91214 - LABORATORIO 1 (Lab5)

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2020/2021

Conoscenze e abilità da conseguire

I Laboratori hanno lo scopo di fornire agli studenti competenze trasversali che possono rivelarsi utili nelle loro future carriere. L'obiettivo dei laboratori è far progredire gli studenti nelle loro abilità attraverso esercitazioni pratiche in information technology, analisi dei dati, analisi nelle tecniche decisionali (ad esempio attraverso simulazioni) in organizzazioni complesse.

Contenuti

Società civile, cittadinanza e democrazia  in prospettiva transculturale

Questo laboratorio si prefigge lo scopo di invitare gli studenti ad analizzare criticamente i  concetti di società civile, cittadinanza, partecipazione politica, democrazia sia per come si sono originati e sviluppati nella tradizione occidentale che nelle forme assunte nel contesto mediorientale. In questo senso, la finalità ultima del laboratorio è quella di stimolare, attraverso l'analisi di vari casi studio, la riflessione sulla complessa relazione tra universalismo e particolarismo dei concetti trattati.

Dopo un'introduzione finalizzata a presentare una trattazione generale della teoria su società civile e democrazia nella tradizione occidentale (4 ore), il laboratorio sarà costituito da una serie di seminari (16 ore) in cui letture selezionate precedentemente assegnate verranno discusse in gruppo. Partecipazione attiva, propensione al dibattito e al confronto da parte di tutti gli studenti costituiranno elementi fondamentali per la buona riuscita dell'attività. 

Il laboratorio si terrà via Teams a partire dal 4 novembre prossimo secondo il seguente calendario: 

me 4/11/20 ore 9-11

ma 10/11/20 ore 17-19

ma 24/11/20 ore 17-19

lu 30/11/20 ore 15-17

ma 1/12/20 ore 15-17

me 2/12/20 ore 9-11

gio 3/12/20 ore 9-11

ve 4/12/20 ore 15-17

ve 11/12/20 ore 15-17

lu 14/12/20 ore 9-11

GLI STUDENTI CHE INTENDO SEGUIRE IL CORSO SONO INVITATI CALDAMENTE A SEGNALARE IL PROPRIO INTERESSE INVIANDO UN'EMAIL ALLA DOCENTE (francesca.biancani@unibo.it) APPENA POSSIBILE.

Testi/Bibliografia

Per la parte teorica iniziale, si considera propedeutica la lettura di 

Robert Putnam, Making Democracy Work: Civic Traditions in Modern Italy, Princeton, 1994. 

S. Berman, Civil society and the collapse of the Weimar Republic, World Politics, 1997,401-429. 

Gellner, E. (1995). The importance of being modular. In J. A. Hall (Ed.), Civil society: Theory, history and comparison (pp. 32–55). Cambridge: Polity Press.

I seminari saranno basati sulla discussione delle seguenti letture: 

 S.P. Huntington, The Clash of Civilizations: the Debate, Foreign Affairs , 72,3, 1993, (con risposte di Fouad Ajami,Kishore Mahbubani, Robrt L. Bartley, Liu Binyan, Jean J. Kirckpatrick, Foreign Affairs, Sept./Oct. 1993) 

E.Said, The Clash of Ignorance,The Nation, 22 Oct., 2001. 

S. Zubaida, Islam, the State and Democracy: Contrasting Conceptions of Society in Egypt, Middle East Report, Nov.-Dec. 1992, 2-10. 

Saad Ed-Din Ibrahim, Reviving Middle Eastearn Liberalism, Journal of Democracy, 14,4, 2003, 5-10. 

Y. Sadowski, The New Orientalism and the Democracy Debate, Middle Est Report, July-August 1993, 14-21 

E. Bellin, Civil Society: Effective Tool of Analysis for Middle East Politics?, PS, 27 (3), 1994, 509-510. 

M. Tessler, “Islam and Democracy in the Middle East: the Impact of Religious Orientations on Attitudes Towards Democracy in Four Arab Countries”, in Comparative Politics, vol.34, n.3, April 2002, pp. 337-354

J. Schwedler, “A paradox of democracy? Islamist Participation in Elections”, in Middle East Report, n. 209, 1998, pp. 25-29 + 41

C. Kurzman & I. Naqvi, “Do Muslims Vote Islamic?” in Journal of Democracy, vol. 21, no.2, April 2010, pp. 50-36

M. Ottaway & A.  Hamzawi, "Islamist in Politics, Dynamics of Partecipation", Carnegie Papers, Middle East Programme, No. 68, November 2008. 

Q. Wiktorowicz, Civil Society as Social Control: State Power in Jordan, Comparative Politics, Vol. 33, No. 1. (Oct., 2000), pp. 43-61.

Sarah Ben Nefissa, NGOs, Governance and Development
in the Arab World, Management of Social Transformations, MOST, Discussion Paper - No 46, UNESCO, 2000. 

R. T. Antoun, Civil Society, Tribal Process, and Change in Jordan: an Anthropological View, IJMES, 32,4,2000, 441-463. 

 

 

 

 

 

 

 

Metodi didattici

Lezioni frontali e discussioni di gruppo. 

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

Partecipazione e contributo attivo alle discussioni in classe durante i seminari sono elementi essenziali per la frequenza del corso. Ci si aspetta perciò che tutti gli studenti leggano il materiale assegnato in anticipo e siano pronti a dibattere in modo critico e costruttivo il tema del seminario, a partire da brevi documenti di posizione (max 1000) precedente redatti in risposta ai quesiti di riflessione del giorno. Partecipazione e documenti di posizione verranno valutati. 

Strumenti a supporto della didattica

Pc, slides, video. 

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Francesca Biancani