30137 - STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEA (LM)

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Istruzione di qualità Parità di genere Imprese innovazione e infrastrutture Ridurre le disuguaglianze

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Lo studente acquisisce gli strumenti ermeneutici che permettano di comprendere i fenomeni artistici contemporanei al contempo attraverso le proprie coordinate individuali e culturali e tramite la conoscenza dei contesti storici e sociologici in cui le opere d'arte e le tendenze artistiche hanno avuto origine

Contenuti

Il corso intende analizzare la diffusione delle Avanguardie del Novecento mettendo in luce i modi di produzione e circolazione di opere e idee, insieme ai sistemi di promozione e valutazione che hanno accompagnato l’emergere di tali fenomeni artistici. In particolare il corso intende esaminare in modo critico la formazione e promozione di gruppi di artisti e movimenti denominati di ‘avanguardia’.

Le lezioni si articolano intorno ad un caso studio, ad esempio: una mostra o gruppo di mostre, una personalità, una rete di rapporti o anche l’attività di una galleria. Il corso intende mostrare la complessità di condizioni e situazioni che caratterizzano l‘ecosistema dell’arte che comprende tanto gli artisti, quanto critici, galleristi, mecenati, curatori, giornalisti specializzati, mercanti, direttori di museo e via dicendo.

Il corso è diviso in due parti. La prima parte é concepita come una preparazione teorica fornita dal docente che tramite lezioni frontali introduce, esamina e fornisce informazioni circa all’evolversi dei fenomeni d’Avanguardia durante tutto il corso del Novecento. La seconda parte è dedicata ad un argomento specifico. La struttura di questa parte è laboratoriale ed è intesa come un’applicazione pratica di quanto appreso.

Parte 1: Le Avanguardie e il mondo dell’arte. Dal primo Novecento a oggi

L’avvicendamento delle lezioni segue una scansione cronologica partendo dall’emergere del dealer-critic system e dalla diffusione delle prime Avanguardie europee, passando per le esperienze internazionali e ancora attraverso l’affermazione planetaria dell’arte concettuale, fino ai più recenti casi della Young British Art degli anni 90’ o del Pop Cinese.

Le Avanguardie vengono trattate dal punto di vista della loro affermazione e relazione con il sistema. Vengono approfondite le figure di artisti come animatori di movimenti ma anche di galleristi quali promotori di linguaggi emergenti, le relazioni fra mercanti e collezionisti, figure chiave che hanno permesso ad alcuni movimenti e concetti di porsi all’attenzione pubblica o che hanno agevolato l’istituzionalizzazione delle avanguardie come direttori di museo e curatori.

Per ogni lezione vengono indicate alcune letture tratte da articoli scientifici o capitoli di libri. Gli studenti sono tenuti a leggere i testi e a partecipare attivamente al dibattito.

 

Parte 2: La contemporaneità e il suo sistema espositivo

La seconda parte del corso si concentra sull’evoluzione del sistema dell’arte recente. In particolare viene analizzato il concetto di Avanguardia e la sua trasformazione nella direzione del concetto di contemporaneità. Attraverso una disamina incentrata sulla funzione del sistema espositivo, mettendo in luce il ruolo delle grandi esposizioni internazionali, viene indagato il sistema dell’arte nell sua funzione di produzione di 'valore'.

Le lezioni affrontano alcuni episodi emblematici come ad esempio il fenomeno della biennalizzazione, della globalizzazione del mercato e quindi delle fiere, e non da ultimo, le teorie principali che contraddistinguono la definizione di 'contemporaneo'. Connessa a questa seconda parte del corso è richiesto da parte degli studenti l’elaborazione di un scritto. Ciascun studente é tenuto a presentare un breve elaborato finale, da consegnare prima dell’ esame. Dettagli e linee guida per la stesura dell’elaborato dell’esame vengono forniti all’inizio del corso.

 


Testi/Bibliografia

La bibliografia proposta è costituita da letture di articoli scientifici, saggi o capitoli.

Il materiale viene messo a disposizione dello studente tramite il link ‘risorse didattiche su virtuale’.

Qui di seguito alcune indicazioni generali. Da questi, e da altri volumi, vengono tratte letture scelte.

Alle origini dellarte contemporanea, a cura di Giuseppe di Giacomo e Claudio Zambianchi, Editori Laterza 2008

Antonello Negri, L’arte in mostra. Una storia delle esposizioni, Bruno Mondadori 2011

Clarissa Ricci, Aperto 1980-1993, La mostra dei giovani artisti della Biennale di Venezia

Alessandra Troncone, La smaterializzazione dellArte in Italia, 1967-1973, Milano 2014 

 

Gli studenti non frequentanti devono contattare per tempo il docente e dovranno integrare le letture con i seguenti volumi:

Roberto Pinto, Nuove Geografie Artistiche, Postmediabooks 2012

Hal Foster, Il Ritorno del Reale. L’avanguardia alla fine del Novecento, Postmediabooks 2006

Francesco Poli, Il sistema dell'arte contemporanea. Editori Laterza 

Metodi didattici

Lezioni frontali e seminariali 

 

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

L’apprendimento viene valutato tenendo conto sia dell’elaborato scritto che dell’esame orale, secondo le seguenti percentuali:

50% elaborato scritto

Il tema dell’elaborato scritto viene concordato con il docente e deve essere consegnato entro un mese dalla fine delle lezioni del corso. L’elaborato è parte di un progetto che viene svolto nella seconda parte del corso.

50% esame orale

L’esame orale è volto a verificare l’apprendimento delle lezioni e l’apprendimento dei contenuti delle letture proposte in particolare durante la prima parte del corso. Pertanto verranno poste domande sia sulle letture in bibliografia che su appunti presi durante le lezioni.


Strumenti a supporto della didattica

Presentazioni interattive, video, PowerPoints

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Clarissa Ricci