28532 - STORIA E STORIOGRAFIA DELLA MUSICA (LM)

Scheda insegnamento

  • Docente Paolo Cecchi

  • Crediti formativi 12

  • SSD L-ART/07

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Orario delle lezioni dal 09/10/2019 al 12/12/2019

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente: - acquisisce i fondamenti metodologici e critici della Storiografia musicale; - sa integrare le specifiche istanze di ricerca dello specialismo musicologico con alcune delle tendenze più generali della ricerca storica in campo artistico, socio-culturale e politico. - conosce i diversi orientamenti storiografici nella loro applicazione in singole ricerche di particolare importanza per la disciplina; - acquisisce gli strumenti concettuali ed operativi per valutare i risultati delle diverse tendenze storico-critiche, da quelle della grande tradizione tedesca sviluppatasi a partire dall'inizio del '900 sino alle più recenti acquisizioni di ambito anglosassone.

Programma/Contenuti

Laurea magistrale – insegnamento di “Storia e Storiografia della musica”, a.a.2019-2020

12 cfu, durata: 60 ore suddivise in due moduli di 6 CFU e 30 ore ciascuno; orari: mercoledì ore 15-19, giovedì ore 9-11, Aula Donatoni

Titolo del corso:

Monteverdi a Venezia (1613-1643) e l’ ‘Ottavo libro di madrigali’ (Venezia, 1638)

 

Non è possibile portare all'esame solo il programma del II modulo: lo studente, se avrà scelto nel suo piano di studi  l'esame da 6 CFU, dovrà studiare la bibliografia del I modulo, lo studente che avrà prescelto l'esame da 12 CFU dovrà studiare la bibliografia del I e del II modulo.

inizio del corso: mercoledì 9 ottobre 2019, ore 15, aula Donatoni

 

Durante le lezioni del corso del primo modulo (6 CFU) – modulo che NON richiede allo studente una conoscenza specialistica di tipo musicale – verrà illustrata la biografia e l’itinerario artistico di Claudio Monteverdi nel corso del suo lungo soggiorno veneziano come maestro di cappella di San Marco (1613-1643). L’attività del musicista si articolava nella città lagunare fondamentalmente in cinque tipologie di impieghi, sia stabili che temporanei od occasionali: 1) l’incarico istituzionale di maestro di cappella della basilica marciana, che implicava anche la composizione e la concertazione di musiche per eventi politico-diplomatici di spicco della repubblica veneziana; 2) la partecipazione, come supervisore musicale e compositore di musica sacra e devozionale, a feste religiose di confraternite, monasteri, conventi e chiese di ordini religiosi; 3) la frequentazione come compositore di ridotti musicali appartenenti ad esponenti del patriziato, per i quali Monteverdi componeva musica vocale profana; 4) la composizione di opere per i primi teatri veneziani nel periodo 1639-1643; 5) l’insegnamento privato della composizione. Nell’analisi di tali differenziate tipologie d’incarico, verranno illustrati i circoli patrizi ed intellettuali frequentati da Monteverdi a Venezia, nonché le relazioni che nel trentennio suddetto egli mantenne con alcune corti dell’Italia settentrionale, soprattutto quelle di Mantova, e di Parma e Piacenza, oltre che con la corte imperiale di Vienna.

Il secondo modulo sarà dedicato alla disamina dell’Ottavo libro di madrigali di Monteverdi, edito a Venezia nel 1638, raccolta che comprende una serie straordinariamente varia – per stile, assetto formale, organico e concezione compositiva – di composizioni madrigalistiche su basso continuo che intonano liriche in lingua italiana: dal madrigale concertato tradizionale, al madrigale concertato con strumenti concertanti, dalle composizioni in genere teatral-rappresentativo ai balli, dalle canzonette concertate alle composizioni per voce sola e continuo. Durante le lezioni verranno illustrate dapprima le circostanze storiche della composizione dei brani della Ottavo libro, le caratteristiche metrico-formali e contenutistiche dei testi intonati, le principali procedure compositive utilizzate da Monteverdi, le differenti tipologie stilistiche delle composizioni. Verrà inoltre considerata l’importante prefazione del volume a stampa, che affronta importanti questioni di ordine teorico ed estetico.

Testi/Bibliografia

Bibliografia

I modulo (30 CFU)

Paolo Fabbri, Monteverdi, Torino, EdT, 1985, pp. 180-355.

