11779 - STORIA MEDIEVALE (1)

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

L'insegnamento mira a fornire le basi metodologiche e di conoscenze necessarie per lo studio del lungo periodo medievale. Nel corso delle lezioni vengono affrontate alcune questioni generali, (Il passaggio dal tardo antico all'alto medioevo, i  barbari, la frattura costituita dai Longobardi, i Franchi e l'Europa carolingia, I rapporti vassallatico-beneficiari, Dalla città del tardo antico alla città vescovile, Continuità e cambiamenti fra X e XI secolo, il sistema curtense, signoria fondiaria e signoria territoriale, la Riforma della Chiesa, I Comuni, I nuovi Ordini) ed altre più circoscritte presentando in maniera critica fonti e storiografia. Scopo dell'insegnamento è anche quello di illustrare come si imposta e si affronta una ricerca storica.

Programma/Contenuti

Nel corso delle lezioni, che si consiglia vivamente di frequentare, verrano trattati in particolare alcuni temi:
-il passaggio dal tardo antico all'alto medioevo
-i "barbari"
-continuità o frattura? I Longobardi
-i Franchi e l'Europa carolingia
-i rapporti vassallatico-beneficiari
-la "curtis"
-continuità e cambiamenti fra X e XI secolo
-verso la Riforma della Chiesa
-i Comuni
-i nuovi Ordini

Testi/Bibliografia

A tutti gli studenti è richiesta la conoscenza del manuale a cura di M.Montanari, Storia medievale, Roma-Bari, Laterza 2002 e di un volume a scelta (due per i non frequentanti) fra quelli sotto indicati:

-S.Gasparri, C.La Rocca, Tempi barbarici. L'Europa occidentale tra antichità e medioevo (300-900), Roma, Carocci 2012

-A.Barbero, Carlo Magno, Roma-Bari, Laterza 2002

-G.M.Cantarella, V.Polonio, R.Rusconi, Chiesa, chiese, movimenti religiosi, Roma-Bari, Laterza 2001

-G.M.Cantarella, Gregorio VII, Salerno Editrice, Roma 2018

-G.Milani, I comuni italiani, Roma-Bari, Laterza 2005

-M.G.Muzzarelli, Pescatori di uomini.Predicatori e piazze alla fine del Medioevo, Bologna, il Mulino 2005. 

 -R.Rao, I paesaggi dell'Italia medievale, Roma, Carocci 2015.


Metodi didattici

Nel corso delle lezioni verranno presentati i temi scelti e trattati utilizzando fonti analizzate a lezione. Verrà proposta la bibliografia principale e discusse le tesi più recenti.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Colloquio orale secondo le indicazioni fornite a lezione e in particolare nell'ultima lezione che offrirà modelli di domanda e risposta per fugare dubbi ed evitare sorprese.

Gli studenti non frequentanti risponderanno a domande connesse alle principali questioni indicate nel programma.

Strumenti a supporto della didattica

Nel corso delle lezioni verranno regolarmente presentate alcune fonti da leggere e commentare e le principali posizioni della storiografia più recente attraverso apposite indicazioni bibliografiche.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Maria Giuseppina Muzzarelli