73940 - MODELLAZIONE BIM M

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Istruzione di qualità Imprese innovazione e infrastrutture

Anno Accademico 2020/2021

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente ha sviluppato un approccio innovativo al mondo AEC, esteso a tutto il ciclo di vita di un manufatto edilizio; conosce criticamente gli strumenti informatici di maggior diffusione, gli elementi caratteristici della modellazione integrata (oggetti parametrici intelligenti), i principi di l'interoperabilità dei software e il teamworking. In particolare, al termine del corso lo studente è in grado di operare efficacemente l’interfacciamento tra 2D e 3D e padroneggia l'ambiente di lavoro per analisi e sintesi dei dati, la gestione delle varianti e delle modifiche nella gestione dell'output di progetto, riferita anche alle fasi di cantiere.

Contenuti

Scopi e Organizzazione
Il corso ha come obiettivo l'apprendimento dei fondamenti, del lessico e delle procedure del Building Information Modelling. Agli studenti verrà fornita una griglia interpretativa di tali strumenti a partire da esempi recenti – best practice – che hanno contribuito a realizzare la “fortuna” del BIM inteso come insieme di applicativi, che in sinergia permettono di coordinare attività diversificate, complesse ed interconnesse in un rapporto di causa-effetto che ruota intorno ai concetti di modellazione, rappresentazione, computo e gestione del progetto. Nel corso verranno illustrate le differenze e le affinità che legano i BIM ai più comuni modellatori geometrici finalizzati alla pura rappresentazione, nonché la connessione con gli ambienti CAD ed ulteriori applicativi finalizzati ad attività specifiche.
Contenuti delle comunicazioni
Il corso si svilupperà su di un doppio registro: uno di natura teorica e uno di natura applicativa. Il primo si basa sull'illustrazione di case studies di modellazione BIM di particolare rilevanza a livello nazionale ed internazionale, che verranno impiegati per introdurre gli aspetti generali ed i concetti di base di questa tecnica di rappresentazione e gestione del progetto. Il secondo prevede una serie di lezioni tematiche che affronteranno singolarmente i criteri di modellazione BIM implementati all'interno dei più diffusi pacchetti disponibili sul mercato, in modo da garantire agli studenti un'ampia e diversificata visione delle potenzialità e dei limiti di tali applicativi, attraverso l'illustrazione delle loro funzioni basilari ed avanzate.

Testi/Bibliografia

Bibliografia di riferimento
M. Docci, D. Maestri, M. Gaiani, Scienza del disegno, UTET, Torino 2011;
A. Osello, Il futuro del disegno con il BIM per ingegneri e architetti, Flaccovio Editore, Palermo, 2010.
C. Eastman, K. Liston, R. Sacks, P. Teicholz, BIM Handbook: A guide to Building Information Modeling for Owners, Managers, Designers, Engineers and Contractor, Hardcover, 2008.
L. Cipriani, Esempi di disegno dell'architettura. La didattica del disegno nella Facoltà di Ingegneria di Bologna, CLUEB, Bologna 2005;
Nota: durante le singole lezioni verranno indicati dei testi per l'approfondimento di argomenti più specifici (articoli, relazioni, etc.) reperibile su internet.

Metodi didattici

Lezioni frontali, su piattaforma CAD, e applicazione degli argomenti teorici affrontati a casi di studio durante le esercitazioni in aula.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Verifiche intermedie dell'apprendimento
Durante il corso gli allievi dovranno confrontarsi singolarmente con di una serie di esercitazioni di modellazione BIM volte a dimostrare la padronanza acquisita su tali applicativi.

Modalità d'esame
Per la prova d'esame, gli allievi svilupperanno una ricerca su di un caso reale di modellazione BIM, svolgendo una sostanziale "ingegnerizzazione" di un caso di studio di architettura moderna o contemporanea .

La prova di esame consiste nella presentazione pubblica e discussione degli elaborati di questo caso di studio annuale;  durante la presentazione sarà svolta la prova orale del corso, consistente in domande sui contenuti teorici riferiti alle tavole presentate (1 domanda per tavola). 

Strumenti a supporto della didattica

Esercitazioni
Le esercitazioni saranno incentrate sul tema dell'organizzazione del processo progettuale rispetto ai seguenti temi:
-il sistema organizzativo adottato dai modellatori BIM, finalizzato a rafforzare il legame fra ideazione e realizzazione dell'opera;
- modellazione 3D geometrica e parametrica;
- famiglie di sistema: obiettivi, funzionalità e editing.
- sviluppo di metodo collaborativo/integrato durante le fasi di progettazione: l'infrastruttura entro la quale vari operatori devono cooperare in modo coordinato (architetti, ingegneri strutturisti, impiantisti, esperti di efficienza energetico, imprese costruttrici, ecc.).
- creazione di elaborati coerenti ed efficaci rispetto all'esecuzione dell'opera (dalla direzione lavori, al rispetto delle tempistiche di consegna e del budget), strutturati in modo tale da riprodurne le fasi della sua esecuzione materiale e della gestione.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Luca Cipriani

Consulta il sito web di Simone Garagnani