39155 - FISIOTERAPIA DEI DISTURBI MUSCOLO SCHELETRICI (CE)

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Salute e benessere Istruzione di qualità Partnership per gli obiettivi

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del modulo lo studente possiede la capacità di applicare conoscenza e comprensione in merito a: patologie dell'apparato locomotore suscettibili di trattamento fisio-chinesiterapico, individuazione dei bisogni preventivi e riabilitativi del soggetto attraverso la valutazione dei dati clinici e delle caratteristiche individuali, modalità terapeutiche consone nell'ambito ortopedico, progettazione, pianificazione ed esecuzione dell'intervento fisioterapico.

Contenuti

IL RAGIONAMENTO CLINICO:

  • definizione
  • le fasi che compongono il ragionamento clinico: raccolta anamnestica con la relativa diagnosi clinica effettuata dal medico, valutazione funzionale, individuazione degli obiettivi terapeutici, pianificazione intervento riabilitativo (progetto, programma fisioterapico), rivalutazione.

PRINCIPI DI VALUTAZIONE FUNZIONALE IN FISIOTERAPIA ORTOPEDICA:

Per ogni distretto preso in considerazione verranno trattati:

Valutazione della menomazione effettuata tramite osservazione, ispezione, palpazione,

valutazione del dolore tramite colloquio e somministrazione di scale,

valutazione dell'edema tramite perimetria e segno della fovea,

valutazione del termotatto tramite la palpazione della zona interessata e comparazione col distretto contro laterale,

valutazione dell'escursione articolare,

valutazione della forza muscolare,

valutazione della sensibilità (se necessario),

test specifici utili per fare diagnosi funzionale differenziale,

scale di valutazione specifiche.

La valutazione delle attività e le loro limitazioni; valutazione della disabilità attraverso osservazione e applicazione di opportune scale

La valutazione della partecipazione alla vita sociale e sue restrizioni

La valutazione dei fattori contestuali: ambiente e persone (potenziali facilitatori o barriere al raggiungimento dell'autonomia)

Individuazione degli obiettivi terapeutici

- Strategie fisioterapiche indicate per il raggiungimento degli obiettivi

Trattamento fisioterapico nelle principali patologie di interesse fisioterapico (esiti di frattura, di trauma, patologie di altra origine).

Testi/Bibliografia

S. Hoppenfield - L'esame obiettivo in ortopedia - Ed. Aulo Gaggi

Ferrari S, Pillastrini P, testa M, Vanti C, Riabilitazione post-chirurgica nel paziente ortopedico, 2010, Elsevier Masson, Milano

C. Carubelli, C. Meinecke “Riabilitazione ortopedica” ed. EDI ERMES

S. Brent Brotzman “Riabilitazione in ortopedia e traumatologia” ed. UTET

N.Petty, A. P. Moore “Esame clinico e valutazione nuromuscoloscheletrica”. Ed. MASSON

L.Coppola – S. Masiero “Riabilitazione in ortopedia” ed. PICCIN

Metodi didattici

Lezioni frontali, presentazione di casi clinici, ricerche in piccoli gruppi con discussioni in plenaria.

Modalità di verifica dell'apprendimento

L’esame consiste in un colloquio orale, volto a valutare le conoscenze e competenze maturate dallo studente, al quale verrà inoltre proposto un caso clinico simulato, rispetto al quale dovrà mostrare di, utilizzando il ragionamento clinico:

  • sapere impostare una ipotesi di valutazione e diagnosi fisioterapica
  • sapere impostare una ipotesi di piano di trattamento

Particolarmente valutate saranno le capacità dello studente di sapersi muovere all’interno delle fonti bibliografiche e delle competenze acquisite, al fine di individuare in esse le informazioni utili che gli permettano di affrontare in modo organico gli aspetti ed ambiti propri della disciplina, così come la padronanza di un linguaggio specifico.

Strumenti a supporto della didattica

Materiale didattico: il materiale didattico presentato a lezione verrà messo a disposizione dello studente in formato elettronico

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Silvia Tombetti