26021 - SPANISH WOMEN'S LITERATURE - LETTERATURA SPAGNOLA DELLE DONNE

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Uguaglianza di genere Ridurre le disuguaglianze

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Lo studente possiede conoscenze approfondite sulla scrittura femminile nella letteratura spagnola. Conosce e sa utilizzare le metodologie pratiche per l'analisi e l'interpretazione del testo letterario

Programma/Contenuti

Il corso, articolato su due moduli, si propone di ripercorrere la storia della scrittura femminile nel XX secolo di lingua spagnola, soffermandosi in particolare sul contesto iberico e messicano. 

PRIMO MODULO (Prof. Balletta): La scrittura femminile nel Messico del XX secolo

Partendo da Rosario Castellanos (Balun Canan) si propone un percorso femminile nella letteratura messicana con la lettura di scrittrici fondamentali del XX secolo come, oltre la già citata Rosario Castellanos, Elena Poniatowska, Cristina Rivera Garza e Sandra Lorenzano. 

SECONDO MODULO (Prof. Maggi): il caso spagnolo

Il modulo si propone di ripercorrere, attraverso opere significative di scrittrici spagnole, il lungo cammino di rivendicazione e ridefinizione dell'identità femminile nella Spagna del Novecento, dai cambiamenti radicali della Seconda Repubblica, attraverso le forme di resistenza sperimentate durante i quasi quarant'anni di dittatura franchista, fino agli entusiasmi e alle ombre della transizione democratica.

Testi/Bibliografia

PRIMO MODULO:

Bibliografia primaria (provvisoria):

Castellanos Rosario, Balun-Canan, México, Fondo de cultura economica, 1961 (stampa 1973).

Rivera Garza Cristina, Nadie me verá llorar, México, Tusquets, 2003.

Poniatowska Elena, La noche de Tlatelolco : testimonios de historia oral, México, Ediciones Era, 1971 [2014].

Lorenzano Sandra, La estirpe del silencio, México, Seix Barral, 2015.

Lorenzano Sandra, Fuga en mi menor, México, Tusquets, 2014.

Bibliografia di riferimento (provvisoria):

Negrete Sandoval, Julia Érika. “Archivo, Memoria y Ficción en Nadie me verá llorar de Cristina Rivera Garza.” Literatura mexicana 24.1 (2013): 91-110.

Bruce-Novoa, Juan. “Elena Poniatowska: The Feminist Origins of Commitment.” Women’s Studies International Forum 6(5).5. Elsevier, 1983. 509-16.

Gelpí, Juan G. “Testimonio Periodístico Y Cultura Urbana En La Noche De Tlatelolco De Elena Poniatowska.” CELEHIS: Revista del Centro de Letras Hispanoamericanas 12 (2000): 285-308.

González Luna, Anamaria. “Exilio Y Búsqueda Del Padre En Fuga En Mí Menor De Sandra Lorenzano.” Altre Modernità (2014): 79-92.

Martínez Rubio, José. “Rita Hayworth Murió Sin Saber Quién Era. Fronteras Del Conocimiento Y Del Relato En La Estirpe Del Silencio, De Sandra Lorenzano.” Philobiblion: revista de literaturas hispánicas 5 (2017).

Lynam, Jessica. “Un Palimpsesto Renuente: Reescribiendo a La Mujer Y El Futuro En” Nadie Me Verá Llorar” De Cristina Rivera Garza.” Hispania: A Journal Devoted to the Interests of the Teaching of Spanish and Portuguese (2013): 505-14.

Gil Iriarte, María Luisa. “Balún Canán: La Voz De Una Antígona Mexicana.” Anales de literatura hispanoamericana 27 Servicio de Publicaciones, 1998. 297-310.

Castro Ricalde, Maricruz. “Diversidad sexual y liminalidad en Nadie me verá llorar de Cristina Rivera Garza” en Adriana Sáenz Valadez y Cándida Elizabeth Vivero Marín (coords).Reflexiones en torno a la escritura femenina. México: Universidad de Guadalajara y Universidad Michoacana de San Nicolás de Hidalgo, 2011. 241-269.

