011), Yamato Waki - Non farò sogni effimeri, Hoepli.
  3. *Kakuta Mitsuyo (trad. di, 2017), Genji Monogatari - kami. Ikezawa Natsuki (a cura di) Bungaku Zenshu n. 4, Kadokawa shoten, Cap. 4.
  4. Altri testi in lingua contemporanea (che saranno caricati su virtuale)

 

A integrazione delle lezioni, potranno essere previsti seminari e altre iniziative che farannoa tutti gli effetti parte del programma d'esame.

 

Metodi didattici

Lezioni frontali tenute dal docente titolare del corso. La partecipazione attiva degli studenti alla discussione in classe è caldamente incoraggiata.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

Esame orale. 

 
Nel corso della prova, che verterà sull'intero programma del corso, saranno verificate la conoscenza, supportata da una buona capacità argomentativa, dei singoli temi affrontati. Verrà mostrato agli studenti uno dei testi analizzati nella seconda parte e sarà richiesta la lettura e la traduzione orale di un piccolo paragrafo. Oltre alla conoscenza dei contenuti, verranno valutate anche le proprietà espressive in termini di padronanza dei lessici specifici della materia.

La conoscenza globale degli argomenti, insieme a un'ottima capacità di analisi critica e padronanza nell'uso delle fonti di riferimento verrà valutata come eccellenza; Una conoscenza manualistica e priva di solido sostegno interpretativo verrà valutata in maniera positiva ma non elevata. Le provate e reiterate difficoltà a contestualizzare le fonti e risposte non approfondite o confusionarie sortiranno invece una valutazione negativa.

L'esame va sostenuto per intero, e non è possibile portare le due parti in due appelli separati.

Strumenti a supporto della didattica

Durante il corso saranno proiettate slides e filmati, e saranno consultati alcuni documenti disponibili in open-access su archivi on-line. Slides e altre risorse utili saranno rese disponibili sulla pagina Virtuale del corso, alla quale gli studenti sono invitati a iscriversi.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Anna Specchio