73338 - STORIA DELL'ILLUSTRAZIONE PER L'INFANZIA

Scheda insegnamento

  • Docente Milena Bernardi

  • Crediti formativi 8

  • SSD M-PED/02

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Campus di Bologna

  • Corso Laurea in Educatore nei servizi per l'infanzia (cod. 8775)

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Istruzione di qualità Parità di genere Ridurre le disuguaglianze Pace, giustizia e istituzioni forti

Anno Accademico 2020/2021

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente: - conosce i principali riferimenti teorici e la complessità culturale della storia dell'illustrazione per l'infanzia; - conosce gli incroci tra visivo e narrativo nella produzione di libri ed albi illustrati, e sa orientarsi tra i diversi linguaggi e i rimandi del figurativo che caratterizzano la produzione editoriale per l'infanzia; - conosce e padroneggia gli strumenti di riflessività pedagogica con cui la letteratura per l'infanzia guarda all'illustrazione; - è consapevole delle potenzialità artistiche, espressive, comunicative delle illustrazioni; - conosce il ruolo fondamentale dell'illustrazione nella produzione editoriale per l'infanzia e possiede categorie interpretative per compiere scelte autonome e consapevoli; - è in grado di progettare e attivare percorsi centrati intorno all'illustrazione che tengano conto sia delle specifiche competenze sul visivo, sia della peculiare interazione con la prima infanzia e, quindi, della relazione unica che si instaura tra bambini e figure; - è in grado di approfondire le proprie conoscenze intorno all'illustrazione nella storia della letteratura per l'infanzia e di progettare percorsi, nella relazione educativa e nei servizi per la prima infanzia, segnatamente mirati alla sperimentazione dell'espressività grafica-pittorica-plastica che l'infanzia fruisce a partire dalle stimolazioni suggerite dalle illustrazioni.

Contenuti

Il corso prende in esame l’illustrazione nella storia della letteratura per l’infanzia, in opere classiche e contemporanee, presentando la fondamentale importanza del visivo nel processo narrativo colto nella sua integrale complessità: l’illustrazione e il testo; l’approccio metaforico e interpretativo che l’immagina propone; la testimonianza che l’illustrazione porta dei radicamenti nella storia dell’arte e, nel contempo, nella storia dell’immagine di infanzia e della collocazione dei bambini nella storia sociale e delle rappresentazioni dell’infanzia nei differenti contesti in cui essa vive e ha vissuto. Particolare attenzione viene dedicata alla ricerca originale del lavoro di chi illustra, di contro, invece, alla ripetitività e alla banalizzazione riproposta dalle stereotipie rassicuranti di epigoni dominanti. L’illustratore è visto, dunque, come un “demiurgo”, un artigiano creatore, che reinterpreta, rinarra, dà una propria lettura alla storia, al testo, quale che esso sia.

Le forme editoriali che il corso prende in esame: il romanzo illustrato;la fiaba illustrata; l’albo illustrato; il silent book; il graphic novel; il fumetto per i piccini; i primi libri illustrati per piccoli lettori…; esempi dalla storia dei classici dell’illustrazione e dei contemporanei più rappresentativi di un percorso di ricerca spesso all’avanguardia…

Il corso predilige alcuni percorsi di approfondimento a partire dalle opere di illustratrici e illustratori scelti come exempla di complessità della narrazione nel visivo. Se ne indicano alcuni:

G. Dorè, F. Gonin, A. Rackham, E. H. Schepard, B. Potter, C. Chostri, E. Mazzanti, Golia, U. Fontana, M. Sendack, E. Delessert, R. Innocenti, Lo. Mattotti, L. Zwerger, F. Negrin, A. Browne, Shaun Tan, R. Dautremer, H. Oxembury, C. Carrer, D. Sala…

PER GLI STUDENTI ISCRITTI AL CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN EDUCATORE NEI SERVIZI EDUCATIVI PER L'INFANZIA

Gli studenti, già in possesso del titolo di Laurea in Scienze della Formazione Primaria, dovranno sostenere il seguente programma di studio corrispondente a 4 CFU

Obiettivi Formativi: Conoscenze e abilità da conseguire.

Al termine del corso lo studente:

- conosce i principali riferimenti teorici e la complessità culturale della storia dell'illustrazione per l'infanzia; conosce e padroneggia gli strumenti di riflessività pedagogica con cui la letteratura per l'infanzia guarda all'illustrazione; - è consapevole delle potenzialità artistiche, espressive, comunicative delle illustrazioni; - conosce il ruolo fondamentale dell'illustrazione nella produzione editoriale per l'infanzia e possiede categorie interpretative per compiere scelte autonome e consapevoli; - è in grado di progettare e attivare percorsi centrati intorno all'illustrazione che tengano conto della peculiare interazione con la prima infanzia e, quindi, della relazione unica che si instaura tra bambini e figure; - è in grado di approfondire le proprie conoscenze intorno all'illustrazione nella storia della letteratura per l'infanzia.