 

SECONDO MODULO:

Bibliografia primaria (provvisoria):

Carnés, Luisa, "Tea Rooms. Mujeres obreras" [1934] (ed. A. Plaza, Hoja de Lata, 2016)

Carnés, Luisa, "Trece cuentos (1931-1963)" (Hoja de Lata, 2017)

Chacón, Dulce, "La voz dormida" (Alfaguara, 2002)

Martín Gaite, Carmen, "Entre visillos" [1957] (Destino, 2012)

Sanz, Marta, "Daniela Astor y la caja negra" (Anagrama, 2013)

Bibliografia di riferimento (provvisoria):

Balló, Tània, "Las sinsombrero" (Espasa, 2016)

Carnés, Luisa, "De Barcelona a la Bretaña francesa (Memorias)" (ed. A. Plaza, Renacimiento, 2014)

Fonseca, Carlos, "Trece rosas rojas y la Rosa 14" (Planeta, 2017)

Fuente, Inmaculada de la, "Mujeres de la posguerra" (Planeta, 2002)

Hernández Holgado, Fernando, "Mujeres encarceladas" (Marcial Pons, 2003)

Jiménez Tomé, María José, et al. (eds.), "Escritoras españolas e hispanoamericanas en el exilio" (Universidad de Málaga, 2005)

León, María Teresa, "Memoria de la melancolía" [1970] (ed. G. Torres Nebrera, Castalia, 1998)

Martín Gaite, Carmen, "Usos amorosos de la postguerra española" [1987] (Anagrama, 2017)

Mayans Natal, María Jesús, "Narrativa feminista española de posguerra" (Pliegos, 1991)

Nieva de la Paz, Pilar, "Escritoras españolas contemporáneas: identidad y vanguardia" (Peter Lang, 2018)

Rodrigo, Antonina, "Mujer y exilio, 1939" (Flor del Viento, 2003)

Rolón-Collazo, Lissette, "Figuraciones: mujeres en Carmen Martín Gaite, revistas feministas y Hola" (Iberoamericana-Vervuert, 2002)

Sanz, Marta, "Éramos mujeres jóvenes: una educación sentimental de la transición española" (Fundación José Manuel Lara, 2016)

Sanz, Marta, "Monstruas y centauras. Nuevos lenguajes del feminismo" (Anagrama, 2018)

Villalba Álvarez, Marina (ed.), "Mujeres novelistas en el panorama literario del siglo 20" (Universidad de Castilla-La Mancha, 2000)

Metodi didattici

Il corso prevede, oltre alle lezioni frontali, l'approfondimento seminariale di alcuni temi relativi alle fonti studiate, così come degli strumenti, teorici e metodologici, pertinenti al loro studio.

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame finale consiste in una prova orale che ha lo scopo di valutare le capacità critiche e metodologiche maturate dallo studente, il quale sarà invitato a confrontarsi con i testi in programma. Lo studente dovrà dimostrare 1) capacità di orientarsi nellastoria culturale e letteraria ispano-americana 2) una appropriata conoscenza dei contenuti e della bibliografia indicata nel programma, 3) fare collegamenti tra gli argomenti del corso, 4) illustrare i tratti salienti delle opere prese in esame e trattate durante le lezioni.

Il raggiungimento da parte dello studente di una visione organica dei temi affrontati a lezione congiunta alla loro utilizzazione critica, la dimostrazione di una padronanza espressiva e di linguaggio specifico saranno valutati con voti di eccellenza.

La conoscenza per lo più mnemonica della materia, capacità di sintesi e di analisi non approfondite e un linguaggio corretto ma non sempre appropriato porteranno a valutazioni discrete.

Conoscenza approssimativa, comprensione superficiale, scarsa capacità di analisi ed espressione non sempre appropriata condurranno a valutazioni fra la sufficienza e poco più.

Lacune formative, linguaggio inappropriato, mancanza di orientamento all'interno dei contenuti e materiali bibliografici proposti nel programma non potranno che essere valutati negativamente.

Strumenti a supporto della didattica

Si farа ricorso, principalmente, alla videoproiezione di immagini, testi e slides. Per una migliore organizzazione dei materiali e dei contenuti si userà la piattaforma online del corso, i materiali messi a disposizione sono INTEGRANTE e NECESSARIA (ma non sufficiente) del programma d'esame.


Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Edoardo Balletta

Consulta il sito web di Eugenio Maggi