02609 - LETTERATURA ITALIANA CONTEMPORANEA (E-M)

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Istruzione di qualità

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Lo studente al termine del corso ha acquisito la conoscenza di ampi settori della storia letteraria novecentesca, privilegiando i rapporti della letteratura con i fenomeni storici, sociali, antropologici e latamente culturali; lo studio è accompagnato da supporti critici e didattici ed analizza elementi del testo, problemi formali, strutturali, di composizione e di ricezione. Attraverso questo percorso lo studente acquisisce le capacità di analizzare in autonomia testi della tradizione letteraria contemporanea.

Programma/Contenuti

I modulo – Le città del Novecento

30 ore per 6 crediti, inizio lezioni lunedì 23 settembre 2019. Le lezioni si terranno tutti i lunedì ore 13-15 (in Aula III, Via Zamboni 38), giovedì ore 09-11 e venerdì ore 09-11 (in Aula VI, via Zamboni 38).

Il corso consiste in una lettura diretta dei testi narrativi in programma, con un'attenzione particolare alla rappresentazione della città.

II modulo – Poesia italiana a cavallo fra i due secoli

30 ore per 6 crediti, inizio lezioni lunedì 11 novembre 2019. Le lezioni si terranno tutti i lunedì ore 13-15 (in Aula III, Via Zamboni 38), giovedì ore 09-11 e venerdì ore 09-11 (in Aula VI, via Zamboni 38).

Un'introduzione tematica e formale (metrica, retorica, stilistica) alla poesia cosiddetta lirica dell'ultimo trentennio di Novecento. 

Testi/Bibliografia

Sezione a)

Durante il corso verranno letti e discussi a lezione testi narrativi, poetici e critici, secondo una scansione in sei unità di studio:

I Modulo – Le città del Novecento

Trieste: I. Svevo, Una vita (Milano, Garzanti: 2008).

Roma: G. d’Annunzio, Il piacere (Torino, Einaudi: 2014).

Modena: Delfini, Il 10 giugno 1918, in I Racconti (Milano, Garzanti: 1963). [su piattaforma IOL]

Milano: E. Pagliarani, La ragazza Carla (Milano, il Saggiatore: 2016).

 

II Modulo – Poesia italiana a cavallo fra i due secoli

A. Bertoni, Poesia italiana dal Novecento a oggi (Bologna, Marietti: 2019).

Durante il corso verranno approfonditi alcuni testi poetici di autori e autrici italiani viventi.

Testi letti a lezione: 

- Città vecchia (U. Saba)

- Invernale (G. Gozzano)

- A Cesena (M. Moretti)

- Crepuscolo mediterraneo (D. Campana)

- Genova (G. Caproni)

- Nostalgia (G. Ungaretti)

- I limoni (E. Montale)

- Autostrada della Cisa (V. Sereni)

- Avorio (M. Luzi)

- Battendo a macchina (G. Caproni)

- Il pianto della scavatrice I (P.P. Pasolini)

- Postkarten n. 49 (E. Sanguineti)

- Sembiante e Una sera come tante (G. Giudici)

- Questa ragazza si sottrae ad ogni gesto, Qual è la sinistra della parola e Rumore, fa' silenzio! (V. Magrelli)

Alcuni testi saranno a disposizione degli studenti sulla piattaforma online.

Gli studenti che frequentano il corso per 6 cfu sceglieranno indifferentemente tra i due moduli.

 

Sezione b) Una panoramica sulla modernità:

Sezione obbligatoria (sia per i 6 che per i 12 cfu):

b.0) Le origini della modernità

  • G. Leopardi, Canti (Milano, Bur: 1998): Bruto minore, Ultimo canto di Saffo, Alla sua donna, Canto notturno di un pastore errante dell’Asia, A se stesso, Aspasia, Ginestra.
  • Id., Operette morali (Milano, Bur: 2008): Dialogo della moda e della morte, Dialogo di Torquato Tasso e del suo genio familiare, Dialogo della natura e di un islandese, Cantico del Gallo Silvestre, Dialogo di Federico Ruysch e le sue mummie, Dialogo di Tristano e di un amico.
  • A. Manzoni, Promessi sposi (Torino, Einaudi: 2015), capp. 1, 2, 8, 37, 38.  

Saggi critici:

  • M. A. Bazzocchi, Leopardi, Bologna, il Mulino 2008 (prepareranno le parti relative ai testi indicati nella selezione). 
  • F. De Cristofaro, Manzoni, Bologna, il Mulino 2009, Capp. III e IV. 

 

Gli studenti frequentanti e non (solo per i 12 cfu) sono tenuti a leggere un testo a scelta e il rispettivo saggio critico per almeno tre sezioni elencate. Non si possono scegliere tre sezioni di sola poesia o tre sezioni di sola prosa. Prosa e poesia devono essere alternate (due moduli di prosa e uno di poesia, o viceversa).

Gli studenti frequentanti e non (6 cfu) sono tenuti a leggere un testo a scelta e il rispettivo saggio critico per almeno una sezione (oltre a b.0).

 

(Erasmus e overseas:

Studenti 6 cfu: primo o secondo modulo senza istituzionale

Studenti 12 cfu: primo e secondo modulo senza istituzionale)

 

b.1) Avanguardia e sperimentazione

  • A. Palazzeschi, L’incendiario (Milano, Mondadori: 2001).
  • G. Gozzano, I colloqui in Id., Tutte le poesie, a cura di A. Rocca (Milano, Mondadori: 2016).
  • C. Rebora, Frammenti lirici (Novara, Interlinea: 2008).
  • D. Campana, Canti orifici e altre poesie (Milano, Garzanti: 2007).

