32046 - TECNOLOGIA E LEGISLAZIONE FARMACEUTICHE II

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente: conosce le caratteristiche chimico-fisiche degli eccipienti di uso farmaceutico e le modalità di preparazione e valutazione funzionale di formulazioni farmaceutiche per il controllo del rilascio e della biodistribuzione dei farmaci. – è capace di applicare le loro conoscenze per la realizzazione e la valutazione di forme farmaceutiche convenzionali e innovative.

Programma/Contenuti

(la frequenza alle lezioni è fortemente consigliata: da regolamento didattico del CDS (art 4) l’obbligo della frequenza è soddisfatto con almeno una frequenza al 60% delle lezioni frontali e al 80 % delle esercitazioni di laboratorio)

Modulo 1: “Tecnologia e Legislazione Farmaceutiche - Controlli tecnologici” dott. L. Marchitto (3 CFU)

Tecniche, controlli e procedure avanzate di valutazione della qualità per la formulazione dei medicinali: Qualità delle materie prime utilizzate e tecniche di gestione e valutazione del rischio delle impurezze potenzialmente presenti nei medicinali: Monografia Pharm. Eur. n°2034 “Substance for Pharmaceutical Use”. Organic impurities, genotoxic impurities, solventi residui, elemental impurities. Qualità dell’API, EDMF (European Drug Master File), COS/CEP. Qualità degli eccipienti usati.

La preformulazione farmaceutica: preformulazione come parte dello sviluppo di un medicinale, obiettivi di uno studio preformulativo, caratterizzazione di un principio attivo: proprietà fondamentali e proprietà derivate, caratteristiche organolettiche: colore, odore, sapore, proprietà dei farmaci e degli eccipienti allo stato solido: abito cristallino, analisi dello stato solido, polimorfismo e biodisponibilità di farmaci, coefficiente di ripartizione olio/acqua, solubilità e solubilità intrinseca, grado di ionizzazione di un principio attivo e salificazione. Studi di compatibilità farmaco/eccipienti

Il “dissolution test” nello sviluppo farmaceutico: progettazione, esecuzione ed analisi dei dati del test secondo le normative tecniche e farmacopee UE e USA

Studi di stabilità sui medicinali. (fondamenti)

Tecnologia del packaging farmaceutico: materiali usati e caratteristiche, il packaging primario, ruolo nella formulazione e stabilità di un prodotto, “estraibili e rilasciabili”, il packaging secondario, scopo e ruolo della comunicazione all’utente per un corretto uso dei prodotti.

Modulo 2: “Biofarmaceutica-Drug Delivery”- Prof. P. Blasi (4 CFU)

Modelli farmacocinetici della disposizione del farmaco nell'organismo in relazione al sistema terapeutico.

Sistemi terapeutici. Rilascio, assorbimento, distribuzione, metabolizzazione ed eliminazione dei farmaci. Dose somministrata e dose biodisponibile. AUC. Biodisponibilità assoluta e biodisponibilità relativa. Bioequivalenza: prodotti chimicamente equivalenti, prodotti bioequivalenti e alternativi. Regimi di dosaggio e livelli ematici. Dosi di carico e dosi di mantenimento. Regimi di dosaggio ideale. Controllo dei livelli plasmatici mediante variabili formulative. Aspetti biofarmaceutici nei sistemi farmaceutici a pronto rilascio o a rilascio modificato.

Forme farmaceutiche nanoparticellari

Direzionamento passivo, attivo e fisico. Sistemi nanoparticellari polimerici, solid lipid nanoparticles, dendrimeri, liposomi, sistemi macromolecolari e polimerici autoassemblanti.

Sistemi per il gene-delivery. Caratteristiche chimico-fisiche dei sistemi farmaco-vettore, tecnologie preparative e caratteristiche funzionali

Modulo 3: “Formulazione e Sviluppo Farmaceutico – Drug Targeting"- Dott. Leonardo Marchitto (3 CFU)

Normativa Tecnica per lo Sviluppo Farmaceutico e Attività Regolatorie: definizioni di base in ambito regolatorio farmaceutico, European Medicines Agency (EMA), il codice dei medicinali, Marketing authorisation procedures, tipologie e procedure di registrazione dei medicinali, attività regolatorie per “rinnovi “ e “variazioni” delle registrazioni sui medicinali, Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), autorizzazione alla produzione dei medicinali, Common Technical Document (CTD/Dossier): contenuti, attività per lo sviluppo di un medicinale.

