00895 - SCIENZA POLITICA (A-E)

Scheda insegnamento

  • Docente Gianfranco Baldini

  • Crediti formativi 10

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza

  • Lingua di insegnamento Italiano

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso, lo studente - possiede una conoscenza di base dei principali approcci elaborati entro la disciplina per l'analisi dei fenomeni politici; - conosce gli strumenti concettuali e teorici per lo studio e la comprensione dei processi e delle istituzioni politiche; - sa analizzare i principali aspetti del funzionamento dei sistemi politici in prospettiva comparata.

Programma/Contenuti

Il corso fornisce gli strumenti per interpretare e analizzare la politica. Dopo un'introduzione metodologica volta a illustrare metodi e strategie di ricerca, nella prima parte del corso si approfondiranno temi quali la nascita e le trasformazioni dello stato e delle nazioni e le differenze tra regimi politici democratici e autoritari. La seconda parte si concentrerà su attori e processi della rappresentanza politica democratica: partiti, elettori, competizione elettorale, gruppi di interesse. La terza parte analizzerà le istituzioni nei regimi democratici, affrontando l'analisi dei seguenti temi: parlamenti, governi, burocrazie, politica internazionale.

Testi/Bibliografia

Il manuale di riferimento è il seguente:

P. Grilli di Cortona et al. Capire la Politica, Torino, Utet, 2014, 2 edizione.

Metodi didattici

Il corso è strutturato in 30 lezioni di due ore ciascuna. Verranno inseriti strumenti ad integrazione della didattica frontale.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Durante il corso sono previste due prove scritte, una a metà corso (ultima settimana di marzo) sulla prima parte del programma e una a fine corso sulla seconda parte del programma. Ciascuna prova consiste in 8 domande a risposta multipla (3 modalità di risposta) e 6 domande aperte (a scelta tra 7 domande presenti) che richiedono risposte di 10-15 righe.

A ogni domanda a risposta multipla è attribuito il punteggio di 1 punto in caso di risposta esatta (nessuna penalizzazione per risposte errate), mentre a ogni domanda aperta è attribuito il punteggio massimo di 4 punti, a scalare fino a 0 per non risposta o risposta totalmente inadeguata. Il tempo a disposizione sarà di 90 minuti.

Potranno sostenere la seconda prova esclusivamente gli studenti che abbiano ottenuto un punteggio maggiore o uguale a 18 nella prima prova. Il voto finale è costituito dalla media dei voti ottenuti in entrambe le prove, purché entrambi siano superiori o uguali a 18. Chi ha partecipato con esito positivo alla prova intermedia scritte e intende rinunciare al voto finale deve comunicarlo entro la data indicata al momento della pubblicazione dei risultati finali. In caso contrario, la valutazione sarà considerata definitiva e verbalizzata in occasione del primo appello utile.

Gli studenti che hanno ottenuto i migliori risultati nella prima prova potranno completare la loro valutazione attraverso un paper e una presentazione in aula su un tema - a scelta - relativo alle imminenti elezioni europee (le presentazioni saranno effettuate nelle ultime settimane di lezione, a maggio). Questa opzione - che è sostitutiva della seconda prova-  sarà accordata a circa 10-12 studenti con le migliori valutazioni nella prima prova. I paper verteranno su temi trattati nella seconda parte del corso. Maggiori dettagli saranno forniti a lezione.

Per coloro che non hanno sostenuto le prove, hanno rinunciato al voto o sono risultati insufficienti in una delle due prove, è prevista una prova scritta unica sull'intero programma che si svolgerà nelle date fissate per gli appelli d’esame. La prova sarà composta da 8 domande a risposta multipla (3 modalità di risposta) e 6 domande aperte (a scelta tra 7 opzioni) che richiedono una risposta articolata. A ogni domanda a risposta multipla è attribuito il punteggio di 1 punto in caso di risposta esatta (nessuna penalizzazione per risposte errate); a ogni domanda aperta a risposta articolata è attribuito un punteggio massimo di 4 punti, a scalare fino a 0 per non risposta o risposta totalmente inadeguata. Il tempo a disposizione per la prova sarà di 90 minuti.

Le presenze non saranno monitorate a lezione e non si farà alcuna distinzione tra studenti frequentanti e non frequentanti al momento delle prove. Tuttavia, la prova intermedia e la prova di fine corso saranno basate non solo sui testi di riferimento indicati in programma, ma anche sui temi approfonditi in aula. Gli studenti sono perciò incoraggiati a partecipare regolarmente alle lezioni. Le domande della prova sull'intero programma verteranno invece sia sui testi di riferimento sia sui temi trattati durante il corso, ma con sufficienti opzioni di scelta in modo tale da non penalizzare coloro che non abbiano potuto partecipare alle lezioni.

Strumenti a supporto della didattica

Materiali didattici nello spazio relativo del corso

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Gianfranco Baldini