84916 - LABORATORIO GIURIDICO

Scheda insegnamento

  • Docente Nicoletta Sarti

  • Crediti formativi 3

  • SSD 0

  • Lingua di insegnamento Italiano

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Laboratorio giuridico.

Contenuti

L’intento del Laboratorio giuridico è – fra gli altri – quello di fornire agli studenti del primo anno un’anteprima delle diverse branche del diritto in modo da agevolare la compilazione del piano di studi all’inizio del secondo anno di corso.

Il corso è composto da 6 Unità:

1. Il diritto in prospettiva storica e filosofica

2. Diritto pubblico

3. Diritto privato

4. Diritto internazionale

5. Diritto processuale

6. Diritto comparato

Ogni Unità è a sua volta suddivisa in Lezioni.

Al termine di ogni Unità è previsto un test di autovalutazione, composto da 10 domande a risposta multipla. Scopo del test è verificare l’acquisizione dei contenuti base dell’Unità senza influire sull’esito finale del corso. Il test può essere ripetuto più volte fino al raggiungimento della sufficienza, pari ad almeno 6 risposte esatte su 10. Finché non si raggiunge la sufficienza non è possibile passare all’Unità successiva.

Il corso termina con un test finale, composto da 30 domande a risposta multipla e valido ai fini del superamento dell’esame (con giudizio idoneo/non idoneo). Ogni risposta esatta è pari a 1 punto; ogni risposta errata o non data è pari a 0 punti. L’idoneità è raggiunta con un punteggio minimo pari a 18/30.

Metodi didattici

Le Lezioni si presentano sotto forma di video, in cui l’audio originale della lezione del docente è accompagnato da una serie di slide che colgono i passaggi chiave del discorso.

Ciascuna Lezione consiste nella presentazione di una “parola chiave” per quel determinato ambito giuridico (per esempio, “pena” per il diritto penale, “giudicato” per il diritto processuale, “genitorialità” per il diritto di famiglia).

Modalità di verifica dell'apprendimento

Il corso termina con un test finale, composto da 30 domande a risposta multipla e valido ai fini del superamento dell’esame (con giudizio idoneo/non idoneo). Ogni risposta esatta è pari a 1 punto; ogni risposta errata o non data è pari a 0 punti.
L’idoneità è raggiunta con un punteggio minimo pari a 18/30.

In caso di mancato superamento del test finale, è possibile effettuare una nuova prova a distanza di una settimana

Per la verbalizzazione dell'esito occorre iscriversi agli appelli, seguendo la normale procedura Almaesami.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Nicoletta Sarti