Denis Stevens, Monteverdi in Venice, Madison [N.J.], Fairleigh Dickinson University Press – London, Associated University Presses, 2001.

Rodolfo Baroncini, Monteverdi in Venice: new documents and perspectives, “Early Music”, XLV/3, 2017, pp. 365–376

II modulo (30 CFU)

Saggi

Paolo Fabbri, Monteverdi, Torino, EdT, 1985, pp. 299-313.

Barbara Russano-Hanning, Monteverdi’s Three genera. A Study in Terminology, in Musical Humanism and Its Legacy: Essays in Honor of Claude V. Palisca, a cura di Nancy Kovaleff Baker e Barbara Russano Hanning, Stuyvesant (NY), Pendragon Press, 1992, pp. 145-170.

Stefano La Via, Dal Tasso a Monteverdi. Una lettura aristotelica del «Combattimento di Tancredi e Clorinda», in “L’arme e gli amori”. Ariosto, Tasso, and Guarini in Late Renaissance Florence, Atti del convegno internazionale di studi (Firenze, Villa I Tatti, 27-29 giugno 2001), a cura di Massimiliano Rossi, Firenze, Olschki, 2004, pp. 159-176.

Steven Saunders, New Light on the Genesis of Monteverdi's Eighth Book of Madrigals, “Music & Letters”, LXXVII/2, 1996, pp. 183-193

Tim Carter, ”Lamento della ninfa”, (1638), in The Cambridge Monteverdi Companion to Monteverdi, a cura di John Whenham e Richard Wistreich, Cambridge, Cambridge University Press, 2007, pp. 195-198.

Partitura

Claudio Monteverdi, Madrigali guerrieri et amorosi, libro ottavo, 2 volumi: · 1.: Madrigali guerrieri ;

2.: Madrigali amorosi, Wien, Universal Edition, 1927, (“Tutte le opere di Claudio Monteverdi” a cura di G. Francesco Malipiero). (i due volumi sono disponibili anche online in formato digitale alla pagina web http://hz.imslp.info/files/imglnks/usimg/b/b4/IMSLP282691-PMLP82381-Madrigali_Libro_8_1638.pdf )

Lo studente dovrà dimostrare all’esame la conoscenza generale della struttura e dei principali procedimenti compositivi dei seguenti quattro composizioni dell’Ottavo libro monteverdiano:

  1. Hor che’l ciel e la terra e’l vento tace, vol. I, pp. 39-74 (fare riferimento a Jeffrey Kurtzman,

    A Taxonomic and Affective Analysis of Monteverdi's 'Hor Che'l Ciel e la terra', “Music Analysis”

    XII/2, 1993, pp. 169-195);

  2. Ardo, avvampo, mi struggo, vol. I, pp. 107-131;
  3. Combattimento di Tancredi e Clorinda, vol. I, pp. 132-156; (fare riferimento all’articolo di Stefano La Via citato in bibliografia)
  4. Lamento della ninfa, vol. II, pp. 286-294; (fare riferimento all’articolo di Tim Carter citato in bibliografia)

Per l’ascolto dell’Ottavo libro di Monteverdi - indispensabile ai fini dell’esame - si consiglia la seguente incisione discografica: Claudio Monteverdi, Ottavo Libro dei Madrigali, La Venexiana diretta da Claudio Gravina; 3 CD, Glossa music, 2004-2005, GCD 920928 (incisione può essere ascoltata anche mediante il programma online Spotify).

Modalità di verifica dell'apprendimento

La verifica consiste in un esame orale. Per quel che riguarda il primo modulo il candidato dovrà dar prova di conoscere la bibliografia indicata e di avere un quadro sufficientemente approfondito delle caratteristiche e dei meccanismi sociali che regolavano i rapporti di committenza in ambito musicale in Italia tra la fine del ‘500 e la metà del secolo successivo. Lo studente dovrà inoltre dimostrare di conoscere la biografia Monteverdi durante il suo lungo soggiorno veneziano e i suoi rapporti con i committenti e i padrini ecclesiastici e nobiliari.

Per quel che riguarda il secondo modulo lo studente dovrà esporre in modo adeguato le principali caratteristiche compositive dell'Ottavo libro  monteverdiano (in particolare delle quattro composizione indicate nella bibliografia)  e dovrà essere in grado di contestualizzarne gli aspetti costruttivi e stilistici. 

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Paolo Cecchi