87175 - MODA E MEDIA DIGITALI

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Parità di genere Consumo e produzione responsabili

Anno Accademico 2020/2021

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente/la studentessa acquisisce gli strumenti interpretativi per comprendere le evoluzioni dei media digitali e l’affermarsi dei “social network” nel sistema moda; riconosce le differenti strategie comunicative che le aziende di moda adottano nella realizzazione di un sito web, di una pagina social o nell’uso del product placement nelle narrazioni mediali (in particolare serie tv); è in grado di svolgere analisi qualitative su fashion blog e pagine social gestite da fan e influencer.

Contenuti

Il corso adotta una modalità di organizzazione della didattica che prevede una parte in remoto (20 ore in modalità remota su MS TEAMS) e un’altra in presenza (20 ore) per un numero di studenti corrispondente alla capienza dell’aula definita nel rispetto delle indicazioni dei protocolli di sicurezza. Nel caso la domanda di presenza superi la capienza dell’aula, si organizzeranno dei turni di presenza. A prescindere dalle condizioni sanitarie e dalle specifiche modalità di organizzazione del corso, gli studenti potranno seguire le lezioni dell’intero corso in modalità remota su MS TEAMS.

Nelle lezioni verrà affrontato il tema della comunicazione digitale a partire da una riflessione sull'attuale sistema dei media e sulle pratiche di convergenza culturale che in esso vanno a situarsi.

In particolare verrà proposto un percorso basato sugli aspetti sociali dei nuovi media e sulle possibilità di partecipazione/azione previste da parte dei pubblici connessi online. Si indagheranno oggetti e ambienti peculiari (comunità virtuali, blog, social network) per comprendere le specificità e le trasformazioni che essi determinano nei formati e nei processi comunicativi, così come nel generale scenario culturale contemporaneo. Una parte del corso sarà dedicata alla complessa relazione fra serie tv e moda, considerando il product placement come una delle possibilità di promozione dei prodotti, insieme alla costruzione di significati realizzata e condivisa dalle audience negli ambienti online.

L'impianto teorico e analitico previsto (studio delle serie tv, forme e strategie della comunicazione digitale, strumenti di analisi delle web audiences) sarà utilizzato per lo studio di esempi concreti.

Nell'affrontare tali tematiche gli studenti e le studentesse saranno esortati a lavorare autonomamente su casi ritenuti interessanti. Sulla base degli strumenti acquisiti saranno in grado di analizzare esempi specifici scelti durante le lezioni.

Testi/Bibliografia

C. Bisoni, V. Innocenti, G. Pescatore (2013), "Il concetto di ecosistema e i media studies: un’introduzione", in Media Mutations Gli ecosistemi narrativi nello scenario mediale contemporaneo, Mucchi Editore.

T. Edwards (2012), La moda. Concetti, pratiche, politica, Einaudi (i capitoli I, II, V, VIII).

H. Jenkins, M. Deuze (2008) "Convergence Culture", inConvergence, The International Journal of Research into New Media Technologies, [https://journals.sagepub.com/doi/10.1177/1354856507084415].

A. Mascio (a cura di) (2012), Fashion Games, FrancoAngeli, (introduzione e i capitoli 2, 3, 4).

A. Mascio (2017), «Tv Series and Fashion. A Look to the Audiences’ Activities», Comunicazioni Sociali [http://www.vitaepensiero.it/scheda-articolo_digital/antonella-mascio/tv-series-and-fashion-a-look-to-the-audiences-activities-001200_2017_0001_0079-334490.html].

A. Mascio (2020), "Fra fiction e realtà L’uniforme di The Handmaid’s Tale come icona culturale", in Ocula, 22, [https://www.ocula.it/files/OCULA-22-MASCIO-Fra-fiction-e-realta.pdf].

A. Rocamora (2012), "Hypertextuality and Remediation in Fashion Media", in Journalism Practices [https://www.tandfonline.com/doi/full/10.1080/17512786.2011.622914?needAccess=true].

H. Warner (2018), "Below-the-(Hem)line. Storytelling as Collective Resistance in Costume Design", in Feminist MediaHistories, Vol. 4,Number I [https://online.ucpress.edu/fmh/article-abstract/4/1/37/37059/Below-the-Hem-lineStorytelling-as-Collective?redirectedFrom=fulltext].

 

Letture consigliate:

L. Manovich (2016), Instagram and Contemporary Image(introduction, parts 1, 2, 3) [http://manovich.net/content/04-projects/147-instagram-and-contemporary-image/instagram_book_manovich.pdf].

S. Skjulstad (2018), "Vetements, Memes, and Connectivity: Fashion Media in the Era of Instagram", in Fashion Theory [https://www.tandfonline.com/doi/full/10.1080/1362704X.2018.1491191].

H. Warner, Fashion on Television. Identity and Celebrity Culture, Bloomsbury, London – New York, 2015.

 

 

Metodi didattici

Lezioni frontali e online, momenti di discussione in aula, visione di materiali audio-video, esplorazione di ambienti online. Sono previsti momenti di incontro con testimoni rappresentativi.

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame di fine corso mira a valutare il raggiungimento degli obiettivi didattici. Sono previste tre possibilità:

- presentazione in aula di una ricerca individuale, o di gruppo (max 3 persone), e relazione scritta (o "tesina" di max. 12 cartelle di 2000 battute l'una) su un tema a scelta tra quelli discussi a lezione;

relazione scritta individuale (tesina) e colloquio orale. Le tesine dovranno essere concordate con la docente e riguardare un'analisi di caso. Dovranno inoltre essere consegnate via mail almeno una settimana prima della data di appello. Per conseguire il voto, dopo la consegna, le tesine dovranno essere discusse oralmente negli appelli d'esame. Nella discussione orale verrà valutata anche la preparazione dei testi previsti dalla bibliografia dell'esame;

- prova d'esame in forma scritta, della durata di 50 minuti. Si compone di tre domande a risposta chiusa e due domande a risposta aperta.

Strumenti a supporto della didattica

Nel corso delle lezioni verranno discussi criticamente i testi proposti per l'esame, utilizzando anche prodotti mediali di vario tipo (film, frammenti audio-video, siti web legati alla moda, riviste digitali del mondo moda,.. ). Saranno inoltre indicati oggetti, materiali e forme di aggregazione sociale tipici degli ambienti dei nuovi media, connessi con l'ambito del fashion.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Antonella Mascio