13304 - LETTERATURE FRANCOFONE (1)

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2020/2021

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente acquisisce i lineamenti di base delle letterature francofone e una consapevolezza critica delle problematiche inerenti agli autori principali. Conosce e sa utilizzare le metodologie pratiche per l'analisi e l'interpretazione del testo letterario

Contenuti

“Écrire dans l’entre-plusieurs langues-cultures”

Il corso, che sarà introdotto dall'illustrazione delle nozioni generali di Francofonia e francofonia, si propone di analizzare le problematiche relative alla scrittura narrativa in francese nell'ambito delle letterature francofone in generale e in particolare delle letterature dove il francese beneficia dello statuto di lingua ufficiale, pur essendo lingua seconda degli scrittori africani.

L'attenzione si focalizzerà poi sulle letterature francofone dell'Africa subsahariana. Saranno analizzati due romanzi emblematici (cfr. bibliografia) dal punto di vista dell'argomento centrale del corso, nonché le testimonianze dirette di scrittori africani.

Testi/Bibliografia

Studenti frequentanti:

Cheikh Hamidou Kane, L’aventure ambiguë, Paris, Juillard, 1961

Ahmadou Kourouma, Les soleils des Indépendances, Paris, Seuil, 1970 (Canada, 1969)

Boubacar Boris Diop, « Écris et… tais-toi », in L’Afrique au-delà du miroir, Paris, Philippe Rey. (voir dans "Materiale didattico")

Michel Le Bris / Jean Rouaud (dir.), Pour une littérature-monde, Paris, Gallimard, 2007. (choix d’articles - voir dans "Materiale didattico)

Michel Le Bris / Jean Rouaud (dirs.), Je est un autre. Pour une identité-monde, Paris, Gallimard, 2010. (choix d’articles - voir dans "Materiale didattico")

Les francophonies et francographies africaines face à la référence culturelle française: Introduction, chap. 2: M. Beniamino "Langue, littérature, francographie", chap. 3: “écrire dans l’entre-plusieurs langues-cultures et quête du soi-écrivant en tension”. http://www.dorif.it/ezine/show_issue.php?iss_id=3

Strumenti metodologici di supporto consigliati per l'analisi letteraria:

Gérard Genette, Figures III. Discours du récit, Paris, Seuil, 1986.

Seymour Chatman, Storia e discorso.La struttura narrativa nel romanzo e nel film, Milano, Il Saggiatore, 2010.

Altre informazioni e documenti saranno forniti durante il corso.

Agli studenti non frequentanti è inoltre richiesto lo studio del seguente volume:

- Jacques Chevrier, Littérature africaine: histoire et grands thèmes, Paris, Hatier, 1990.

Metodi didattici

Lezioni frontali, dialogate e partecipate. Lavori seminariali con presentazione orale di romanzi letti a casa dagli studenti e discussione in aula.

Modalità di verifica dell'apprendimento

La modalità di verifica dell'apprendimento sarà orale e consisterà in un colloquio che ha lo scopo di valutare le competenze e le capacità critiche e metodologiche maturate dallo studente a partire dai testi in programma. Il raggiungimento da parte dello studente di una visione ampia e sistematica dei temi affrontati a lezione e delle letture indicate in bibliografia, congiunta alla loro rielaborazione critica, e alla padronanza espressiva e di linguaggio specifico saranno valutati con voti di eccellenza (28-30L). La conoscenza per lo più mnemonica della materia, capacità di sintesi e di analisi non approfondite e un linguaggio corretto ma non sempre appropriato, porteranno a valutazioni discrete (23-27). Conoscenza approssimativa, comprensione superficiale, scarsa capacità di analisi ed espressione non sempre appropriata condurranno a valutazioni sufficienti o poco più che sufficienti (18-22). Lacune formative, linguaggio inappropriato, mancanza di orientamento all'interno dei materiali bibliografici indicati non potranno che essere valutati negativamente.

Strumenti a supporto della didattica

Uso di video-proiettore, power-point, materiale autentico cartaceo e audio-visivo.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Cristina Schiavone