45150 - SISTEMI INFORMATIVI GEOGRAFICI

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Agire per il clima

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso, lo studente apprende le principali caratteristiche dei sistemi informativi geografici (GIS), le tecniche di integrazione e analisi dati (e.g., dati geologici di campo, database sedimentologici e geofisici, database climatici, foto aeree, immagini satellitari e modelli digitali del terreno) su piattaforma GIS ai fini della mappatura e cartterizzazione delle forme del paesaggio e dei processi idrologici e geomorfologici che lo modificano, per la gestione del territorio e la valutazione dei cambiamenti climatici. Lo studente è in grado di utilizzare il software ArcGIS e alcuni moduli aggiuntivi open source.

Programma/Contenuti

Il programma del corso cura i seguenti argomenti:

1. Sistemi Informativi Geografici come strumento per l'integrazione di dati georiferiti raccolti a diverse scale temporali e spaziali

2. Dati raster per l'analisi della superficie terrestre.

3. Dati vettoriali per la costruzione di database geologici e geomorfologici.

4. Foto aeree e fotointerpretazione.

5. Mappatura multitemporale di cambiamenti ambientali: uso del suolo, versanti, alvei fluviali, ghiacciai e forme periglaciali.

6. La tecnologia LiDAR per l'acquisizione di modelli digitali del terreno ad alta risoluzione.

7. Delineazione di bacini idrografici e del reticolo idrografico.

9. Curvatura topografica e rugosità della superficie terrestre.

10. Esempi pratici di telerilevamento e compilazione di database geomorfologici (e.g., inventari di frana, depositi fluviali in alveo, forme glaciali e periglaciali).

11. Integrazione in ambiente GIS di dati acquisiti tramite telerilevamento, geofisica e rilevamento classico di terreno.

Testi/Bibliografia

Materiale tratto dalle lezioni frontali tenute in classe.

Articoli scientifici specifici verranno distribuiti durante lo svolgimento del corso.


Metodi didattici

Lezioni frontali e laboratori GIS.

 

Modalità di verifica dell'apprendimento

Laboratori GIS (ArcGIS 10.5.1):

Sei sessioni di laboratorio, suddivise in 2 turni, per un totale di 24 ore, ciascuno basato sull'utilizzo del software ArcGIS e di svariati moduli aggiuntivi open source.

Lab 1: Introduzione alla struttura del Software ArcGIS. Gestione dei dati: ArcCatalogue; interfaccia grafica principale (ArcMap); Strumenti analitici specifici (ArcToolbox).

Lab 2: Introduzione ad operazioni principali su dati di tipo vettoriale e raster.

Lab 3: Ricostruzione climatica a partire dalla mappatura multitemporale del Ghiacciaio Ventina.

Lab 4: Delineazione di un bacino idrografico e del reticolo idrografico.

Lab 5: Estrazione di parametri topografici per la comprensione e la mappatura di processi e forme superficiali: curvatura topografica e scabrezza.

Lab 6 (lavoro a coppie): mappatura multi-temporale dell'alveo attivo di un sistema fluviale a scelta Italiano, mediante utilizzo di WMS storici.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Test di Medio Termine (facoltativo) basato su un esercizio ArcGIS da eseguire in classe (30%).

Report 1: guidato passo passo in classe basato sui risultati ottenuti nei laboratori 3, 4 e 5 (30%).

Presentazione orale interattiva del lavoro svolto a coppie nel laboratorio 6 (30%).

Esame orale finale su argomenti teorici ed applicativi sviluppati a lezione (10%).

In mancanza di Test di Medio Termine: Esame finale scritto supplementare (esercizio ArcGIS da eseguire in classe) (30%)

Strumenti a supporto della didattica

Videoporiezioni da PC e presentazioni/discussioni interattive in classe.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Francesco Brardinoni