30635 - LETTERATURA ITALIANA (LM)

Scheda insegnamento

  • Docente Lara Michelacci

  • Crediti formativi 6

  • SSD L-FIL-LET/10

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Orario delle lezioni dal 30/09/2019 al 26/11/2019

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Istruzione di qualità Uguaglianza di genere Partnership per gli obiettivi

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Lo studente possiede conoscenze approfondite sulla tradizione letteraria italiana nel suo sviluppo storico ed è in grado di esercitare elevate capacità di comprensione, di analisi e di interpretazione critica sui testi che la rappresentano, applicando in autonomia un ampio panorama metodologico

Programma/Contenuti

Donne coraggiose. Scritture di e su donne

Il corso affronta, da un punto di vista concettuale e tematico, le scritture di e su donne. Il primo modulo si occupa di campioni della letteratura italiana fra Cinque e Ottocento, con particolare riferimento a Ariosto, Basile e Capuana. Il secondo modulo è invece dedicato alle scritture di Elena Ferrante, al romanzo Io sono con te di Melania Mazzucco e ad Amiche per la pelle di Laila Wadia.

Testi/Bibliografia

Letture

Ariosto, Orlando furioso, canti I, XIX, XXIII, XIV; G. Basile, Lo cunto de li cunti, a cura di M. Rak, Milano, Garzanti, 1998 (fiaba I, 5 I, 9; I, 10) L. Capuana, Profumo, Milano, Mondadori, 1996; E. Ferrante, L'amore molesto, Roma, Ed. e/o, 1992 e il primo volume dell'Amica geniale, Roma, Ed. e/o, 2011.; M. Mazzucco, Io sono con te. Storia di Brigitte, Torino, Einaudi, 2016; L. Wadia, Amiche per la pelle, Roma, e/o, 2007 .

Programma Gemma e studenti/studentesse Letterature moderne, comparate e postcoloniali: E. Ferrante, L’amore molesto, Roma, Ed. e/o, 1992.; Amica geniale, Roma, Ed. e/o, 2011; M. Mazzucco, Io sono con te. Storia di Brigitte, Torino, Einaudi, 2016; L. Wadia, Amiche per la pelle, Roma, e/o, 2007.

Bibliografia critica

L. Michelacci, Il microscopio e l’allucinazione. Luigi Capuana fra letteratura, scienza e anomalia, Bologna, Pendragon, 2015, pp. 79-115. E. Comoy Fusaro, La nevrosi tra medicina e letteratura : approccio epistemologico alle malattie nervose nella narrativa italiana, 1865-1922, Firenze, Polistampa, cap. 1 (disponibile on line tramite il proxy).

R. Mazzanti, Madri e figlie in Elena Ferrante, in Crispino A. M., Vitale M. (a cura di), Dell’ambivalenza. Dinamiche di narrazione in Elena Ferrante, Julie Otsuka e Goliarda Sapienza, Roma, Iacobelli editore, 2016, pp. 88-104 e A. Pirri, Elena Ferrante: nomi e corpi ambivalenti, in in Crispino A. M., Vitale M. (a cura di), Dell’ambivalenza. Dinamiche di narrazione cit., pp. 56-73.

N. Marchais, Dalla difficoltà all'impossibilità di diventare madre nella letteratura femminile contemporanea, in Madri: figure e figurazioni nella letteratura italiana contemporanea, Avellino, Sinestesie, 2014, pp. 285-329; T. De Rogatis, L’amore molesto di Elena Ferrante. Mito classico, riti di iniziazione e identità femminile, «Allegoria», 69-70, XXVI, 2014, pp. 273-308. T. de Rogatis, Elena Ferrante. Parole chiave, Roma, E/O, ©2018, pp. 27-54; U. Fracassa, Nuove frontiere della letteratura italiana della migrazione, in "Scritture migranti", 11 (2017), pp. 231-236; Leggere il testo e il mondo: vent'anni di scritture della migrazione in Italia, a cura di F. Pezzarossa Fulvio, I. Rossini, Cueb, 2011, Bologna (pagine scelte).

Gli studenti e le studentesse del programma Gemma e di Letterature moderne, comparate e postcoloniali leggeranno i saggi relativi a M. Mazzucco, Elena Ferrante, Laila Wadia.

Metodi didattici

Lezioni frontali accompagnate da attività seminariali. Parte integrante del corso è la partecipazione al convegno Scritture femminili in Italia (Bologna, San Giorgio in Poggiale, 19/20 novembre 2019)

Modalità di verifica dell'apprendimento

Il raggiungimento da parte dello studente di una visione organica dei temi affrontati a lezione congiunta alla loro utilizzazione critica, la dimostrazione di una padronanza espressiva e di linguaggio specifico saranno valutati con voti di eccellenza.
La conoscenza per lo più mnemonica della materia, capacità di sintesi e di analisi non approfondite e un linguaggio corretto ma non sempre appropriato porteranno a valutazioni discrete.
Conoscenza approssimativa, comprensione superficiale, scarsa capacità di analisi ed espressione non sempre appropriata condurranno a valutazioni fra la sufficienza e poco più.
Lacune formative, linguaggio inappropriato, mancanza di orientamento all'interno dei materiali bibliografici offerti nel programma non potranno che essere valutati negativamente.

Strumenti a supporto della didattica

Strumenti audio/video potranno essere utilizzati come supporto alla lezione frontale.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Lara Michelacci