39584 - INTRODUZIONE ALL'ETRUSCOLOGIA (1)

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Istruzione di qualità

Anno Accademico 2020/2021

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente acquisisce una conoscenza di base della storia e della civiltà degli Etruschi nelle sue principali linee evolutive nel contesto delle culture pre-romane; conosce le diverse tipologie di fonti utili alla loro ricostruzione, riconosce ed esamina criticamente la documentazione archeologica e le principali manifestazioni artistiche, possiede gli strumenti di analisi necessari per inquadrare le produzioni artigianali ed artistiche nel corretto contesto sociale, politico ed economico di riferimento; sa utilizzare gli strumenti di base necessari alla catalogazione, valorizzazione, divulgazione e conservazione del patrimonio storico- culturale; sa comunicare in forma orale e scritta usando una terminologia specifica.

Contenuti

La prima lezione sarà dedicata alla spiegazione delle modalità di preparazione del corso, dello svolgimento dell'esame e all'inquadramento degli aspetti basilari della disciplina, al fine di colmare le eventuali lacune pregresse degli studenti.

Gli Etruschi e gli altri popoli : l'Etruria e l'Italia antica tra Età del Bronzo ed Età del Ferro e la formazione dei popoli. Le trasformazioni del popolamento, la nascita dei grandi centri proto-urbani. L'Italia della prima Età del Ferro: culture, lingue e popoli dell'Italia preromana. Gli Etruschi e i rapporti con gli altri popoli italici: scambi commerciali e relazioni culturali.  

Lo sviluppo della civiltà etrusca. La fase villanoviana (IX-VIII sec. a.C.): dalla capanna alla casa e dal villaggio alla città; le prime forme di organizzazione politico-sociale analizzate attraverso la documentazione funeraria. La fase orientalizzante (VIII-VII sec. a.C.): l'affermarsi delle aristocrazie e la cultura dei principi; i palazzi e la grande architettura funeraria; l'ideologia aristocratica riflessa nella produzione artistica. La fase arcaica (VI sec. a.C.): la fine delle aristocrazie e l'avvento del demos; le grandi imprese di monumentalizzazione urbana; le città e i loro porti; i rapporti con la grecità orientale e lo sviluppo delle grandi arti. La fase classica (V-IV sec. a.C.): il primato dell'Etruria interna e la crisi dell'Etruria costiera; il problema artistico e i rapporti con la Grecia. La fase ellenistica (IV-III sec. a.C.): la grande “crisi” del IV secolo e le strutture aristocratiche; i rapporti con la Macedonia e la Magna Grecia e l'ultima grande stagione della civiltà etrusca. L'impatto con Roma e la fine della civiltà degli Etruschi.

Testi/Bibliografia

Tutta la bibliografia indicata è reperibile presso la biblioteca di Archeologia del Dipartimento di Storia Culture Civiltà. Per la preparazione dell'esame sono necessari i seguenti testi:

1) G. Bartoloni (a cura di), Introduzione all'Etruscologia, Hoepli, Roma 2012.

2) G. Camporeale, Gli Etruschi. Storia e civiltà, Parte Seconda Le città (Quarta edizione), Novara, UTET, 2015, pp. 247-488.

Per gli studenti non frequentanti, oltre ai due testi sopra indicati, è obbligatoria almeno una di tali letture:

- G. Colonna, Urbanistica e architettura, in AA.VV., Rasenna. Storia e civiltà degli Etruschi (a cura di G. Pugliese Carratelli), Milano 1987, pp. 371-530.

- G. Camporeale, Gli Etruschi. Storia e civiltà, Parte Prima La civiltà etrusca (Quarta edizione), Novara, UTET, 2015, pp. 17-243.

- Gli Etruschi. Una nuova immagine (a cura di M. Cristofani), Firenze 1972 (o ristampe successive).

- Gli Etruschi (Catalogo della mostra, Venezia 2000), Cinisello Balsamo 2000.

Metodi didattici

L'insegnamento è organizzato in lezioni frontali. Agli studenti interessati sarà possibile integrare l'insegnamento del corso con attività pratiche di laboratorio all'interno delle offerte formative proposte dal Dipartimento e con una esperienza di scavo nella città etrusca di Marzabotto, durante la quale sarà possibile effettuare lo studio, la catalogazione e il disegno di materiali archeologici di produzione etrusca.

Modalità di verifica dell'apprendimento

La verifica consiste in un esame orale durante il quale verranno proposti quesiti sulla bibliografia indicata nel programma e sugli argomenti trattati a lezione. La valutazione del candidato si baserà sulla sua capacità di esporre con una corretta terminologia le conoscenze acquisite, dando prova di saperle inquadrare in modo organico all'interno del periodo di riferimento.

Lo studente che darà prova di avere una visione organica dei temi trattati a lezione e/o nella bibliografia indicata e di saperli utilizzare in modo critico, esponendoli in modo corretto e con un'appropriata terminologia sarà valutato con voti di eccellenza; la conoscenza mnemonica della materia, con capacità di sintesi e di analisi esposte in un linguaggio corretto, ma non sempre appropriato, porteranno a valutazioni discrete; lo studente che mostrerà conoscenze minimali della materia, lacune formative e/o linguaggio inappropriato riceverà voti che non supereranno la sufficienza; lacune formative, linguaggio inappropriato, incapacità di inquadrare correttamente i temi trattati, mancanza di orientamento all'interno dei materiali bibliografici indicati saranno valutati negativamente.

Strumenti a supporto della didattica

Nel corso delle lezioni si farà uso di supporti visivi (power point), che al termine lo studente potrà scaricare.

Materiale illustrativo cartaceo potrà essere inoltre distribuito a lezione.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Elisabetta Govi