39311 - TIROCINIO INFERMIERISTICO 2 (FO)

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Lo studente al termine del percorso di tirocinio è in grado di identificare e soddisfare i bisogni assistenziali della persona con media complessità assistenziale. E' in grado di instaurare relazioni interpersonali efficaci al fine di attivare una relazione di aiuto con la persona/famiglia. Inserirsi con le proprie attività nell'organizzazione del servizio, integrandosi nell'équipe multiprofessionale rispettando i principi deontologici della professione.

Contenuti

Prerequisiti per l'ammissione all'esame:

- aver superato gli esami del 1° anno, gli esami di Scienze cliniche di area medico-specialistica e scienze cliniche dell'area chirurgico-specialistica e Infermieristica medico- chirurgica

- il raggiungimento dei 17 cfu pari a 510 ore: 15 CFU di frequenza nelle sedi di tirocinio e 2 CFU per attività correlate al tirocinio (art. 4 e 5 del regolamento di tirocinio)

- Il raggiungimento degli obiettivi di apprendimento clinico documentato dalle schede di valutazioni del tirocinio con valutazioni positive;

- la produzione di tre casi clinico- assistenziali di persone assistite con problemi prioritari di salute utilizzando il modello di accertamento infermieristico secondo Gordon; il processo diagnostico secondo Carpenito e lo sviluppo del piano di assistenza.

Lo studente in relazione al percorso formativo svolto nel 2° anno dovrà esplicitare i contenuti applicativi delle seguenti norme:

- D.M. 739/94

- Legge 42/1999

- Legge 251/2000

- Codice Deontologico 2019

Lo studente deve dimostrare di :

saper condurre un accertamento infermieristico anche attraverso l'uso di alcune scale di valutazione e l'interpretazione dei dati in relazione alle conoscenze acquisite dalle discipline previste nel piano didattico;

-saper individuare alcune diagnosi infermieristiche e problemi collaborativi sviluppati negli insegnamenti di infermieristica e delle attività di esercitazione sul metodo;

- saper trovare soluzioni ai problema assistenziali identificati e stabilirne la priorità, utilizzando la metodologia del processo di assistenza ed applicando conoscenze e abilità acquisite basate su evidenze scientifiche

- saper applicare le procedure assistenziali ( oggetto del programma del modulo di laboratorio I e II) e discutere il loro razionale scientifico descrivendole nell'ambito della situazione esaminata.

- saper applicare le procedure relative a igiene delle mani, gestione rifiuti, utilizzo dei dispositivi di protezione individuale e adozione delle precauzioni standard e aggiuntive

-utilizzare un linguaggio tecnico-scientifico

- saper rispondere a quesiti relativi al caso clinico oggetto della prova su temi di natura etico-deontologica o relativi alle norme dell'esercizio professionale

Testi/Bibliografia

R.F. Craven, C.J.Hirnle, S.Jensen '' Principi fondamentali dell'assistenza infermieristica'', quinta edizione, CEA, 2013.

Timby B.K.,'' Fondamenti di assistenza infermieristica,concetti e abilitàcliniche di base'', McGraw-Hill, Milano, 2011.

Albinelli P., Cottafavi K., Ferri P., ''L'infermiere tra teoria e prassi'' athena, Modena, 2009.

Brunner Suddarth ''Infermieristica medico-chirurgica'' CEA, 2006.

L.J. Carpenito, Moyet ''Piani di Assistenza Infermieristica e Documentazione'' Diagnosi infermieristiche e problemi collaborativi'' CEA, 2017

Nanda-1 ''Diagnosi infermieristiche: definizioni e classificazione, 2015-2018'' CEA, 2015.

Codice Deontologico dell' infermiere, 2019.

''Anatomia- Competenza- Resposabilità Infermieristica'' IPASVI, Collegi Provinciali Regione Emilia Romagna, II edizione 2011.

Materiale fornito da docenti esperti.

Metodi didattici

Esperienza di tirocinio clinico in affiancamento a tutor clinici/guide di tirocinio, infermieri o coordiantori infermieristici nelle aree chirurgiche, mediche e/o pediatriche
Attività integrative di tutorato clinico e metodologico

 

Modalità di verifica dell'apprendimento

Le modalità di accesso all'esame di tirocinio sono riportato nel Regolamento di Tirocinio.

La verifica dell'apprendimento complessiva si realizza nell'ambito dell'esame di Tirocinio, dove vengono considerate anche: le valutazioni in itinere e finali espresse dai tutor di tirocinio delle sedi coinvolte in merito al raggiungimento degli obiettivi previsti dalla scheda di valutazione.

L'esame di Tirocinio è articolato in una prova scritta che deve essere superato per accedere alla parte orale:

Scritto

una pianificazione dell'assistenza infermieristica in forma scritta partendo da un caso clinico predisposto relativo alla persona con media complessità assistenziale;

-1 microcaso con quesito a risposta breve su norme che regolano l’esercizio professionale ( codice deontologico, DM 739/94, L.42/99, ecc)

-1 quesito su aspetti oggetto di educazione terapeutica o educazione alla salute (dieta, attività fisica, restrizioni, stile di vita, ..)

- 1 microcaso con calcolo dosaggio farmaci per adulto e bambino

Lo studente deve utilizzare una grafia leggibile e comprensibile, il caso non può essere corretto o omesso, senza utilizzare acronimi e/o abbreviazioni non convenzionali.

Orale

Illustrare il razionale scientifico delle procedure scelte prevalentemente fra quelle che sono oggetto del laboratorio dell’anno di corso.

 

 

Strumenti a supporto della didattica

Documentazione per pianificazione assistenziale ad uso didattico.

Procedure aziendali e materiale fornito nelle attività di laboratorio

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Carla Cortini