13275 - LINGUA LATINA (1) (E-M)

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente conosce: 1) elementi di fonetica della lingua latina 2) la morfologia, la sintassi e il lessico di base della lingua latina 3) alcuni elementi di base di storia della lingua necessari per una piena comprensione delle strutture morfologiche più importanti. ha inoltre acquisito le seguenti competenze: 1) sa pronunciare correttamente la lingua latina 2) sa riconoscere e descrivere le principali strutture morfosintattiche 3) sa flettere correttamente nomi, aggettivi, pronomi e verbi 4) sa tradurre e analizzare testi noti.

Contenuti

I. CORSO MONOGRAFICO 

Plauto, Menecmi: la commedia dei gemelli verrà analizzata sul piano linguistico e letterario attraverso una scelta antologica delle scene più significative. I versi in programma (da leggere in originale) sono: argomento acrostico; vv. 77-273; 486-523; 701-752; 808-875; 889-967; 1062-1083. Tutti questi passi sono contenuti nella dispensa pubblicata tra i materiali didattici.

II. ISTITUZIONI DI LINGUA LATINA morfologia, lessico, elementi di sintassi

III. AUTORI da Cornelio Nepote, De viris illustribus: lettura integrale della Praefatio e della Vita Attici.

LETTURE CRITICHE vd. Bibliografia

ESERCITAZIONI E LABORATORI

I semestre: Corso zero per studenti OFA.

II semestre:

- Lettura di Cornelio Nepote (L. Galli): lun. 13-15 e 17-18.30, Aula Pascoli, inizio 10 febbraio.

- Corso di lingua I livello - morfologia e sintassi elementare (E. Dal Chiele): mar 17-18.30; gio 17-18.30, Aula Pascoli, inizio 11 febbraio.


inizio corso: lun. 3 febbraio

 



Testi/Bibliografia

I. CORSO MONOGRAFICO

Testi: si consiglia la lettura integrale della commedia in traduzione italiana in una delle edizioni economiche in commercio, ad es.: Tito Maccio Plauto, I Menecmi, introduzione di C. Questa, traduzione di M. Scandola Milano BUR, 2004; oppure Tito Maccio Plauto, Anfitrione, Bacchidi, Menecmi, introduzione e note di M. Rubino, di V. Faggi, Milano, Garzanti, 2009.
Una dispensa, con traduzione esegetica delle scene selezionate, corredata da un sintetico commento liguistico, è disponibile tra i materiali didattici.

II.ISTITUZIONI DI LINGUA

I. Dionigi – E. Riganti – L. Morisi, Il latino, Bari, Laterza 2011 oppure Verba et res. Morfosintassi e lessico del latino, 2 voll., Bari, Laterza, 1999;

A. Traina – G. Bernardi Perini, Propedeutica al latino universitario, Bologna, Pàtron, 1995, capp. I-VI (per l'approfondimento di particolari problemi di fonetica, morfologia e sintassi).

III. AUTORI

Cornelio, Nepote, dal De viris illustribus: verranno fornite tra i materiali didattici dispense con il testo latino della Praefatio e della Vita Attici, la traduzione italiana e un commento linguistico.

IV. LETTURE CRITICHE

Una lettura a scelta tra le seguenti:

C. Questa, Introduzione (capitoli: La fortuna di Plauto e Lettura dei Menecmi), in Tito Maccio Plauto, I Menecmi, Milano (BUR), 1984 (1a ed.), pp. 47-79.

S. Monda, Il teatro di Plauto: l’attore tra recitazione canto, Dioniso 2, 2012, 149-165. 

E. Fantham, Mania e medicina nei Menaechmi e in altri testi, in R. Raffaelli-A. Tontini, Lecturae Plautinae Sarsinates 10 (Menaechmi), Urbino  2007, 23-45 (disponibile tra i materiali didattici)

F. Mencacci, L'equivoco felice. Lettura gemellare dei Menaechmi, in R. Raffaelli-A. Tontini, Lecturae Plautinae Sarsinates 10 (Menaechmi), Urbino 2007, 47-68 (disponibile tra i materiali didattici).

Agli studenti e alle studentesse non frequentanti è richiesto anche:

M. Fruyt, Word-Formation in Classical Latin, in A companion to the latin language, edited by James Clackson, Maiden (MA)-Oxford, Wiley-Blackwell, 2011, pp. 157-175 (disponibile tra i materiali didattici).



Metodi didattici

Il metodo adottato nel corso è quello della lezione frontale; nelle esercitazioni e nei laboratori si darà invece spazio alla lezione interattiva, con un  maggiore coinvolgimento dello studente nell'attività didattica.


Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame prevede:

- una prova scritta, da svolgere al computer, con domande a risposta chiusa volte ad accertare le conoscenze della morfosintassi di base; N.B. L'esito positivo è vincolante per accedere alla prova orale. La prova ha una durata di 6 mesi, la soglia è posta a 18/30.

- un colloquio orale nel quale sarà accertata la capacità dello studente di: leggere, tradurre e comprendere i testi latini in programma; rispondere a quesiti riguardanti la struttura grammaticale della lingua (fonetica, morfologia e sintassi di base) a partire dai testi stessi; discutere i saggi e le tematiche previste dal corso monografico.
- non è possibile dividere l'esame in appelli separati: gli esami relativi alla parte istituzionale e alla parte monografica vanno sostenuti nello stesso appello.

La valutazione si atterrà alle seguenti indicazioni:
- voto insufficiente: carenza delle conoscenze linguistiche di base (fonetica, morfologia ed elementi di sintassi) e incapacità di produrre una traduzione e un'interpretazione corrette dei testi.
- voto sufficiente: possesso delle conoscenze linguistiche di base; traduzione e interpretazione dei testi prevalentemente corretta, ma condotta con imprecisione e scarsa autonomia.
-voto positivo: possesso di conoscenze linguistiche di livello intermedio; traduzione e interpretazione dei testi pienamente corretta, ma non sempre precisa e autonoma.
-voto eccellente: possesso di conoscenze linguistiche di livello medio-alto; traduzione e intepretazione dei testi non solo corretta ma condotta con autonomia e precisione.

Strumenti a supporto della didattica

1. Alcuni materiali didattici (ad esempio le slides proiettate a lezione) saranno caricati on-line.
2. Esercitazioni e laboratori (vd. programma) dedicati sia all'avviamento allo studio del latino (fonetica, morfologia e sintassi), sia al testo che fa parte del programma di esame (Svetonio).

3. Videolezioni di Latino, disponibili al link https://elearning-pro.unibo.it/course/view.php?id=116.


Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Lucia Pasetti