04462 - STORIA DELLA SCIENZA E DELLA TECNICA

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Salute e benessere Istruzione di qualità

Anno Accademico 2020/2021

Conoscenze e abilità da conseguire

Lo studente è introdotto alla lettura critica di fonti primarie e secondarie concernenti la storia della scienza e della tecnica, in relazione alla cultura filosofica e letteraria, e al contesto politico, sociale ed istituzionale del loro tempo.

Contenuti

Malattie mentali, cuore e cervello nella medicina antica

Il corso intende fornire nozioni base di storia della medicina antica, da Ippocrate fino alla ricezione della medicina galenica nel mondo bizantino e orientale (siriaco e arabo). Particolare attenzione sarà rivolta ai testi medici antichi che trattato di “psicopatologie” e alle teorie medico-filosofiche che spiegano le facoltà razionali dell’uomo e riflettono sulla funzione del cervello e le sue patologie. Attraverso la lettura e il commento di fonti primarie, si discuterà a lezione di vari modelli esplicativi descritti dagli antichi, come l’opposizione tra cardiocentrismo (teoria che identificava nel cuore la sede delle sensazioni e del pensiero) ed encefalocentrismo. Si discuterà inoltre la concettualizzazione di varie patologie, come mania, frenite, allucinazioni, e melancolia.

I principali temi del corso riguarderanno:

Ippocrate e la collezione ippocratica

Platone e Aristotele

La medicina ellenistica

Le sette mediche e Celso

Celio Aureliano

Galeno di Pergamo

Il galenismo nella tarda antichità e nella tradizione siriaco-araba

Testi/Bibliografia

(A) Mirko D. Grmek (a cura di), Storia del pensiero medico occidentale. 1. Antichità e Medioevo (Bari: Laterza, 1993), pp. 1-216.

Capitoli: Introduzione (Mirko D. Grmek); La nascita dell'arte medica occidentale (Jacques Jouanna); Tra il sapere e la pratica: la medicina ellenistica (Mario Vegetti); Le vie della conoscenza: la medicina nel mondo romano (Danielle Gourevitch); La ricezione e la tradizione: la medicina nel mondo bizantino e arabo (Gotthard Strohmaier).

(B) Jackie Pigeaud, La follia nel mondo classico. La mania e i suoi rimedi, a cura di A. D’Alessandro (Venezia: Marsilio, 1995).

(C) Ippocrate, Sul morbo sacro (De morbo sacro). Traduzione consigliata: Ippocrate, La malattia sacra, a cura di Amneris Roselli (Venezia: Marsilio, 1996).

(D) Galeno, Se le proprietà dell’anima seguono i temperamenti del corpo (Quod animi mores). Traduzione consigliata: M. Menghi, M. Vegetti (a cura di), Galeno, Le passioni e gli errori dell’anima (Venezia: Marsilio 1994), pp. 95-129.

(E) Scelta di brani letti e commentati a lezione (che saranno caricati su IOL)

Gli studenti non frequentati dovranno anche preparare: Giorgio Cosmacini, Martino Menghi, Galeno e il galenismo. Scienza e idee della salute (Milano: Franco Angeli, 2012).

Metodi didattici

Lezioni frontali sulle tematiche del corso.

Lettura commentata di passi scelti dalle opere di medici e filosofi antichi, che saranno discussi e commentati con gli studenti.

Gli studenti, inoltre, saranno incoraggiati ad approfondire argomenti specifici con ricerche mirate che potranno presentare durante il corso (sia individualmente sia in gruppo).

Modalità di verifica dell'apprendimento

La prova orale consiste in un colloquio che ha lo scopo di valutare le competenze e le capacità critiche e metodologiche maturate dallo studente a partire dai testi in programma. Il raggiungimento da parte dello studente di una visione ampia e sistematica dei temi affrontati a lezione e delle letture indicate in bibliografia, congiunta alla loro rielaborazione critica, e alla padronanza espressiva e di linguaggio specifico saranno valutati con voti di eccellenza (28-30). La conoscenza per lo più mnemonica della materia, capacità di sintesi e di analisi non approfondite e un linguaggio corretto ma non sempre appropriato porteranno a valutazioni discrete (23-27). Conoscenza approssimativa, comprensione superficiale, scarsa capacità di analisi ed espressione non sempre appropriata condurranno a valutazioni sufficienti o poco più che sufficienti (18-22). Lacune formative, linguaggio inappropriato, mancanza di orientamento all'interno dei materiali bibliografici indicati non potranno che essere valutati negativamente.

Strumenti a supporto della didattica

Utilizzo di diapositive e materiale multimediale

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Matteo Martelli