85027 - STORIA DELLA CULTURA FILOSOFICA (1)

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Lo studente apprende a familiarizzare con correnti, problematiche, questioni, autori significativi del pensiero antico, medievale, moderno e contemporaneo e a orientarsi nella vicenda delle loro interpretazioni storiografiche. Lo studente è altresì addestrato a una lettura critica dei testi filosofici, che tenga conto delle tradizioni di riferimento e a valutare strategie argomentative e retoriche nel contesto dei condizionamenti culturali di ordine istituzionale, religioso, ideologico e scientifico.

Programma/Contenuti

Filosofia e identità nazionale dal Risorgimento al Fascismo

 

Il corso si propone di analizzare alcuni dei più significativi contributi filosofici del periodo che si apre immediatamente dopo la chiusura della fase risorgimentale e si chiude con la fine del Secondo conflitto mondiale. In particolar modo, si cercherà di indagare come, in un periodo cruciale della storia d’Italia, l’evoluzione storica della società e della politica sia stata oggetto di riflessione all’interno del dibattito filosofico italiano.

Il primo modulo si concentrerà sulla discussione dei concetti di tradizione e identità nazionale nelle riflessioni di alcuni dei più importanti autori della filosofia italiana del XIX secolo quali: Antonio Rosmini (prima settimana), Vincenzo Gioberti (seconda settimana), Bertando Spaventa (terza e quarta settimana) e Antonio Labriola (quinta settimana).

Il secondo modulo sarà analiticamente dedicato alle riflessioni filosofiche e politiche di Giovanni Gentile ( seconda e terza settimana) e Benedetto Croce (quarta e quinta settimana), con particolare attenzione alle loro ricezioni delle filosofie di Hegel e di Marx (prima settimana).

 

Orario delle lezioni:

Primo semestre: I periodo: lunedì, martedì, mercoledì 15-17 (aula XI, via Zamboni 38)

Primo semestre: II periodo: lunedì h.11-13 (aula B, via Centotrecento), martedì e giovedì h. 11-13 (aula D, via Centrotrecento).

Giorno di inizio: 24 settembre

Testi/Bibliografia

1. Testi commentati a lezione e resi disponibili in rete come materiali didattici.

2. E. Garin, Storia della filosofia italiana, vol. III, Einaudi, Torino 1966.

3. E. Garin, Cronache di filosofia italiana : 1900-1943, Laterza, Bari 1955.

4. Un testo a scelta per ciascun gruppo:

Gruppo A (solo per gli studenti che sostengono l'esame da 12 crediti)

- A. Rosmini, Nuovo saggio sull'origine delle idee (qualsiasi edizione): tomo II, sezione quinta;

- V. Gioberti, Introduzione allo studio della filosofia (qualsiasi edizione): tomo II, cap. V, VI, VII;

- B. Spaventa, Prolusione e introduzione alle lezioni di filosofia nella Università di Napoli, 23 novembre-23 dicembre 1861, Napoli 1862 (ed. successive: La filosofia italiana nelle sue relazioni con la filosofia europea, a cura di G. Gentile, Bari 1908, 19262; in B. Spaventa, Opere, a cura di G. Gentile, 2° vol., Firenze 1972, pp. 405-719; La filosofia italiana nelle sue relazioni con la filosofia europea, a cura di A. Savorelli, Roma 2003);

- Antonio Labriola, Saggi sul materialismo storico, a cura di Antonio A. Santucci, Editori Riuniti, Roma 2000;

Gruppo B

- Giovanni Gentile, La riforma della dialettica hegeliana (qualsiasi edizione);

- Giovanni Gentile, La teoria generale dello spirito come atto puro (qualsiasi edizione);

Gruppo C

B. Croce,  Indagini su Hegel e schiarimenti filosofici [1952], a cura di A. Savorelli, Napoli 1998;

B. Croce, La storia come pensiero e come azione [1938], a cura di M. Conforti, Napoli 2002;

Gli studenti non frequentanti dovranno sostituire la lettura dei materiali didattici (punto 1) con due dei seguenti testi:

- F. Cerrato, Liberare la modernità. Spinoza in Italia tra Risorgimento e Unità, Rubbettino, Soveria Mannelli 2016

- F. Gallo, Dalla patria allo Stato : Bertrando Spaventa, una biografia intellettuale, Laterza, Roma, Bari 2012;

- G. Gentile, Bertrando Spaventa (Opere, vol. XXIX), Le Lettere, Firenze 2001;

- I. Cubeddu, Bertando Spaventa, Sansoni, Firenze 1964;

- G. Vacca, Unificazione nazionale ed egemonia culturale,  Laterza, Bari 1969;

- L. Gentile, Coscienza Nazionale e pensiero europeo in Bertrando Spaventa, Naoubs, Chieti 2009;

- Rosmini e Gioberti. Pensatori europei, a cura di G. Beschin e L. Cristellon, Morcelliana, Brescia 2003;

- A. Bonetti, Gioberti, La realtà come atto creativo, Marzorati, Milano 1960;

- S. Natoli, Giovanni Gentile filosofo europeo, Einaudi, Torino 1989;

- Croce e Gentile fra tradizione nazionale e filosofia europea , a cura di M. Ciliberto, Editori Riuniti, Roma 1993;

- G. Sasso, Le due Italie di Giovanni Gentile, Bologna, il Mulino, Bologna 1998;

- G. Galasso, Croce e lo spirito del suo tempo, Il saggiatore, Milano 1990.

Metodi didattici

Lezioni frontali

Modalità di verifica dell'apprendimento

Esame orale finale con domande attinenti ai testi d'esame. L'esame si svolge di norma presso lo studio del docente: 5.08 sede di Via Zamboni 38.

La valutazione terrà conto delle nozioni fondamentali, del livello di approfondimento e della capacità critica.

Sulla base di questi tre parametri principali si formalizzerà in una valutazione espressa in trentesimi che potrà variare secondo l'intera gamma di voti disponibili.

18-21 livello sufficiente

22-25 livello medio

26-28 livello buono-molto buono

29-30 livello ottimo

Strumenti a supporto della didattica

Durante le lezioni saranno proiettate slides.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Francesco Cerrato