Tipologie di medicinali e strategie di sviluppo farmaceutico: “medicinale generico”, “medicinale con modifiche” (es. via di somministrazione, nuova formula); “nuovo API- nuovo medicinale” Legame tra norme/linee guida europee di sviluppo con la formulazione e registrazione di un medicinale: linea guida ICH «Q8A- Pharmaceutical Development». Normative/linee guida EMA ed ICH per la definizione delle specifiche di un medicinale (fondamenti)

Tecnologie Farmaceutiche Avanzate per lo sviluppo di forme farmaceutiche solide orali: Sviluppo industriale e validazione di forme di dosaggio solide. Sviluppo industriale dei Pellets e la “pellettizzazione”. Compresse divisibili (scored tablets): vantaggi, svantaggi, problematiche formulative “Breakability test” e controlli. Le “Snaps-Tabs” e i “taglia-pillole/tablet-splitter”, motivazione farmacoeconomica/terapeutica della divisibilità delle compresse, ruolo del farmacista nella dispensazione di compresse divisibili. Fast Release: ODT Compresse e granulati oro-disperdibili, ODF Film-strip oro-disperdibili, Tecnologie di “Taste Masking”.

Forme solide a rilascio modificato: delayed-release, rilascio prolungato.

Sistemi Transdermici, iontoforesi, sonoforesi, micro-needle, Jet Injection (needle free injection)

Formulazioni muco-adesive: oro-mucosali, oftalmiche, nasali, vaginali.

Tecnologie Farmaceutiche Avanzate di formulazione e sviluppo di Areosol e forme farmaceutiche per inalazione: anatomia e fisiologia dell’apparato respiratorio, biofarmaceutica dell’inalazione, medicinali inalatori e tecnologie inalatorie, tipologie di nebulizzatori e formule per la nebulizzazione/vaporizzazione; pressurized Metered Dose Inhaler (pMDI) formulazione, produzione e controlli tecnologici; Dry Powder Inhalers (DPI): formulazione, produzione e controlli tecnologici. Ruolo del farmacista nella dispensazione e corretto uso di nebulizzatori, pMDI e DPI e uso corretto degli “spacer” in pediatria e in adulti.

Formulazione e sviluppo di medicinali pediatrici: linee-guida

Modulo 4 Laboratorio (Dott. A. Mazzucco) (2 CFU)

Obiettivi: Preparazione galenica di granulati, compresse e capsule e saggi di controllo seconda la Farmacopea Ufficiale Italiana.

1. Preparazione di una mucillagine base

Preparazione di un granulato ad umido, granulatore

Preparazione di un oleogel ed un idrogel

2. Analisi dimensionale mediante setacci, vibrovaglio

Misura dell'angolo di riposo di un granulato

Preparazione di una pasta a multicomponenti e dimostrazione della Raffinatrice

Preparazione di un emulgel con Sepigel

3. Misura della densità di una polvere con Densimetro

Durometro Monsanto; Friabilometro; Disaggregatore

Preparazione di una emulsione con aromatizzanti e conservanti ed analisi al Microscopio ottico

Suppositori con il metodo della doppia fusione

Preparazione di un unguento con alcoli della lana.

4. Opercolatrice manuale e semiautomatica(saggio della uniformità di massa sulle capsule)Dimostrazione e spiegazione del funzionamento della comprimitrice alternativa Valutazione del contenuto di una compressa per via spettrofotometrica

Testi/Bibliografia

  1. P. Colombo et al., “Principi di Tecnologia Farmaceutica”, casa Editrice Ambrosiana, Milano, II Ed. 2015

  2. E Aulton,K.M.G. Taylor “Tecnologie Farmaceutiche” ediz. Italiana, Casa editrice Edra Milano 2015

  3. SWARBRICK, BOYLAN, Encyclopedia of Pharmaceutical Technology, Dekker, 1999-2005

  4. Handbook of pharmaceutical excipients, 6th ed. Edited by Raymond C. Rowe, Paul J. Sheskey, Sian C. Owen, ed. Pharmaceutical Press and American Pharmacists Association, Chicago, 2009

  5. M. Amorosa “Principi di Tecnica Farmaceutica” , Libreria Universitaria Tinarelli, Bologna.

    Appunti dalle lezioni

Metodi didattici

Lezioni teoriche ed esercitazioni di laboratorio

Modalità di verifica dell'apprendimento

Esame orale ed eventualmente una prova scritta (sarà comunicata dal docente)

La votazione finale relativa al corso di “Tecnologia e Legislazione Farmaceutica II” sarà effettuata dalla media dei voti ottenuti dallo studente nei moduli teorici 1 e 3 (dott. L. Marchitto) e del modulo teorico 2 (prof. Blasi) oltre che dal superamento della prova pratica di laboratorio (dr Antonio Mazzucco)

Strumenti a supporto della didattica

Computer: presentazioni power point, videoproiettore, lavagna luminosa

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Paolo Blasi

Consulta il sito web di Leonardo Marchitto

Consulta il sito web di Leonardo Marchitto

Consulta il sito web di Antonio Mazzucco