82054 - AUDIOVISUAL TRANSLATION (CL1)

Scheda insegnamento

  • Docente Rachele Antonini

  • Crediti formativi 5

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza

  • Lingua di insegnamento Inglese

  • Orario delle lezioni dal 30/09/2019 al 19/12/2019

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Istruzione di qualità Uguaglianza di genere

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Lo/a studente/ssa - conosce in modo approfondito le strategie, le tecniche, i metodi e gli strumenti professionali utilizzati per la traduzione audiovisiva - è capace di applicarli nell’adattamento di prodotti multimediali di generi e tipi differenziati, tra l’inglese e l'italiano, nel rispetto dei requisiti di accessibilità dei media - conosce ed è capace di utilizzare le tecniche fondamentali di documentazione, redazione, cura e revisione dei testi, compresa una adeguata valutazione della qualità linguistica del prodotto multimediale adattato nel suo complesso

Programma/Contenuti

Il modulo di traduzione multimediale è parte dell'insegnamento integrato di Translation for media accessibility (Italian and English) ed è diviso in due classi. Le rispettive docenti (prof.ssa Antonini per la cl.1 e prof.ssa Bucaria per cl.2) tratteranno gli stessi argomenti e utilizzeranno gli stessi materiali.

Il modulo sarà articolato in due parti che approfondiranno due modalità fondamentali di traduzione per il piccolo ed il grande schermo. La prima parte prevede un'introduzione teorico-pratica al sottotitolaggio ed esercitazioni con varie tipologie di prodotti audiovisivi per il piccolo e il grande schermo. La seconda parte prevede un'introduzione teorico-pratica al voice-over ed esercitazioni con varie tipologie di prodotti audiovisivi per la televisione. Inoltre saranno impartire nozioni di base su altre modalità di traduzione audiovisiva (sottotitoli per non udenti, videogiochi, dimensione del fansubbing e doppiaggio) e informazioni relative alle possibilità occupazionali per chi intraprende una carriera nel settore della traduzione audiovisiva.

Gli/le studenti/esse saranno incoraggiati/e a partecipare alle attività scientifiche del Dipartimento e, nello specifico, a conferenze e seminari organizzati nell'ambito dei vari Laboratori di ricerca e che tratteranno argomenti inerenti ai contenuti del corso.


Testi/Bibliografia

Sulla pagina Moodle del modulo sarà pubblicata una bibliografia di riferimento e una dispensa con testi sulle varie forme di traduzione audiovisiva trattate nel modulo che includono ma non sono limitati a:

Antonini R., (2005) The perception of subtitled humour in Italy, «HUMOR», 2005, 18.2, pp. 209 – 225.
   - (2007) ‘SAT, BLT, Spirit Biscuits, and the Third Amendment: What Italians make of cultural references in dubbed texts’, in: Doubts and Directions in Translation Studies Selected contributions from the EST Congress, Lisbon 2004, Amsterdam: John Benjamins Publishing Company, 2007, pp. 153 - 168 (atti di: Doubts and Directions in Translation Studies, Lisbona, Portogallo, 2004).
   - (2008) ‘The perception of dubbese: An Italian study’, in: Between Text and Image. Updating research in screen translation, Amsterdam: John Benjamins Publishing Company, pp. 135 – 147.
   - (2009) ‘The perception of dubbed cultural references in Italy’, INTRALINEA ON LINE TRANSLATION JOURNAL: 11.

Antonini R.; Chiaro D. (2009) ‘The Perception of Dubbing by Italian Audiences’, in: Audiovisual Translation. Language Transfer on Screen, Basingstoke: Palgrave Macmillan, pp. 97 – 114.

Chiaro, Delia (2008) 'Audiovisual Translation', in: The Rouledge Companion to Translation Studies, London: Routledge, pp. 169 - 170.

Pageon, Daniel (20117), The World of the Voice-over: Writing, adapting and translating scripts, training the voice, building a studio, London: Actors World Production.


Metodi didattici

Tutte le lezioni sono frontali e incoraggiano gli/le studenti/esse a partecipare attivamente e in maniera critica a tutte le attività previste. Inoltre, prevedono l'obbligo di frequenza da parte dello studente al 70%.

Il metodo didattico si articola in due fasi principali. La prima prevede l’analisi critica e contrastiva e la revisione di liste di sottotitoli e adattamenti in voice-over. La seconda fase si basa su esercitazioni di sottotitolaggio e voice-over in classe e a casa che prevedono la familiarizzazione con software di sottotitolaggio, esercizi di decoding, esercizi di spotting, traduzione e adattamento in sottotitolaggio e voice-over, prove di lettura e registrazione in cabina di doppiaggio degli adattamenti in voice-over.


Modalità di verifica dell'apprendimento

Al fine di dimostrare l'avvenuto apprendimento delle tecniche di traduzione audiovisiva, la prova finale del modulo di Traduzione Multimediale prevede la scelta tra un adattamento in passiva mediante sottotitoli o in voice-over di una clip della durata di circa 3/4 minuti tratta da una delle tipologie di prodotto audiovisivo trattate e analizzate in classe.

La clip proposta dalle docenti, il file con le istruzioni, il minutaggio e il link alla prodotto completo, nonché i modelli da utilizzare per le due tipologie di adattamento saranno caricati su Moodle in una data concordata con gli studenti. la consegna è prevista entro e non oltre una settimana (le date e le scadenze saranno comunicate successivamente alla pubblicazione del calendario degli esami), via mail all'indirizzo della docente di riferimento.

Il voto finale del corso integrato di Translationion for media accessibility viene definito sulla media dei voti riportati nelle prove di Traduzione Audiovisiva e Software and Game Localization.


Strumenti a supporto della didattica

Computer, video, testi paralleli, software per il sottotitolaggio e il voice-over, piattaforma Moodle ([2017-18] Audiovisual Translation Cl.1 (Antonini) - http://moodle.sslmit.unibo.it/course/view.php?id=801)

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Rachele Antonini