92514 - SEM. START-UP: DAL BUSINESS MODEL AL BILANCIO D'ESERCIZIO

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Lavoro dignitoso e crescita economica Imprese innovazione e infrastrutture Ridurre le disuguaglianze

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Il seminario approfondisce gli aspetti economico-finanziari collegati all’avvio di una start-up. In particolare, si propone un percorso che prende avvio dallo sviluppo del business model per concludersi con la stesura del bilancio di esercizio del primo anno di attività. Le finalità sono quelle di fornire conoscenze e generare consapevolezza su aspetti chiave della creazione d’impresa.

Contenuti

1° incontro

Argomenti trattati: Dall'idea al business model (validazione dell'idea, valutazione della profittabilità, analisi dei revenue stream, bontà del business, ecc..).

Obiettivi formativi: conoscenza dei rudimenti di gestione dell’impresa nella fase embrionale, ai fini della successiva implementazione pratica e comprensione del valore in ottica di analisi differenziale.

2° incontro

Argomenti trattati: Costruzione di un business plan (analisi delle varie parti che costituiscono un business plan, finalità del business plan, motivazioni per costruirlo, analisi di un caso di costruzione di business plan per esempio per richiesta di finanziamento presso una banca).

Obiettivi formativi: cognizione delle tecniche di redazione del piano industriale, per la sottoposizione ad investitori istituzionali e a stakeholder di interesse.

3° incontro

Argomenti trattati: Analisi della forma giuridica più adatta per il business da avviare (disamina delle varie forme giuridiche che l'ordinamento italiano prevede, analisi di talune casistiche che le start-up possono affrontare come l'ingresso di un nuovo socio, l'uscita di un socio, l'aumento del capitale e la copertura delle perdite, i vantaggi fiscali dell'iscrizione presso il registro delle startup innovative, ecc..).

Obiettivi formativi: focalizzazione delle competenze giuridiche in materia di impresa (diritto commerciale) necessarie per individuare il modello societario più confacente e opportuno rispetto alle necessità di implementazione del business stabilito.

Durata: 3 ore.

4° Incontro

Argomenti trattati: Calcolo delle imposte di esercizio di una società (lezione pratica di come si calcolano le imposte di esercizio di una società, analizzando varie casistiche e affrontando tematiche di redazione del bilancio di esercizio, ovviamente il tutto commisurato con le nozioni che gli studenti possono aver maturato in base al loro piano di studi).

Obiettivi formativi: apprendimento delle diverse finalità insite nelle discipline civilistica e fiscale e delle tecniche di determinazione del carico impositivo e del pagamento delle imposte.

5° Incontro

Argomenti trattati: Presentazione della figura del Dottore Commercialista, dell'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bologna, il tutto correlato al percorso svolto fino a questo momento identificando il Dottore Commercialista come la figura principe che possa aiutare le start-up e le nuove imprese in generale a costituirsi e a crescere.

All'interno di questo ultimo incontro sarà somministrata agli studenti una verifica finale delle competenze (ultima ora su 3), necessaria per la validazione del percorso di seminario all'interno del loro percorso di studi.

Obiettivi formativi: definizione delle attività svolte dal Dottore Commercialista, del ruolo sociale ricoperto dal medesimo rispetto alla collettività e dell’ente istituzionale cui esso fa riferimento.

Testi/Bibliografia

Testi e capitoli per l'approfondimento personale:

- Ferrandina, A. 2018. Business plan: casi pratici, V edizione. IPSOA

- Campobasso, G. F. 2015. Diritto commerciale, Volume II – Diritto delle Società. UTET. Capitoli 1, 2, 3, 4, 8, 9, 13, 18 e 19.

- Luca, M., Bontempo, F., Sura, A., & Fabi, T. 2019. Bilancio e reddito d’impresa. IPSOA. Capitoli 7, 9 e 13.

Metodi didattici

Il seminario prevede più relatori, in parte amministratori e manager di primarie imprese del territorio, in parte qualificati professionisti del network della Commissione Giovani dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed esperti contabili della Provincia di Bologna, coordinati dal loro Presidente, Dottor. Giovanni Enrico Passarini.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Viene richiesta la frequenza di almeno 4 seminari sui 5 programmati. Alla fine del ciclo di seminari è prevista una prova scritta, della durata complessiva di un’ora, che verterà su una domanda aperta e dieci domande a risposta multipla, inerenti gli argomenti trattati dai relatori.

Alle domande “multiple choice” verrà attribuito un punteggio di 1,5 punti cadauna, mentre alla domanda aperta un punteggio massimo di 15 punti, per un totale complessivo di 30 punti. Il superamento della prova si ottiene con il raggiungimento del punteggio minimo di 18 punti, pertanto risulterà necessario ottenere punti sia nelle domande a risposta multipla che nella domanda aperta.

Strumenti a supporto della didattica

A supporto della didattica sono previste ICT che favoriscano la relazione docente-studente.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Gabriele Morandin