73328 - LABORATORIO DI SPECIALIZZAZIONE PROFESSIONALE IN PREVENZIONE E CURA EDUCATIVA DEL DISAGIO SOCIALE II (G.H)

Scheda insegnamento

  • Docente Paola Villano

  • Crediti formativi 3

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Orario delle lezioni dal 24/10/2019 al 28/11/2019

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Uguaglianza di genere Ridurre le disuguaglianze

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del laboratorio lo studente: - è capace di muoversi autonomamente nell'applicare le tecniche specifiche apprese in modo autonomo o all'interno di progettazioni organizzate dalle istituzioni; - sa confrontarsi con altri soggetti sulle modalità d'uso e di documentazione delle tecniche apprese; - sa collocare il sapere specifico appreso in differenti tipologie di servizio; - sa valutare i limiti e i pregi delle strumentazioni tecniche apprese; - sa trasferire le tecnologie apprese in contesti differenziati apportandovi modificazioni e integrazioni personali.

Programma/Contenuti

Il laboratorio intitolato "

Disuguaglianze, pregiudizi e stereotipi nei discorsi e nella vita quotidiana"

focalizza l'attenzione sullo studio dei pregiudizi e dell'ideologia razzista, partendo dai propri pregiudizi. L'approccio psicosociale allo studio di questi concetti si articola su 3 argomenti: il pregiudizio e gli stereotipi, la loro riduzione, il discorso. Il laboratorio intende affrontare alcuni nodi tematici fondamentali: 1) le strutture mentali e i processi psicologici che formano le nostre credenze e i nostri pregiudizi (autoriflessione sui propri schemi); 2) le tecniche e lo sviluppo di soft skills (ascolto attivo…) per imparare a ridurre i propri pregiudizi; 3) i modi attraverso cui i testi e le conversazioni quotidiane (ri)producono, anche in maniera sottile e velata, atteggiamenti pregiudiziali che mirano all'esclusione sociale.

 

Testi/Bibliografia

van Dijk, T.A. (2004) Ideologie. La costruzione sociale del pregiudizio, Roma, Carocci.

Villano P. (2013) Pregiudizi e stereotipi, Roma, Carocci.

Metodi didattici

Durante il laboratorio verrà trattato il pregiudizio attraverso i vari approcci teorici, giochi di ruolo, visione di film; verranno anche svolti esercitazioni di analisi della stampa per imparare a cogliere le caratteristiche distintive dell'ideologia razzista e del pregiudizio e le sue manifestazioni nel discorso.

Modalità di verifica dell'apprendimento

E’ previsto un lavoro finale da svolgere in piccoli gruppi (una breve analisi di materiale discorsivo scelto dagli studenti e/o produzione di video) con presentazione durante l’ultima lezione.

Il laboratorio è da considerarsi come un normale corso e, quindi, gli studenti saranno valutati al termine del periodo d’insegnamento sulla base del lavoro svolto durante il laboratorio. I criteri di valutazione utilizzati saranno la partecipazione attiva al laboratorio e l'apporto individuale nei lavori svolti in gruppo.

Come previsto dal D.M. 270, la valutazione del Laboratorio, la cui frequenza è obbligatoria (20 ore su 24), avverrà utilizzando i giudizi idoneo o non idoneo.

Strumenti a supporto della didattica

Power point, slide, film

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Paola Villano