 






Testi/Bibliografia

Il programma del corso si compone di una parte dedicata agli aspetti teorici e fondativi della materia, approfonditi nel corso delle lezioni e nei testi di studio, e di una parte di carattere monografico dedicata alle opere di narrativa. Si devono prima studiare i testi di studio teorico, poi scegliere le opere di narrativa.

 

Testi di studio teorico.

Un testo per tutti: - S. Barsotti, L. Cantatore (a cura di), Letteratura per l'infanzia. Temi, forme e simboli della contemporaneità, Carocci, 2019. In particolare si ritendono fondamentali i capitoli 1, 2, 3, 5, 6.

Due testi a scelta tra i seguenti:

 . Bernardi, La voce remota. La fiaba, l'infanzia, l'eredità delle storie. Edizioni ETS, 2019A; Faeti, Guardare le figure, Gli illustratori italiani dei libri per l’infanzia, Edizione Donzelli: per chi sceglie questo testo si raccomandano in particolare i capitoli 1, 2. O due capitoli concordati con la docente; M. Dallari, S. Moriggi, Educare alla bellezza, Ed Erickson; Hamelin, A occhi aperti, Edizione Donzelli; M. Terrusi, Albi illustrati, Ed. Carocci; M. Terrusi, Meraviglie mute, Ed. Carocci.

Parte monografica.

Lo studente può scegliere tre illustratori di cui portare all’esame un’opera illustrata per ognuno. Oppure un illustratore di cui portare all'esame tre opere illustrate. Albi illustrati o romanzi illustrati sono egualmente perfetti per l'esame.

Le indicazioni relative agli illustratori tra cui lo studente può scegliere si trovano alla voce Contenuti Utili: "percorso monografico, opere di narrativa" del sito docente. E nei materiali didattici online.

PER GLI STUDENTI ISCRITTI AL CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN EDUCATORE NEI SERVIZI EDUCATIVI PER L'INFANZIA

Gli studenti, già in possesso del titolo di Laurea in Scienze della Formazione Primaria, dovranno sostenere il seguente programma di studio corrispondente a 4 CFU

Testi di studio teorico.

Un testo per tutti: - S. Barsotti, L. Cantatore (a cura di), Letteratura per l'infanzia. Temi, forme e simboli della contemporaneità, Carocci, 2019

Un testo a scelta tra i seguenti:

A. Faeti, Guardare le figure. Gli illustratori italiani dei libri per l’infanzia, Edizione Donzelli; A. Faeti, Specchi e riflessi, Edizioni Il Ponte Vecchio; M. Dallari, S. Moriggi, Educare alla bellezza, Ed Erickson; Hamelin, A occhi aperti, Edizione Donzelli; M. Terrusi, Albi illustrati, Ed. Carocci; M. Terrusi, Meraviglie mute, Ed. Carocci.

Parte monografica.

Lo studente può scegliere tre illustratori di cui portare all’esame un’opera illustrata per ognuno. Oppure un illustratore di cui portare all'esame tre opere illustrate. Albi illustrati o romanzi illustrati sono egualmente perfetti per l'esame

Le indicazioni relative agli illustratori tra cui lo studente può scegliere si trovano alla voce Contenuti Utili: "percorso monografico, opere di narrativa" del sito docente. E nei materiali didattici online.

Metodi didattici

Lezione frontale. Brainstorming, discussione e confronto. Analisi di materiali narrativi, letterari, visivi, filmici, con particolare attenzione a proposte di illustrazioni nei libri per bambini. Visione diretta di albi illustrati.

Modalità di verifica dell'apprendimento

La verifica consiste in una prova orale. Il colloquio, nel corso del quale lo studente sarà invitato a confrontarsi con i testi in programma, vuole verificare e valutare:

- l'organicità delle conoscenze raggiunte riguardo agli assunti epistemologici e di base della disciplina, ai riferimenti teorici ed interpretativi, al panorama letterario e narrativo, agli incroci con la circolarità dell'immaginario;

- le capacità critiche e metodologiche maturate;

- il possesso di strumenti interpretativi che consentano un approccio problematico e non mnemonico alla complessità della disciplina vista anche con ottica interdisciplinare e multidisciplinare;

- la capacità di contestualizzare la propria preparazione nella cornice specifica della relazione educativa con la prima infanzia;

- la padronanza espressiva del linguaggio specifico.

Anche a tal fine lo studente è tenuto a completare la preparazione all'esame con il proprio percorso monografico, da esporre oralmente all'esame, che intrecci le conoscenze teoriche acquisite al panorama letterario e narrativo preso in esame.

Il voto dell'esame si esprime in trentesimi.

L'iscrizione all'esame è su Almaesami.

Non si effettua il salto d'appello.

Strumenti a supporto della didattica

Lettura a voce alta, narrazione orale con visione di immagini e illustrazioni, di materiale visivo rapportato anche ai codici filmico e teatrale -. Materiali di consultazione nel sito docente e nel sito CRLI- Centro di ricerca in Letteratura per l'Infanzia.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Milena Bernardi