70067 - DIRITTO DELL'UE DELL'IMMIGRAZIONE

Scheda insegnamento

  • Docente Marco Borraccetti

  • Crediti formativi 8

  • SSD IUS/14

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Orario delle lezioni dal 24/09/2018 al 19/12/2018

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Uguaglianza di genere Ridurre le disuguaglianze Agire per il clima Pace, giustizia e istituzioni forti

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Il corso ha l'obiettivo di fornire agli studenti una conoscenza generale sull'evoluzione del diritto dell'immigrazione dell'Unione europea; essi saranno in grado di compiere un approccio alla materia tanto critico che propositivo. Tale obiettivo sarà raggiunto anche grazie all'apprendimento di differenti metodi d'analisi idonei a stimolare l'attività degli studenti in tale senso. Al termine del corso ci si attende dallo studente la comprensione dei differenti elementi ed ambiti che caratterizzano il diritto dell'immigrazione dell'Unione europea; che compia un'analisi critica della disciplina trattata, con riferimento tanto alla parte normativa e documentale che a quella giurisprudenziale; che utilizzi metodi di ricerca e di sviluppo del pensiero idonei a fornire anche contributi propositivi circa lo sviluppo dell'analisi e dello studio della disciplina trattata.

Programma/Contenuti

Modulo Jean Monnet "The EU Immigration Law"

Il corso ha per oggetto il diritto dell'Unione europea dell'immigrazione.
Una parte introduttiva riguarderà l'evoluzione storica della politica UE sull'immigrazione ed i differenti aspetti – non solamente giuridici - che influenzano il fenomeno migratorio, sì da collocarlo in un contesto globale.
Particolare attenzione verrà posta all'entrata dei cittadini non UE, e alla loro libera circolazione, all'interno dell'Unione, anche in virtù delle differenze che sussistono tra gli Stati membri dell'area Schengen e quelli esterni ad essa.
Nel corso delle lezioni verranno analizzati atti e documenti delle Istituzioni, nonché la giurisprudenza della Corte di giustizia.

Il corso è suddiviso in sei parti.
1.Introduzione generale alla politica dell'Unione europea sull'immigrazione
Disposizioni rilevanti nei Trattati e nella Carta dei diritti fondamentali. Excursus storico della politica UE sull'immigrazione; il quadro giuridico; gli accordi internazionali in materia di immigrazione.
2.La libera circolazione dei cittadini dell'UE
La libera circolazione dei cittadini dell'UE; chi è cittadino?; le disposizioni transitorie per i nuovi Stati membri
3.Il quadro istituzionale
Il ruolo di Commissione, Consiglio e Parlamento europeo nel campo dell'immigrazione; le basi giuridiche della loro azione. Il ruolo della Corte di giustizia nell'interpretazione e nello sviluppo del diritto dell'immigrazione.
4.Come entrare e come circolare nell'UE?
Il controllo delle frontiere esterne e la politica europea dei visti; politiche di accoglienza e politiche di respingimento. La direttiva rimpatri. Il quadro giuridico sull'accoglienza degli immigrati; la questione dello sfruttamento degli immigrati irregolari; l'accesso al lavoro; la circolazione dei cittadini non UE.
5.Il vicinato e la politica sull'immigrazione
La politica sull'immigrazione e gli Stati del vicinato; le norme sull'immigrazione come strumento di pressione e di negoziato; l'immigrazione e la clausola di condizionalità.
6.Il rapporto tra diritti umani, diritti fondamentali ed immigrazione
La politica sull'immigrazione ed il rispetto dei diritti umani e dei diritti fondamentali. La responsabilità degli Stati. L'immigrazione e la clausola di condizionalità.

Alla luce delle dinamiche e delle evoluzioni di questo periodo storico, il programma potrebbe subire variazioni.

Testi/Bibliografia

Studenti frequentanti: Calamia, Gestri, Di Filippo, Immigrazione Diritto e Diritti: profili internazionalistici ed europei, Padova, 2012; Nascimbene, Lo straniero nel diritto internazionale, Milano, 2013.

Studenti non frequentanti: oltre a quanto previsto per gli studenti frequentanti, anche: Aiello, Lamonoca, Diritto di soggiorno dei familiari del cittadino europeo: erosione del limite delle situazioni puramente interne e delimitazione del nucleo essenziale del diritto di cittadinanza, Rivista Italiana di diritto pubblico comunitario, n. 2/12, p. 321; Adinolfi, Diritto di soggiorno di cittadini di stati terzi per rendere effettivo il diritto di soggiorno di cittadini dell'Unione nel loro Stato di cittadinanza, Rivista di diritto internazionale, n. 2/2011, p. 467; De Filippo, L'accompagnamento immediato alla frontiera di un cittadino UE allontanato per motivi imperativi di pubblica sicurezza: evoluzioni normative e disorientamenti applicativi, Diritto Immigrazione Cittadinanza, n. 1/2013; Chiaromonte, L'accesso al mercato del lavoro nazionale degli stranieri altamente qualificati tra il diritto dell'Unione europea e disciplina italiana: la direttiva 2009/50/CE e il d. lgs. 108/2012, Diritto Immigrazione Cittadinanza, n. 1/2013; Spitaleri, L'interpretazione della direttiva rimpatri tra efficienza del sistema e tutela dei diritti dello straniero, Diritto Immigrazione Cittadinanza, n. 1/2013; Giammarinaro, La direttiva 2011/36/UE sulla prevenzione e la repressione della tratta di esseri umani e la protezione delle vittime, Diritto Immigrazione Cittadinanza, n. 1/2013.
Tutti gli articoli sono disponibili presso la Biblioteca "Roberto Ruffilli" del Campus di Forlì e/o tramite accesso web da pc agganciati alla rete unibo.it .

Ulteriore biblografia verrà fornita a settembre o durante il corso.

Si consiglia la periodica consultazione dei siti web:

europeanmigrationlaw.eu

eurojus.it

Metodi didattici

Le lezioni saranno frontali. Verrà privilegiata la partecipazione degli studenti: a tal fine saranno indicati i materiali che saranno oggetto di discussione durante le ore di lezione.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Per gli studenti frequentanti:

La verifica dell'apprendimento avverrà attraverso la presentazione di un paper (40%) e l'esame orale (60%), tenuto durante le normali sessioni d'esame.

Le modalità saranno comunque illustrate a lezione.

Per gli studenti non frequentanti:

La verifica dell'apprendimento avverrà interamente attraverso l'esame orale.

Il programma è uguale per studenti frequentanti e studenti non frequentanti.

Strumenti a supporto della didattica

Power Point, documentazione da banche dati, materiale audiovisivo.


Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Marco Borraccetti