Saggio critico: A. Bertoni, Poesia italiana dal Novecento a oggi (Bologna, Marietti: 2019), capp. 1 e 2.

b.2) Linee poetiche del Novecento

  • G. Ungaretti, L'allegria (1942), in Id., Vita d’un uomo (Milano, Mondadori: 2016). Saggio critico: G. Guglielmi, Interpretazione d’Ungaretti (Bologna, il Mulino: 1989), pp. 7-43. [su piattaforma web Insegnamenti, b.2]
  • E. Montale, Le occasioni (1939), a cura di T. De Rogatis (Milano, Mondadori: 2018). (introduzione e commento)
  • U. Saba, Mediterranee (1947) in Id., Il canzoniere (Torino, Einaudi: 2014), pp. 529-558. Saggio critico: G. Debenedetti, Poesia del Novecento (Milano, Garzanti: 2000), pp. 127-173 [su piattaforma web Insegnamenti, b.2] 

*Per questa sezione non c’è un unico saggio critico, ma uno diverso per ciascuna opera.

b.3) Neorealismo e resistenza

  • E. Vittorini, Conversazione in Sicilia (Milano, Rizzoli: 2012).
  • I. Calvino, Il sentiero dei nidi di ragno (Milano, Mondadori: 2014).
  • C. Pavese, La casa in collina (Torino, Einaudi: 2014)
  • V. Pratolini, Metello (Milano, Rizzoli: 2011).
  • B. Fenoglio, Una questione privata (Torino, Einaudi: 2014). 

Saggio critico: G. Ferroni, Nel tempo del neorealismoin Id.,Storia della letteratura italiana. Il Novecento e il nuovo millennio (Milano, Mondadori: 2012), pp. 373-412. [su piattaforma web Insegnamenti, Sezione b.3]

b.4) La contestazione e la letteratura giovanile

  • P.V. Tondelli, Altri libertini (Milano, Feltrinelli: 2013).
  • E. Morante, Il mondo salvato dai ragazzini (Torino, Einaudi: 2012).
  • N. Ginzburg, Caro Michele (Torino, Einaudi: 2006).
  • E. Palandri, Boccalone. Storia vera piena di bugie (Milano, Bompiani: 2000)
  • G. Celati, Comiche (Macerata, Quodlibet: 2012)

Saggio critico: G. Celati (a cura di), Alice disambientata (Firenze, Le Lettere: 2007).

b.5) Postmoderno

  • U. Eco, Il nome della rosa (Milano, Bompiani: 2018).
  • I. Calvino, Se una notte d’inverno un viaggiatore (Milano, Mondadori: 2016).
  • A. Tabucchi, Il gioco del rovescio e altri racconti (Milano, Feltrinelli: 2013).

Saggio critico:

R. Donnarumma, Postmoderno italiano, in Id., Ipermodernità. Dove va la narrativa contemoporanea (Bologna, il Mulino: 2014), cap. 1. (su Darwinbook tramite portale di Ateneo)

b.6) La poesia dell’ultimo Novecento

  • V. Sereni, Strumenti umani (Milano, il Saggiatore: 2018).
  • P.P. Pasolini, Le ceneri di Gramsci (Milano, Garzanti: 2015).
  • M. De Angelis, Somiglianze in Id., Tutte le poesie (Milano, Mondadori: 2017).
  • A. Rosselli, Serie ospedaliera, in Ead., Le poesie (Milano, Mondadori: 2012), pp. 191-305.
  • E. Testa (a cura di), Dopo la lirica (Torino, Einaudi: 2005)

Saggio critico: N. Lorenzini, Dopo la lirica, in Ead., La poesia del Novecento(Bologna, il Mulino: 2018), pp. 155-208.

Metodi didattici

Il corso è basato sulla lettura, l'analisi e la discussione dei testi letterari in programma. 

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame consiste in una prova orale che ha lo scopo di valutare le conoscenze e le capacità critiche maturate dallo studente durante lo svolgimento del corso. Si darà priorità alle analisi dei testi letterari di cui lo studente dovrà dimostrare una buona conoscenza contenutistica e critica. Il colloquio sonderà inoltre la capacità dello studente di mostrare i rapporti intertestuali tra i testi in bibliografia, seguendo le linee guida indicate dal docente durante le lezioni. I non frequentanti dovranno invece dimostrare una approfondita conoscenza dei testi critici come indicato dalla bibliografia di riferimento.

1. I voti di eccellenza verranno assegnati agli studenti che dimostreranno di saper analizzare approfonditamente i testi e di saper restituire, in prova di esame, una visione organica dei temi affrontati a lezione e/o studiati sui testi critici in bibliografia (soprattutto per i non frequentanti). Fondamentale sarà anche la padronanza espressiva utilizzata durante il colloquio. Votazione complessiva tra il 27 e il 30L. Si rammenta che la lode verrà assegnata solo agli studenti che dimostreranno una completa e solida conoscenza del programma, senza lacune contenutistiche e di espressione formale.

2. La conoscenza per lo più mnemonica della materia, una capacità di analisi poco approfondite e un linguaggio corretto ma talvolta non appropriato porteranno a valutazioni discrete. Votazione complessiva tra il 23 e il 26.

3. Conoscenza sommaria, comprensione superficiale, scarsa capacità di analisi dei testi ed espressione poco appropriata condurranno a valutazioni fra la sufficienza e poco più. Votazione complessiva tra il 18 e il 22.

4. Lacune formative, linguaggio inappropriato, mancanza di orientamento all'interno dei materiali bibliografici offerti nel programma non potranno che essere valutati negativamente.

Strumenti a supporto della didattica

Gli strumenti del corso sono rappresentati dai testi analizzati durante le lezioni e dalla bibliografia critica di riferimento.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Alberto Bertoni